Vai al contenuto
Home » Il Collegio » Il Collegio 7 – Le Pagelle del 7° episodio: Le Benedettine

Il Collegio 7 – Le Pagelle del 7° episodio: Le Benedettine

Agli sgoccioli di questa edizione possiamo dire che, ancora una volta, la Angius non è stata espulsa da Il Collegio, e questo è un po’ il riassunto della puntata di martedì. La settimana scorsa tutti in coro stavamo esultando per il cliffhanger del preside che privava Elisa della sua giacca da collegiale. Ma, come ormai sappiamo, l’esito non è stato quello sperato e siamo ancora qui a sentire le urla di Elisa.

Tra le mura del Convitto Nazionale Regina Margherita di Anagni si sentono le urla corali dei fantasmi del Collegio passato, presente e futuro. Isomma, tutti i poveri discenti che sono stati espulsi per molto meno. D’altronde, la prossima volta vi conviene trovarvi subito un fidanzato, che ormai più che Collegio ci sembra di vedere Uomini e Donne minorenni Edition.

Bando alle ciance, passiamo subito ai voti dei partecipanti a Il Collegio che si sono maggiormente distinti

Zelda Nobili, la Benedettina de Il Collegio

il collegio
Zelda Nobili, Il Collegio (640×427)

Voto 10

Zelda Nobili è la più bullizzata di questa edizione de Il Collegio, ma quando viene chiamata in causa per esprimere il suo giudizio su Elisa Angius decide bene di esprimersi a suo favore, nonostante quest’ultima non abbia mai perso occasione per infamare la povera nerd de Il Collegio.

Per rimanere in tema religioso, porgi l’altra guancia. Così, la signorina Nobili come ricompensa per la sua buona condotta ha anche il piacere di imparare le meravigliose regole che governano la vita dei monaci benedettini.

Priscilla Savoldelli, Miglietta 2.0 de Il Collegio 7

il collegio
Il Collegio, Rai Due (640×360)

Voto 9

Il docu reality di Rai Due quest’anno ci aveva già regalato la versione fake di Ethan dei Måneskin: il buon Miglietta. Il batterista delle meraviglie non è riuscito a sostenere i ritmi della vita collegiale del 1958 ed è ben presto tornato nel presente sotto l’ala accogliente dei genitori.

Ma niente paura, Rai Due ha la sua batterista nella manica: Priscilla Savoldelli. La collegiale dai mille talenti che trionfa in classe, nella corsa campestre e nelle arti musicali, regalando addirittura un concerto di tutto rispetto ai suoi colleghi collegiali. L’unica cosa in cui sembra fallire, è quella di superare l’insuperabile Zelda.

Gabriel Rennis ed Elisa Angius, gli inseparabili de Il Collegio 7

Il Collegio, Rai Due (640×360)

Voto 3

Come poteva il buon Rennis non impegnarsi anima e corpo nella causa per la salvezza della sua dolce metà Elisa Angius?! Ormai il docu reality di Rai due mira a diventare una versione moderna de I Promessi Sposi (quello che ha studiato la Sorbello), o un esperimento darwiniano di come dall’evoluzione si sia passati all’involuzione. Fatto sta che le puntate sono diventate una sorta di romanzo settimanale su Rennis e Angius.

Per sentirmi un po’ Giovanni Muciaccia, questa volta vi regalo il tutorial perfetto per creare anche da casa una puntata de Il Collegio.

  1. Prendete un gruppo di pischelli con marcati accenti regionali e numerosi Tik Tok al carico.
  2. Chiudete i suddetti in un Convitto e dategli dell’olio di fegato di merluzzo per colazione.
  3. Prendete una sarda che urla e un coatto che si lega la cravatta in testa e fateli innamorare.
  4. A momenti alterni la sarda e il coatto mancano di rispetto a qualcuno e infrangono tutte le regole. Non cacciateli mai, al massimo punite tutti gli altri.
  5. Qualcuno piange, la Abruscia urla.
  6. Prendete della colla vinilica e datela a Rosica, saprà come utilizzarla.
  7. Bullismo a caso ai danni della Nobili (ah sì, è sempre la sarda).
  8. Cliffhanger di fine puntata
  9. Ripeti dall’inizio.

Samuel Rosica, il carpentiere de Il Collegio 7

Il Collegio, Rai Due (640×360)

Voto 6

È chiaro che la linea comica di questa edizione de Il Collegio sia Samuel Rosica, il ragazzo con le gambe che vanno da Anagni a Bitonto specializzato nella fabbricazione di magici intrugli fatti di gesso e cose che non volete sapere.

Magari il salto in alto non è la sua specialità, ma se estendessero le Collegiadi anche alla ginnastica artistica penso che il buon Rosica, con i suoi salti raccolti e carpiati, sia in grado di dire la sua.

D’altronde dopo il nostro Signore degli Anelli (Jury Chechi, non quello di Amazon Prime Video) sarebbe bello avere il Signore dei Panzerotti.

Davide Cagnes, il Tamberi de Il Collegio 7

Il Collegio, Rai Due (640×360)

Voto 7

Cave Cagnes, soprattutto quando si tratta di saltare in alto (a differenza di Rosica, che sa saltare solo la scuola). Il grillo (non parlante) del docu reality di Rai Due ha dato del filo da torcere ai suoi colleghi collegiali, ancora di più quando si è trattato di cimentarsi nella disciplina di Gianmarco Tamberi.

Anche se, con i tempi che corrono, meglio non parlare di grilli, soprattutto davanti la signor Rennis, il quale sembra avere un rapporto complesso con l’insetto in questione, a maggior ragione se si trova su una finestra.

Ariadny Sorbello, la Mirtilla Malcontenta de il Collegio 7

Il Collegio, Rai Due
Il Collegio, Rai Due (640×427)

Voto 4

Se in Harry Potter ci deliziano con il Ballo del Ceppo, i collegiali si cimentano nel Ballo dei due tronchi. Peccato che l’unica cosa che Harry Potter abbia in comune con il Collegio sia la presenza di un fantasma infelice.

Sto Parlando di Sorbello Malcontenta, che si diverte a non studiare quando si tratta della Angius, ma che scoppia clamorosamente in lacrime quando si tratta di se stessa.

D’altronde, quale altro contributo ha dato la donzella gotica al docu reality se non quello di piangere e avere l’ansia in ogni benedettina puntata?!

Alessia Abruscia, il megafono de Il Collegio 7

il collegio
Il Collegio Rai Due (640×352)

Voto 7

Qualsiasi cosa accada all’interno del Convitto Nazionale Regina Margherita di Anagni, c’è una sola cosa certa: Alessia Abruscia che si aggira per i corridoi urlando qualcosa e minacciando qualcuno.

Tutto molto in linea con qualsiasi regola Benedettina.

Ti amiamo anche per questo Ale, senza di te il Collegio sarebbe come la Brixel senza boccoli (comunque bellissima).