Vai al contenuto
Home » News » Grey’s Anatomy 19: la serie si sta trasformando in un reboot? Parla Scott Speedman

Grey’s Anatomy 19: la serie si sta trasformando in un reboot? Parla Scott Speedman

Attenzione: l’articolo potrebbe contenere spoiler sulla diciottesima stagione di Grey’s Anatomy!

Grey’s Anatomy si sta preparando a tornare su Disney+ con la sua diciannovesima stagione, confermandosi come il medical drama più longevo di sempre e, nonostante gli inevitabili alti e bassi, anche uno dei più iconici. Per anni abbiamo seguito le vicende professionali e personali dello staff medico del Seattle Grace Hospital, nel quale abbiamo visto avvicendarsi nel tempo diversi personaggi, con l’impressione che tra morti e trasferimenti l’unico punto fermo fosse la Meredith Grey di Ellen Pompeo. Eppure, anche il ruolo di Ellen Pompeo, e di conseguenza anche quello di Meredith Grey, nel tempo è andato progressivamente riducendosi, tanto che l’attrice è addirittura arrivata ad ipotizzare una sua sostituzione in futuro.

Ebbene, pare proprio che la diciannovesima stagione di Grey’s Anatomy , destinata ad approdare su Disney+, sarà decisiva in termini di rinnovamento della serie. Infatti, anche se la creatrice dello show, Shonda Rhimes, è riuscita a trattenere Ellen Pompeo ancora per una stagione, la sua presenza sarà notevolmente ridotta. Meredith Grey apparirà in soli otto episodi di Grey’s Anatomy 19, e di conseguenza gli equilibri all’interno dell’ospedale sono destinati a cambiare, complice anche l’arrivo di numerosi, nuovi tirocinanti.

Si tratterà di un nuovo inizio per Grey’s Anatomy? La serie prenderà l’aspetto di un reboot?

Ad affrontare la questione di un possibile nuovo corso per Grey’s Anatomy è stato Scott Speedman, entrato come series regular nella diciottesima stagione e già apparso come guest star nella quattordicesima. Speedman interpreta Nick Marsh, il nuovo amore di Meredith Grey, che nella scorsa stagione della serie (già disponibile su Disney+) ha portato il personaggio di Ellen Pompeo ad allontanarsi da Seattle per iniziare una nuova vita. Nella diciannovesima stagione, l’attore tornerà a vestire i panni dell’amato personaggio, ma anche il suo ruolo sarà ridotto.

In una recente intervista per Digitalspy.com, Scott Speedman è stato interrogato sul futuro di Grey’s Anatomy. L’attore ha rivelato che, anche se ancora non sa esattamente quale strada prenderà la serie, l’impressione è che i nuovi episodi saranno incentrati più che altro sui nuovi tirocinanti, lasciando i volti noti della serie in secondo piano.

Siamo in una fase iniziale della stagione, e mi sto aggiornando su quello che vogliono fare. Penso che ci sia un bel po’ di movimento laggiù. L’annuncio della riduzione del suo [di Ellen Pompeo] ruolo ha creato un sacco di aspettative su ciò che sarà e su come sarà. Ma vedremo. Penso che si stiano sbizzarrendo con molte idee diverse di cui non sono a conoscenza, e penso che stiano cercando di incastrare tutto. Ma penso che sarà interessante vedere come sarà lo show.[…] Non stanno facendo un reboot dello show, ma c’è una nuova energia nello show con quattro o cinque nuovi stagisti come nel 2005. Quindi, davvero, il destino è che loro diventino la parte più grande del show. Direi questo. Io non so dove sarò, a dire il vero. Sono qui per un po’, e poi vedremo“.

Dunque, per ora non ci sarà un vero e proprio reboot, ma di una specie di ritorno alle origini, che vedrà i nuovi stagisti, interpretati Harry Shum Jr, Alexis Floyd,  Midori Francis, Niko Terho e Adelaide Kane, al centro della scena come dei possibili, nuovi, “Magnifici Cinque”.

Non ci resta che attendere l’uscita dei nuovi episodi della serie su Disney+.

5 storie d’amore di Grey’s Anatomy di cui avremmo fatto volentieri a meno