Vai al contenuto
Home » News » Brian Cox ha spiegato perché ha deciso di rifiutare un ruolo in Game of Thrones

Brian Cox ha spiegato perché ha deciso di rifiutare un ruolo in Game of Thrones

Game of Thrones, la serie tv ispirata ai romanzi fantasy di George R. R. Martin, ha lanciato la carriera di tanti attori che ora sono impegnati nelle più importanti produzioni televisive e cinematografiche, ma ha anche fatto guadagnare loro una vera fortuna. Non è un caso che Kit Harington e Richard Madden abbiano fatto parte del cast di Eternals, il film più atteso dello scorso anno. Tuttavia alcuni attori come Jack Gleeson si sono pentiti di aver recitato in questa serie tv così famosa. D’altro canto ci sono anche molte star famose tra cui Mahershala Ali che hanno fatto un provino per entrare nel cast, ma che purtroppo non sono stati presi. C’è anche un attore pluripremiato a cui era stato offerto un ruolo nella prima stagione che ha declinato l’offerta e non se ne è affatto pentito.

Stiamo parlando di Brian Cox, la star di Succession, che avrebbe dovuto interpretare il Re Robert Baratheon.

Brian Cox è una star mondiale che durante la sua lunga e sfolgorante carriera, è stato considerato universalmente uno dei caratteristi più ricercati. Durante più di cinquant’anni di attività ha spaziato tra la televisione e il cinema, regalando sempre grandi interpretazioni. Indimenticabile il suo Hannibal Lecter nel film del 1986 Manhunter – Frammenti di un omicidio, ma anche la grande prova che ci ha regalato nei panni di Hermann Göring nella miniserie Il processo di Norimberga. Ha recitato anche in pellicole che sono state grandi successi come Braveheart – Cuore impavido, Troy e X-Men 2. Ma Brian Cox è anche un attore di teatro, che ha vestito i panni degli immortali personaggi creati dalla penna di William Shakespeare. È più che naturale che il team di produttori di Game of Thrones avesse pensato di farlo entrare nel cast della serie fantasy. Brian Cox avrebbe dovuto interpretare il re Robert Baratheon, ma alla fine il ruolo è andato a Mark Addy.

L’attore al momento è nel cast di un’altra serie tv della HBO, Succession, che gli ha permesso di vincere il suo primo Golden Globe Award e di ricevere anche una nomination agli Emmy. Brian Cox ci sta regalando un’altra grande interpretazione nei panni del freddo e calcolatore fondatore della Waystar RoyCo, Logan Roy. A ottobre è uscito un libro intitolato Putting the Rabbit in the Hat in cui l’attore ha ripercorso la sua carriera, raccontando curiosità inedite e lanciando non poche frecciatine ad alcuni suoi colleghi. In questo libro di memorie ha anche spiegato le motivazioni che lo hanno spinto a non voler entrare nel cast di Game of Thrones. Ecco cosa ha scritto, secondo quanto è stato riportato da GQ:

“Game of Thrones ha avuto un enorme successo e tutte le persone coinvolte hanno guadagnato un’enorme fortuna ovviamente. Ma quando mi è stato originariamente presentato il ruolo, i soldi che mi erano stati offerti non erano così tanti, diciamo. Inoltre sapevo che il mio personaggio sarebbe dovuto uscire di scena abbastanza presto, quindi non avrei potuto trarre nessuno dei benefici degli effetti a lungo termine di una serie di successo in cui i tuoi salari aumentano ad ogni stagione che passa. Quindi ho declinato l’offerta.”

Leggi anche – Game of Thrones – Miltos Yerolemou riflette sull’impatto di Syrio: «Scrivo “Not Today” sui loro corpi»