in ,

Gif-Recensione The Flash 2×22: Siamo agli sgoccioli

Serie Tv

La rivolta è iniziata e l’esercito composto da metaumani di Zoom sta distruggendo la città. Joe e la polizia provano a limitare i danni ma gli avversari sono troppi e troppo forti per dei semplici agenti. Fortunatamente Flash arriva in tempo per salvar ancora una volta la situazione. Agli Star Labs intanto c’è una bella sorpresa, Caitilin è tornata a casa, fuggendo così da Zoom. La ragazza è scossa ma i suoi amici fanno di tutto per farla sentire meglio.Flash


Intanto però il team è preoccupato per Barry poiché è più esaltato del solito e hanno tutti paura che questa consapevolezza, dovuta all’incontro con la forza della velocità, potrebbe ritorcersi contro. Nel frattempo però Cisco ha delle visioni, nelle quali ci sono degli uccelli morti, ma non ne capisce il motivo. Il gruppo però ha altri problemi da affrontare, come per esempio il crollo del palazzo dei Mercury Labs, causati da qualcuno che sembra essere Laurel Lance, o almeno che ha i suoi stessi poteri.Flash

Fortunatamente Flash riesce a salvare la dottoressa McGee che era dentro all’edificio. Wally cerca di fare l’eroe e litiga con il padre che vuole che sia al sicuro e non per strada ad affrontare nemici pericolosi. Grazie all’app di Cisco il metaumano viene rintracciato così la macchia scarlatta, dopo aver chiesto a Wally di non rischiare la sua vita, si dirige nel luogo dell’avvistamento. Quello che Barry scopre è che è davvero Laurel, ma la Laurel di Terra 2, soprannominata Black Siren. Il supereroe è in difficoltà e rischia anche di morire se non fosse proprio per Wally che riesce a salvarlo in tempo.Flash

Tornato ai laboratori il ragazzo spiega la situazione alla squadra e Cisco e Wells architettano un piano per sconfiggere tutti i metaumani in un colpo solo. Barry grazie alla sua velocità creerà una barriera dove rimbalzeranno delle onde magnetiche, dannose per chi ha la frequenza di Terra 2, così da farli svenire e catturarli. Per evitare che vengano feriti anche Wells e Jesse, Cisco ha costruito delle cuffie capaci di impedire che queste onde vengano captate dai due.Flash

Ora c’è bisogno di distrarre Black Siren però e allora il ragazzo nerd si fa venire una pessima idea. Raggiungono il luogo dove si trova Laurel ma con l’aspetto di Reverb e Killer Frost così da distrarre la ragazza.Flash

Purtroppo i due vengono scoperti e proprio nel momento in cui stavano per morire il team riesce ad attivare le onde e far svenire tutti i metaumani di Terra 2 presenti. Tutto sembra andare per il verso giusto ma le cuffie di Jesse non funzionano così il padre prima le consegna le sue cuffie e in seguito sviene a causa delle onde.Flash

Zoom invece, nonostante il dolore che prova, riesce ad aprire una lacerazione e tornare nella sua dimensione. Flash nel frattempo recupera tutti i nemici per rinchiuderli in prigione e nei laboratori. Tutto torna alla normalità per fortuna e allora Iris organizza una cena per festeggiare il ritorno di Henry.Flash

Ci sono brindisi e risate quando all’improvviso Cisco ha una visione, vede la fine del mondo di Terra 2 e non sa cosa pensare. Ma la situazione peggiora ulteriormente con l’arrivo di Zoom che rapisce il padre di Barry e lo porta nella casa d’infanzia dell’eroe. Flash

Il ragazzo è preoccupato perché il destino del padre è nelle mani del suo acerrimo nemico che prima spiega a Barry che i due sono perfettamente uguali e poi uccide Henry davanti agli occhi di Flash che dispera davanti al corpo del padre. Manca solo una puntata, cosa ci dobbiamo aspettare dal gran finale? Flash riuscirà a superare questa ulteriore perdita e sconfiggere definitivamente Zoom? O il mostro avrà ancora una volta la meglio?

Flash

Written by Michael Marcuccio

Studio Discipline dello spettacolo e delle comunicazioni, il mio più grande desiderio è diventare giornalista. Negli ultimi anni mi sono appassionato alle serie Tv e poter esprimere le mie idee tramite i miei articoli è un'esperienza incredibile!

Gif-Recensione – Arrow 4×22: Rivelazioni e assi nella manica

Daenerys torna indietro facendo un passo avanti