in ,

Le canzoni che hanno reso grandi le Serie Tv

3) Twin Peaks – Julee Cruise, The World Spins

How I Met Your Mother

Julee Cruise è sul palco. Il fondale rosso cupo inquadra la scena. Tutti sono riuniti alla Roadhouse. L’aria si gonfia di note. “Il sole va su e giù ogni giorno / Luce e ombra cambiano i muri / La cometa di Halley è venuta e se n’è andata / Le cose che tocco sono fatte di pietra / mentre cado in questa notte da sola”. Il mondo gira, canta la Cruise. E sembra avvisarci che tutto ha una doppia faccia. Ma la tragedia è ormai compiuta. È troppo tardi. “Mi dispiace tanto”. Tutti nel locale sono presi da una tristezza apparentemente immotivata. È l’inconscio collettivo che opera in ognuno.

Qualcosa di terribile è accaduto anche se nessuno ne è consapevole coscientemente. Il dramma investe tutti i protagonisti e li sconvolge. Con loro anche noi, colti dalla più disturbante impotenza. Bob ha mietuto un’altra vittima. La meravigliosa voce della cantante si staglia ancora: “Non andartene / Torna qui/ Torna e rimani / Sempre e per sempre”. Sentiamo di essere dilaniati da un senso di abbandono insensato. Qualcosa ci ha lasciato per sempre. Ancora una volta Twin Peaks ci ha messi a nudo nell’intimità della nostra coscienza. Ci ha lasciati pietrificati. E come l’agente Dale Cooper indugiamo fissi in una triste contemplazione, nel tentativo di cogliere il senso di ogni cosa.

Written by Emanuele Di Eugenio

Esteta contemplativo (un modo elegante per dire nullafacente), vive immerso tra libri impolverati e consunti osservando il mondo da una finestra. Che sia quella dello schermo di una tv, di un pc o le pagine di un romanzo russo poco importa.

13 reasons why

Le 11 storie d’amore mancate più emozionanti delle Serie Tv

Game of Thrones – Di che morte morirà Tyrion?