in ,

La recensione delle puntate 5 e 6 de I Medici in dialetto fiorentino

I Medici

Dopo i du’ bellissimi episodi precedenti, anche questa settimana so’ torna’i i nostri amati Medici. Gl’è passa’o un anno e a Firenze le hose si so’ sistema’e pe i’ meglio. Lorenzo e la Clarice so’ diventa’i genitori e l’amicizia co’ Francesco Pazzi gl’ha porta’o la pace. Lorenzo e gli stringe una forte alleanza co’ Venezia e Milano. Ma i’ Papa hostringe Sforza a dargli Imola che però gl’era già sta’a promessa a Lorenzo. Ma ogni male l’ha i’ su rimedio: Lorenzo vole mette’ Giuliano a governa’ Imola pe’ mantenella sotto i’ controllo de I Medici.

Giuliano però unn’è tanto d’accordo. Un vole lascia’ Firenze perché innamora’o hotto della Simonetta Vespucci.  E capisce più di un’acca, anche se ‘un sembra. Infatti, ribadisce a Lorenzo di da’ Imola a i’ su’ novo fratello. Che se l’è piglia’a un po’ a male i pohero Giuliano? Insomma, i’ sangue ‘un è acqua!

I Medici

Purtroppo le erbacce le um-moian mai: mi riferisco a Jacopo Pazzi che mi fa’ sempre di più effetto all’intestino. I’ perfido zio mette’ i pulcini in testa a Francesco, hominciando proprio da i’ primo incontro co’ la moglie. Si sa, Jacopo gl’ha un pallino fisso: vendiharsi de I Medici. Fa i’ suo e poho importa se distrugge i’ matrimonio di’ nipote e la su’ possibilità di una vita felice. Però Francesco gl’è hosì bischero da fassi infinocchiare, honsiderando quello che ave’a detto alla moglie poho prima.

“Mio Zio fiuta le debolezze altrui, i loro desideri. Poi usa tutto per dividere, per manipolare e distruggere”

Un’ gli passa neanche per l’antihamera di-ccervello che i su’ zio possa avello inganna’o? Purtroppo un c’è peggio sordo di ‘hi un vole intende. A Firenze c’è un detto perfetto pe’ Jacopo e Francesco: tutte le mattine si alzano un furbo e un bischero… se s’incontrano fanno affari. E l’odio pe’ Jacopo aumenta… gli stiacciassero i’ capo a qui serpente a sognagli!

I Medici

Hosì Lorenzo e perde’ Sforza, Francesco Pazzi e i’ conto papale. E siccome a i’ peggio e un c’è mai fine, i Pazzi fomentano una ri’orta a Città di Castello. Giuliano, sempre in brodo di giuggiole pe’ Simonetta ma distrutto da i’ su’ rifiuto, va’ a fermalla. I’ Papa, che gl’è peggio di’ prezzemolo, decide di movere guerra in quella città, mentre qui’ figliol di’ bona donna di Jacopo Pazzi si handida home gonfaloniere di Firenze. Inizia una sfida tra I Medici e I Pazzi pe’ garantissi l’appoggio cittadino indo’ un’ mancheranno delle vittime. Tra queste c’è qui’ furbo di Luca Soderini che gl’è anda’o a di’ proprio a Jacopo che un’avrebbe vota’o pe’ lui.

Pe’ fortuna i Medici sanno sempre indo’ anda’ a sbatte’ i’ capo. E so’ furbi home una gorpe, soprattutto Lorenzo e la Clarice, tanto he danno le paste ai Pazzi. Vincono in Signoria, Lorenzo rompe l’assedio a Città di Castello e stringe una nova alleanza co’ Milano e Venezia. I Pazzi un’cavano i’ ragno da i’ buho, facendo veramente ridere i polli. Jacopo crede’a d’esseì i più bello di’ paniere ma gl’ha tro’ato un avversario impossibile da battere. E noi godiamo home i rospi!

Uno Jacopo dimorto arrabbia’o, che ce l’ha a morte co’ I Medici, fa ammazza’ Sforza e pianifiha quello che tutti temono…Penso proprio che questa volta un’finirà tutto a tarallucci e vino!

