Vai al contenuto
Home » Malcolm in the Middle » Jane Kaczmarek, la straordinaria madre di Malcolm che avrebbe meritato una carriera ben diversa

Jane Kaczmarek, la straordinaria madre di Malcolm che avrebbe meritato una carriera ben diversa

Il suo sguardo carico di rancore e le sue leggendarie punizioni nei confronti dei suoi scalmanati figli hanno accompagnato la crescita di molti di noi e sono di recente tornati alla ribalta grazie al tanto atteso rilascio di Malcolm in The Middle su Disney+. Oggi parliamo della fenomenale attrice Jane Kaczmarek, che per sette anni ha rivestito il ruolo di Lois, caparbia e testarda matriarca dell’indisciplinata e confusionaria famiglia Wilkerson. Un’attrice dal grandissimo talento, ma dalla scarna filmografia, una favolosa interprete capace di essere nominata per ben sette volte agli Emmy Awards senza mai riuscire a ottenere una singola vittoria.

Già, proprio così: nonostante la sua estrema bravura Jane Kaczmarek non ha avuto la carriera sfavillante che tutti le auguravano, restando marginata a piccole comparse o a ruoli decisamente troppo secondari.

Una maledizione, questa, che pare aver colpito la quasi totale maggioranza del cast della serie (con la ovvia eccezione di Bryan Cranston), che con il termine dello show ha per lo più abbandonato la recitazione, a partire da Frankie Muniz, interprete del geniale protagonista che ha dichiarato di non ricordare di essere stato Malcolm.

Jane Kaczmarek

Jane Kaczmarek, classe 1955, prima di rivestire i panni di Lois aveva già macinato dei ruoli di discreto successo, come parti all’interno di film televisivi, ma anche di serie non particolarmente famose come Hometown ed Equal Justice. Sarà infatti l’entrare a far parte della grande e caotica famiglia di Malcolm a cambiare per sempre la vita della donna. Grazie a un inedito e peculiare talento comico, infatti, Jane Kaczmarek riuscì da subito imporsi come pilastro di riferimento di tutta la serie. Un ruolo ancora più speciale se pensiamo che la parte di Lois è stata la vera e propria prima prova dell’attrice sul lato umoristico. Se infatti oggi tutti diamo per scontato la grandezza di Bryan Cranston nella parte del goffo ed eterno Peter Pan Hal, sono in molti a dimenticare che gran parte del successo ottenuto dal personaggio si deve alla fantastica chimica instauratasi proprio tra lui e l’interprete di Lois. Il duo di attori, infatti, costituisce una coppia fantastica sia dal punto di vista comico che per i momenti più seri: i personaggi sono tanto diversi caratterialmente quanto compatibili non solo dal punto di vista della comicità, ma anche nel ruolo genitoriale.

Oggi, non riusciamo nemmeno a immaginare a una Malcolm in The Middle senza Jane Kaczmarek, in grado di comportarsi in maniera totalmente irrazionale e ingiusta nei confronti dei figli senza mai risultare davvero detestabile, ma un grado di incarnare un personaggio totalmente unico nel suo genere. Certo, per tale caratterizzazione si devono ringraziare gli autori della fortunata comedy, ma senza una perfetta interprete, Lois non solo non sarebbe riuscita a risultare credibile, ma nemmeno a conquistare lo spettatore.

Jane Kaczmarek

Grazie alla sua particolare fisionomia e alla sua peculiare timbrica, oltre che alla sua grandissima espressività, Jane Kaczmarek è infatti riuscita a creare un personaggio davvero unico nel suo genere. Il ritratto di Lois è quello di una donna forte e che sa quello che vuole, ma soprattutto lontana da qualsiasi stereotipo circa la maternità, aspetto non scontato se pensiamo che Malcolm in The Middle è andata in onda dal lontano 2000 al 2006. Capace di risultare spassosa in ogni suo frangente, ma al contempo di dimostrare, laddove la serie lo chiedesse, fragile emozionalità, l’attrice è riuscita in poco tempo a farsi un nome, tant’è che, come vi abbiamo anticipato, riuscì a ottenere ben sette nomination ai premi Emmy per la categoria Miglior attrice protagonista in una serie comica. Candidature che hanno dell’incredibile essendo tutte consecutive l’una altra e per la medesima serie tv.

