in

Brooklyn Nine-Nine: le parole del cast e della troupe alla notizia della conclusione della serie

brooklyn nine-nine

Sappiamo ormai che Brooklyn Nine-Nine giungerà al termine con l’ottava stagione. La serie comedy con ben sette stagioni andate in onda ha riscosso un notevole successo nel corso del tempo, vincendo un Golden Globe nel 2014 come miglior comedy nell’ambito televisivo e ha valso ad Andy Samberg, che nella sitcom veste i panni del brillante poliziotto Jake, un Golden Globe per la sua interpretazione all’interno dello show. Brooklyn Nine-Nine ha infatti realizzato un numero elevato di ascolti, raggiungendo cifre pari a 9,5 milioni di spettatori con l’ultima stagione andata in onda, secondo quanto dichiarato dalla trasmittente televisiva NBC (qui potete leggere i cinque elementi chiave che secondo noi hanno reso la serie un successo mondiale).

L’annuncio della conclusione è stato accompagnato dai ringraziamenti e dalle belle parole della troupe di Brooklyn Nine-Nine. In particolare il produttore esecutivo dello show, Dan Goor si è espresso al riguardo su Twitter mostrando gratitudine nei confronti dell’emittente televisiva che gli ha permesso di concludere degnamente e con un finale meritevole il suo progetto. Ha ringraziato poi l’intero cast con nostalgia e un po’ di sentimentalismo definendo i suoi colleghi le persone più talentuose del settore, ma anche la sua famiglia. Infine un ringraziamento speciale lo meritano anche i fan di Brooklyn Nine-Nine, che hanno creduto nella serie e hanno voluto che continuasse anche dopo la triste cancellazione del 2018. Ha spiegato inoltre che terminare lo show è stata una decisione difficile da prendere, ma che è comunque il mondo migliore per concludere la storia dei personaggi.

Anche alcuni membri del cast di Brooklyn Nine-Nine hanno commentato la notizia su Twitter

L’attrice Mellisa Fumero che nella serie interpreta Amy Santiago, ha commentato con qualche parola: “È stata una delle più grandi gioie e il più grande onore della mia vita interpretare Amy. Sono così grata di poter fare un’ ultima corsa con il nostro amato cast e la troupe. Ai nostri fantastici fan, vi vogliamo bene. Niente lacrime per ora, abbiamo ancora un’intera stagione da girare!” Lo scrittore Dewayne Perkins ha invece commentato: “Brooklyn Nine-Nine è stato il mio primo lavoro di scrittura narrativa. Sono grato di aver scritto le ultime due stagioni e non vedo l’ora che arrivi l’ultima stagione, in cui ho collaborato per la prima puntata, che andrà in onda in autunno.”

Brooklyn Nine-Nine però non ha di certo affrontato un percorso senza ostacoli. La serie era approdata su FOX nel 2013 dove è andata in onda per cinque stagioni per poi essere cancellata. Lo show è stato però nel 2019 salvato dalla rete NBC che ha accolto le continue richieste dei fan delusi dalla cancellazione, riuscendo così a completare il progetto iniziale degli showrunner con 153 episodi totali previsti. Quest’ultima stagione, l’ottava, avrà solo 10 episodi conclusivi e potrebbe già uscire tra la fine del 2021 e il 2022, in base alle previsioni iniziali.

Ma non si tratta solo di questo. La serie è ambientata in un distretto di polizia di New York e segue le vicende del talentuoso e simpatico Detective Jake Peralta (Andy Samberg) che affronta la vita lavorativa con sarcasmo ed ironia. Il mestiere del poliziotto è divenuto un tema scottante in America in seguito alle proteste e ai recenti episodi di violenza. Tant’è vero che Terry Crews, che nella serie veste i panni del tenente Terry Jeffords, ha raccontato che le prime sceneggiature previste per l’ottava stagione erano state cancellate, in un periodo storico dove realizzare una serie comica sulla polizia era diventata una questione delicata.

Dopo queste premesse, siamo ancora più curiosi di conoscere i risvolti finali di Brooklyn Nine-Nine, ma non ci resta che aspettare per saperne qualcosa in più sul destino dei personaggi a cui ci siamo affezionati.

Scritto da Sofia Apa

Cerco sempre rifugio nei libri e nelle serie tv, sono la mia medicina e non esiste niente di meglio, eccetto scrivere.

Cecil Hotel

Sulla scena del delitto: Il caso del Cecil Hotel, tra complottismo e drammatizzazione

Bridgerton, Jonathan Bailey: «Mi dicevano di non fare coming out»