in ,

Grey’s Anatomy 15×12 – Chiedo indietro il mio tempo

Grey's Anatomy

Bentornati con la recensione del dodicesimo episodio della quindicesima stagione di Grey’s Anatomy (qui i 37 episodi catastrofe di questa serie). C’è un oceano vastissimo che separa l’episodio emozionante e bello della scorsa settimana da questo. E sono profondamente delusa.

Il tema principale di questo episodio è il tempo. E in questo momento faccio davvero fatica ad accettare di aver sprecato il mio guardando questa puntata. Chi mi ripagherà di tutti i minuti che Maggie Pierce mi ha rubato e rovinato?

Grey's Anatomy

Innanzitutto, la storia di Meredith vedova allegra che non si vuole concedere, mi ha stancato. Credevo avessimo già superato questa fase ai tempi di Riggs. Ma più di tutto mi ha stancato l’insistenza di DeLuca. Tutto questo per cosa poi? Un bacio scontatissimo e mediocre. Ma per favore! Proprio per questi motivi, questa coppia non mi piace. Mi chiedo sempre di più se sia stata una buona idea quella di far entrare qualcuno nella vita della Grey.

Stavamo bene anche quando non giocava a Uomini e Donne con i medici del suo ospedale. Di cui uno, vi ricordo, è l’ex ragazzo della sorella. E l’altro è il migliore amico della moglie del suo migliore amico. Non finirà mai bene questa storia.

Non capisco poi perché facciano parlare Giacomo Gianniotti in italiano. Non lo sa parlare, sembra un idiota quando lo fa. È vero che uno può essere sexy anche senza necessariamente saper parlare un italiano corretto. Guardate Gabriel Garko per esempio. Però, sarebbe meglio evitare. E ritornando alla sua insistenza con la Grey. Anche meno Andrew, anche meno! Non è necessaria. Lo fa sembrare solo estremamente fastidioso. Più lo guardavo irritarsi e continuare a insistere con Meredith per portala fuori e più mi sembrava di vedere mio cugino di dieci anni che ossessionava mia zia perché lo portasse da McDonalds. Non è dolce, non è sexy, non è intrigante. È solo infantile e noioso.

Più scrivo di DeLuca e più mi rendo conto di quanto fossero perfetti assieme lui e Maggie Pierce. Entrambi con tanto potenziale quando stanno zitti, ma incredibilmente irritanti e da orticaria e shock anafilattico quando aprono la bocca o si muovono o vivono. Spero che alla fine tornino insieme e lascino Jackson e Meredith liberi per sempre. Chissà, considerando come vanno le cose in Grey’s Anatomy, potremmo anche ritrovarci davanti a un scambio di coppia nel finale. Meredith e Jackson e DeLuca e Maggie. Il che, in confronto all’alternativa, sarebbe perfetto.

Grey's Anatomy

Passando a Maggie Pierce e Jackson Avery. Mi ha fatto ridere la scena in cui sono tutti a cena da Catherine e Richard. Tutto ciò che riuscivo a vedere era una famiglia che passa del tempo assieme. I genitori che parlando del più e del meno e di due fratelli che bisticciano su chi sia più bravo a giocare a carte. E, inevitabilmente, mi sono ritrovata a pensare a quanto sia ridicolo che stiano assieme.

Non parliamo poi di tutte le cose stupide che diceva Maggie. E di tutti i tentativi di portarselo a letto. Abbiamo capito che vuoi dell’intimità con Jackson, ma non sta bene. Dovresti accorgertene. Sua madre fa fatica a muoversi e a vivere, il suo primo pensiero non è di certo quello di infilarsi nelle tue mutande.

Qualcuno riporti a casa April Kepner. Anche solo come amica che dia effettivamente sostegno a Jackson. Gli serve la sua persona, non una dodicenne che deve imparare che il mondo non le gira attorno e che la maggior parte delle cose che dice sono incredibilmente e fastidiosamente egoiste ed egocentriche. Vi prego, qualcuno riporti a casa April Kepner.

