in

L’immagine che sta facendo impazzire i fan di Mr. Robot

Mr. Robot

Attenzione: evitate la lettura se non volete imbattervi in spoiler sulla terza stagione di Mr. Robot 

Questi vogliono farci impazzire definitivamente. Quando si parla di Mr. Robot e dei misteri irrisolti che si porta dietro fin dalla prima stagione, non è una grande novità, ma la terza stagione sta superando ogni aspettativa, dando spazio agli scenari più incredibili. L’avevamo capito nel momento in cui si era parlato palesemente di universi paralleli, eventi del passato riscrivibili e particolari acceleratori di particelle. Lo pensiamo ogni volta che Angela apre bocca da un po’ di tempo a questa parte e, da sempre, quando a parlare è Whiterose. Le teorie si rincorrono, gli indizi aumentano e la nostra povera testa, già messa a dura prova dal particolare bipolarismo di Elliot, rischia di esplodere. Ma non è tutto. Perché un personaggio comparso nella 3×06 potrebbe aver confermato la svolta sci-fi della serie tv. Oppure rappresenterà l’elemento decisivo di una meravigliosa trollata di Esmail. In ogni caso, parliamone. E facciamo chiarezza, per quanto possibile.

Mr. Robot

A cosa ci stiamo riferendo? E soprattutto, riconoscete i personaggi dell’immagine postata sopra? La prima è Angela Moss da piccola, immortalata nel criptico flashback che ha aperto il sesto episodio della terza stagione. La seconda, invece, è la bambina che nella 2×11 sottopose la stessa Angela al particolare test (ricordate il Commodore 64?) che fece da preambolo all’incontro con Whiterose. Fin qui niente di strano, ma c’è un dettaglio non da poco che cambia le carte in tavola: i due personaggi sono interpretati dalla stessa attrice, Mabel Tyler. È un caso? Probabilmente no: Mr. Robot e il suo geniale creatore si distinguono da sempre per la cura maniacale di ogni dettaglio, e l’affidamento di due ruoli di tale rilievo ad un’unica interprete è una scelta piuttosto strana, anche se non possiamo escluderla a priori. Ma allo stesso tempo Mr. Robot è una serie che fa del realismo una chiave fondamentale, rendendo l’intrigo di difficile risoluzione. Allora come si può spiegare?

Partiamo da un presupposto: è difficile credere (senza immaginare che si tratti di un sogno o una svolta fantascientifica) che l’adulta Angela possa aver parlato con se stessa da piccola. Se riguardiamo la scena in questione, notiamo subito che la Moss, seppur sconvolta dal rapimento appena subito e dalla strana stanza nella quale si trova, non si scompone granché quando vede la bambina. Fosse stata lei da piccola, la reazione sarebbe stata molto diversa. Detto questo, il mistero resta, e diventa difficile dare una spiegazione che si adatti ad una narrazione realistica. Eppure non è impossibile. Potremmo pensare infatti che il flashback della 3×06 non sia altro che il frutto di una visione distorta della stessa Angela (quante volte è successo con Elliot?). Potremmo ipotizzare che lei, per qualche motivo, abbia sostituito irrazionalmente se stessa con quella bambina, oppure abbia addirittura dimenticato come fosse da piccola. D’altronde, abbiamo già visto un fratello provarci con sua sorella perché non ne ricordava l’esistenza: perché escluderlo? In alternativa, dobbiamo ricorrere alla fantascienza.

Mr. Robot

La sovrapposizione dell’identità di Angela con quella della bambina della 2×11, infatti, potrebbe alimentare sia la teoria elaborata qualche settimana fa sulla possibile introduzione degli universi paralleli (se volete dargli un’occhiata, la trovate qui) che quella di ieri legata ad una potenziale riedizione della realtà simulata di Matrix (eccola). Inoltre, diversi utenti hanno ipotizzato su Reddit (e non solo) che l’ossessione per il tempo di Whiterose possa culminare in veri e propri time travel e si è addirittura immaginato che Angela possa essere un host simile a quelli che abbiamo ammirato in Westworld (in questo caso, francamente assurdo, il questionario della bambina potrebbe essere un test di Turing). Vogliamo crederci davvero? Se lo facessimo, le teorie in gioco si moltiplicherebbero e le conseguenze sarebbero imprevedibili. Si potrebbe andare in ogni direzione e la svolta sci-fi sarebbe nettissima. Non vogliamo crederci? Allora ci sarebbero solo due strade percorribili: potremmo prendere per buone le ipotesi che si appigliano al realismo di Mr. Robot. Oppure considerare l’idea che Sam Esmail, fan di Lost, ci stia prendendo in giro e voglia farci impazzire tra mille teorie per poi riportarci a terra con un finale non più immaginabile. Insomma, prepariamoci a tutto. E prendiamo qualcosa per il mal di testa.

Antonio Casu

LEGGI ANCHE – Mr. Robot 3×05/3×06 – Il “Lato Oscuro della Luna” di Elliot

 

Written by Antonio Casu

Divulgatore seriale serio, serioso e ironico, ma senza il sex appeal di Alberto Angela.

glee

Nashville sta per cantare la sua fine

Serie Tv

10 Serie Tv che sono state troncate miseramente