in

Le 5 battute più volgari di Misfits

misfits

Lanciata nel 2009 sul canale britannico E4 e conclusasi nel 2013, Misfits e i suoi supereroi inusuali continuano a far parlare di sé. La serie, che presenta delle affinità con il teen drama britannico Skins, ha vinto il premio come Miglior serie drammatica ai BAFTA 2010 ed è stata il trampolino di lancio per attori come Iwan Rheon, che qualche anno più tardi abbiamo visto nei panni di Ramsay Bolton.

Una storia originale – cinque ragazzi costretti a svolgere lavori socialmente utili che, dopo una tempesta, si ritrovano con dei superpoteri – e la tagliente ironia che spezza a più riprese il dramma ci hanno fatti appassionare a questo show e ai suoi protagonisti: Nathan, Alisha, Kelly, Simon e Curtis.

Proprio in nome dell’ironia che caratterizza Misfits, abbiamo deciso di ripercorrere insieme alcune delle battute più volgari degli sboccatissimi personaggi.

Misfits, infatti, la censura non sa neanche dove stia di casa, non limitandosi né con le parole né con le immagini.

In particolare, uno dei personaggi più ironici e senza veli della serie è Nathan Young (interpretato da Robert Sheehan, di cui vi abbiamo parlato qui), di cui molte delle citazioni che abbiamo scelto portano il nome.

1) Equivoci

Beh, diciamo che non ho realizzato subito. Ero ubriaco fradicio, lui aveva l’ucc**lo e le pa**e ficcati nella fessura del c*lo. Dalla mia posizione sembrava una pas**ra depilata.

2×07: Fame di potere

Partiamo col botto con un racconto che Nathan condivide con gli amici, riuniti al bar dove lavorano Alisha e Curtis: quella volta in cui andò con un uomo pensando fosse una donna. Una descrizione esplicita per la quale Nathan non si scompone, ma che provoca negli altri ragazzi un moto di disgusto data la ragione dell’equivoco.

Anche se errare è umano

2) Perle di saggezza

Misfits

Su, andiamo, amico, non dirai sul serio. Ci vorrebbe un livello disumano di autocontrollo di cui nessun uomo è capace e lo sai. Il canto delle sirene del po**ino toglie ogni volontà agli uomini.  

2×01: L’apparenza inganna

La tensione tra Curtis e Simon si taglia col coltello, dopo che quest’ultimo ha accettato un servizietto da parte di Alisha. O meglio, da parte di una ragazza che, grazie al proprio potere di mutaforma, ha assunto le sembianze di Alisha. Secondo Curtis, Simon avrebbe dovuto imporsi e rifiutare ma il “saggio” Nathan interviene a fare da pacere.

Che sia l’uomo perfetto?

Written by Elisa Frassinelli

Vivo in bilico tra libri, università e serie tv. Nel tempo libero cerco di avere una vita sociale e non diventare schiava del mio gatto (fallendo, ovviamente). Un altro dei miei passatempi preferiti è cercare di non implodere quando ho appena finito una stagione ma ho solo me stessa con cui parlarne.

The Vampire Diaries

La collana che doveva dividere Elena da Damon invece lo ha fatto entrare nel suo cuore

the mandalorian

Cos’è andato storto nella prima stagione di The Mandalorian