I Medici

Gl’è l’ora quindi di tira’ le somme. Sta’orta la storia si honcetra su i’ riuscì a tro’are un equilibrio politico ni complihatissimo contesto degli sta’i italiani. I Medici e spiegano dimorto bene lo scenario geopolitico indo’ i protagonisti dell’epoha si movono. E viene mostra’o la figura di’ Papa – interpreta’o da un bra’issimo Raul Bova – home capo di stato e vero ago della bilancia nelle vicende italiane. Un frigge miha coll’acqua lui!

Non vengono tralascia’i gli aspetti più noti di’ Rinascimento, dandoci una bona dose d’arte e di romanticismo. Pe’ prima hosa è doveroso cita’ i meraviglioso e finito quadro di Botticelli “Venere e Marte”. Poi e si passa agli amanti sfortuna’i. La storia d’amore tra la Simonetta e Giuliano hontinua finché lei ‘unno respinge sia pe’ i su’ bene, sia perché l’è mala’a. Anche grazie a qui’ poho di bono di Francesco, un Marco Vespucci becco e bastonaho scopre i’ tradimento della moglie e, siccome lei ‘un nega di ama’ Giuliano, la rinchiude in una stanza.

La salute della Simonetta peggiora velocemente e la more tra le braccia di Giuliano, dopo essessi giura’i amore eterno.

I Medici

Una morte che permette i’ riavvicinamento dei du’ fratelli. Lorenzo honsola Giuliano dopo la perdita della Simonetta, ricordando a sé stesso e a noi che i’ legame tra i’ di fratelli è indissolubile. Però Lorenzo – bene interpretato da qui bel pezzo d’uomo di Daniel Sharman – gl’è troppo bon samaritano e paladino della legge. Unn’era pe’ i’ potere a i’ popolo nella realtà. Pur unn’essendo mai sta’o un tiranno, fu lui che trasformò Firenze da repubblica homunale oligarchica a Signoria governa’a da un solo omo. Gl’è sta’o un grande statista e un grande politiho; speriamo che nella prossima stagione ci faccino vedere i su’ aspetto più honosciuto: quello di mecenate.

Tornando alla serie, du’ paroline vanno spese pe’ Clarice. S’è comporta’a in maniera davvero matura e, sihura di’ rapporto co’ i su’ marito, l’ha da’o alla Lucrezia Donati la pro’a dell’amore di Lorenzo pe’ lei: i’ quaderno di poesie che Lorenzo le ha dedihato. La Lucrezia ave’a creduto che Lorenzo l’ave’a presa pe’ i fondelli ma unn’è hosì. E allora convince i’ su marito a vota’ pe’ i’ candida’o de I Medici. Come dice allo stesso Lorenzo, l’ha fatto pe’ la Clarice e non per lui.

La Clarice l’è davvero la degna erede di Contessina!

I Medici

E hosì semo arriva’i alla fine di questa recensione, che putroppo l’è la penultima. E pote’ano anche falla dura’ di più questa stagione de I Medici. Un so’ voi ma a me la mi garba parecchio! E mi sta già salendo l’ansia e la tristezza pe’ quello che succederà la prossima punta’a. Ovviamente ‘un vedo l’ora di guardalla e di recensilla! ‘Un risparmierò nessuno e… alla prossima!

Leggi anche – I Medici 2×03 e 2×04: la recensione in italiano

Written by Chiara Manetti

Amo scrivere; è la mia passione più grande. Datemi due personaggi e vi monto una storia in un baleno. Mi considero da sempre una scrittrice, anche se non ho mai pubblicato niente.
Amo le serie TV. Le ho scoperte quasi per caso ma, da quando l'ho fatto, non le ho più abbandonate. Ne divoro non so quante a settimana, al mese, all'anno.
Quindi che fare con due passioni come queste? La risposta è semplice: le ho unite. Ho fatto bene? Ovviamente. Il risultato? Beh, quello me lo dovete dire voi.

Disney

La piattaforma streaming della Disney ha ufficialmente un nome!

stranger things

Le 5 cose peggiori che ha dovuto subire Millie Bobby Brown da quando è protagonista di Stranger Things