Quindi April torna a casa, che il freddo qua si fa sentire
Quindi April torna a casa, che non voglio più aspettare
Quindi April torna a casa, che il freddo qua si fa sentire
Quindi April torna a casa, che ho paura di sparire

E ancora

April mia, torna a casa tua
ti aspetterò dovessi odiare queste mura
April mia, nella stanza tua
c’e’ ancora il letto come l’hai lasciato tu.

Grey's Anatomy

Passiamo all’unica storyline interessante dell’episodio, quella di Amelia. Continuo a credere che la sua relazione con Owen sia una delle cose più inutili e fastidiose che il mondo delle serie tv e Grey’s Anatomy abbia mai visto. Ma se ci aiuta ad analizzare meglio e a entrare nella psiche della Shepherd sono disposta a sopportarla. Il momento della lite tra lei e Hunt, quando lui non riesce a capire il duro impegno dietro la riabilitazione, mi è piaciuto parecchio.

Owen ha dato dimostrazione di essere umano. Per un attimo non era più il G.I. Joe che abbiamo conosciuto. La sua gaffe è ciò che di più simile a qualcosa che può succedere nella realtà abbiamo visto in Grey’s Anatomy negli ultimi tempi. E va bene così. L’ho apprezzato nella sua imperfezione perché era umano.

Grey's Anatomy

E ho apprezzato la reazione di Amelia. Una reazione giusta che per la prima volta, però non porta alla fine di questa relazione. Dopo anni, questi due hanno finalmente capito che litigare o sbagliare, non significa necessariamente interrompere una relazione. Li vediamo discutere, parlarne e capirsi. Accettano le imperfezioni dell’altro ed entrano in contatto con la loro parte più vulnerabile. Sanno che non sarà tutto rose e fiori e lo accettano. Finalmente.

Grey's Anatomy

La storia di Betty/Britney (ormai non so più come chiamarla) è stata strana. Girano rumors secondo cui Jennifer Grey (Baby di Dirty Dancing) interpreterà in Grey’s Anatomy proprio sua madre (qui i dettagli). Non vedo l’ora di conoscere il rapporto che c’è tra loro. E non vedo l’ora di vedere in che modo inseriranno Owen e Amelia nel quadro. Mi chiedo cosa succederà al piccolo Leo quando i suoi nonni verranno a conoscenza della sua esistenza. Mi dispiacerebbe un sacco se togliessero la custodia ad Hunt.

Grey's Anatomy

E, infine, parliamo di Miranda Bailey che torna da Ben Warren. ERA ORA! Non aspettavo altro da quando l’aveva mandato via di casa. Innanzitutto perché sono una delle poche coppie che resistono nel tempo. Sappiamo che in Grey’s Anatomy questo è raro. E poi in questo momento la Bailey ha bisogno di suo marito. Ha bisogno di sostegno dalla persona che la ama più di ogni altra cosa al mondo. Inoltre, guardando Station 19, ho visto come e quanto Ben abbia sofferto per questa pausa. E non mi piace vederlo così affranto. Non se lo merita. È un uomo speciale Ben Warren, merita solo la felicità.

Insomma, l’episodio sul tempo l’hanno fatto per perdere tempo e per riempire la stagione. La scorsa settimana gli sceneggiatori di Grey’s Anatomy ci hanno dato dimostrazione di essere in grado di creare un bell’episodio. Perché non continuare su quella via? Perché tornare a cose noiose e senza senso? So che tra poco arriverà un episodio incentrato su Amelia Shepherd, spero solo che non lo rovinino. Speriamo facciano un buon lavoro.

Per questa settimana è tutto, alla prossima
Halleloo!

P.S. per la coppia Altman Koracick 👍

LEGGI ANCHE – Grey’s Anatomy 15×11 – Troppo potenziale sprecato

Written by Fabiana Fanelli

La mia vita è un pendolo che oscilla tra una serie tv e l'altra. Tutto sommato mi è andata bene, pensate se oscillasse tra dolore e noia!
Ricordate: "Life's too short to be serious" (La vita è troppo breve per essere seri)

Big Little Lies e le altre serie HBO finalmente hanno una data d’uscita

Game of Thrones 3

«Non possiamo dipendere da Game of Thrones»