Purtroppo, l’attrice avrebbe per anni aspettato invano una vittoria (anche per tre cerimonie dei Golden Globes), vedendosi superata ogni volta da attrici come Patricia Heaton di Everybody Loves Raymond, Jennifer Aniston e Sarah Jessica Parker. Nonostante queste delusioni, tuttavia, al termine della settima e ultima stagione di Malcolm, pareva che la carriera dell’attrice non dovesse fare altro che decollare e che il suo successo dovesse crescere esponenzialmente. La donna, infatti, venne immediatamente scritturata per una nuova serie commedia, Help Me Help You, in cui avrebbe recitato a fianco di Ted Danson, qui esilarante terapeuta impegnato a curare i suoi strambi pazienti grazie a particolari terapie di gruppo. L’avventura per Jane Kaczmarek nei panni della protagonista Anne Hoffman ebbe però vita breve: dopo soli sei episodi la serie fu infatti cancellata da ABC. Fortunatamente l’attrice non restò senza lavoro ma ottenne in ruolo del giudice Trudy Kessler nella serie Raising the Bar, show che durò per due anni ma che non riuscì mai a ottenere un grandissimo successo.

È a questo punto che la carriera di Jane Kaczmarek ebbe una vera brusca frenata: la serie US & Them a cui la donna aveva partecipato per tredici episodi non vide mai la luce. Sembrava che nessuno dei prodotti a cui l’attrice prendeva parte riuscisse ad aver buoni esiti nonostante le buone premesse! Anche se la donna era riuscita a ottenere brevi parti, cameo o ruoli nel doppiaggio, la carriera da protagonista di Jane in tv sembrava dunque essere giunta alla fine. Una fine apparentemente immeritata e che non rispecchiava affatto il suo grande talento, talento che però ebbe modo di brillare su altri lidi, soprattutto a teatro. La scelta di cambiare palcoscenico però si deve far ricadere quasi esclusivamente sulla donna, che preferì distanziarsi dal piccolo schermo per potersi meglio occupare dei tre figli.

Il ritorno dell’attrice in tv risale al 2014 con la sua partecipazione alla sitcom Playing House, dove ha interpretato la stramba madre di una delle due protagoniste, un ruolo che richiama per molti versi quello della Matriarca Lucille Blooth (Jessica Walter) dell’acclamata Arrested Development.

Jane Kaczmarek (640×360)

Intervistata nel 2107 da Broadway World, Jane Kaczmarek, ha parlato della propria carriera televisiva e teatrale e di come essa abbia influenzato il suo essere madre di tre figli:

Adoro essere una madre. Adoro essere qui quando i ragazzi tornano a casa dopo la scuola. Adoro essere qui la mattina quando si svegliano. Il tempo di girare prodotti televisivi è così tanto e di solito è fuori città. (…) Ho detto addio ai miei giorni di sitcom. Se ci fosse qualcosa di interessante in televisione che arriva in pochi episodi, lo farei. Ma non rifarei mai più un’intera serie tv“. 

Un “addio” dal piccolo schermo che un po’ ci ha lasciato delusi, ma che è stato deciso esclusivamente dall’attrice, che comunque non è mai rimasta con le mani in mano. Dal teatro alla maternità, dall’impegno civile al volontariato, Jane Kaczmarek continua a prodigarsi per gli altri con grande serietà. A lei e all’ex marito Bradley Whitford, famoso attore di The West Wing, si deve infatti la fondazione dell’associazione benefica Clothes Off Our Back Foundation che ha raccolto fondi per enti di beneficenza per bambini sfortunati come Feeding America, Hope North e The Art of Elysium grazie alla messa all’asta dell’abbigliamento da red carpet delle star hollywoodiano.

Insomma, in qualunque settore, in qualunque occupazione, Jane Kaczmarek si è da sempre confermata una forza della natura e anche se avremmo voluto tanto vederla trionfare ancora in televisione come ai tempi di Malcolm in The Middle, ci accontentiamo di sapere che sta comunque conducendo una vita appagante e soddisfacente.

Jane Kaczmarek: #VenerdìVintage – Che fine hanno fatto gli attori di Malcolm in the Middle?