in

10 momenti in cui ho pensato di non guardare più Pretty Little Liars

4) Mona is A

Pretty Little Liars

Ricordo ancora il momento in cui scoprii chi era la prima A. Era una caldissima giornata estiva, stavo recuperando gli episodi di Pretty Little Liars, e mentre gli amici erano tutti al mare a divertirsi, io me ne stavo a sudare in casa a macinare una puntata dopo l’altra. Semplicemente non potevo staccarmi dallo schermo, dovevo sapere.

E sbam, ecco la soluzione del mistero: Mona era A. E adesso?

Ricordo perfettamente l’indecisione che mi ha colpito in quel momento. Le prime risposte erano arrivate e, devo dire, mi avevano pienamente soddisfatto. Ma ora cosa avrei dovuto fare? È il solito dubbio amletico del finire una parte di uno show: si ha una conclusione che per quanto possa essere completa, resterà sempre un po’ aperta. Si ha la voglia di continuare, perché accidenti, l’entusiasmo è ancora alle stelle. Ma se poi, cambiando le carte in tavola, la Serie Tv finisce solo per peggiorare?

5) Ezra è A?

Pretty Little Liars

Anche questo è uno dei momenti che ha messo ha dura prova molti degli spettatori. Ezra, che è sempre stato mostrato come un personaggio dalla grande moralità, nonché un vero e proprio pezzo di pane, inizia improvvisamente a mostrarsi fin troppo losco, in modo quasi eccessivo.

È vero, è stato stupido anche solo pensare di abboccare nuovamente all’ennesimo amo e lasciare che una minuscola parte di me iniziasse a chiedersi “e se fosse vero?”. Ma, insomma, ce l’hanno servita in un piatto d’argento, e come resistere a tale sensazione?

Eppure vorrei dire che questa svolta della trama mi ha soddisfatto. Vorrei davvero scrivere che era più che coerente con la storia ed è stata una trovata geniale. Invece me li immagino proprio gli autori che, in carenza di personaggi random da far sospettare a caso, girano la ruota dei pochi personaggi rimasti da far accusare. E guarda un po’, pare proprio che Ezra abbia vinto la lotteria, questa volta!

Written by Chiara Veccia

Se è vero che bisogna vivere realizzando i propri sogni, vivo la vita seguendo le mie passioni.
Sono una studentessa, adoro viaggiare, amo i libri e recensirli, sogno di lavorare in casa editrice, e c'è un solo posto in cui potrete sempre trovarmi: sotto al plaid, sulla mia poltrona preferita, a guardare serie tv.

Sherlock

Sherlock ci ha salutato con un finale sorprendente. Nel bene e nel male

10 metodi infallibili per conquistare una ragazza che ama Grey’s Anatomy