in

Gomorra 5: quando arriva, tutto quello che c’è da sapere

Introduzione

Gli eventi complessi e drammatici di questi ultimi mesi hanno avuto, ovviamente, ripercussioni anche nel mondo delle serie tv. L’emergenza Coronavirus quindi ha pesantemente influenzato anche la produzione di Gomorra 5 da parte di Sky Atlantic. La buona notizia per i numerosi fan della serie però è arrivata direttamente da oltre oceano dove Riccardo Tozzi, presidente di Cattleya, in un’intervista a Deadline ha annunciato che a breve riprenderanno le riprese della quinta stagione. Ha anche aggiunto che questa, al momento sarà l’ultima della fortunata fiction italiana. Lasciando comunque aperto un piccolo spiraglio per cambiare idea.

“Al momento, sentiamo che questa potrebbe essere la stagione finale. Non si sa mai. Ma per ora la stiamo pensando come quella conclusiva.”

Gomorra 5

Gomorra 5, compatibilmente con le misure di sicurezza da applicare anche sul set, inizierà le riprese tra luglio e settembre di quest’anno. Ma come ha fatto notare il presidente di Cattleya, non può ancora esserci una certezza sulla data, vista la complessità di garantire, prima di tutti, la salute e la sicurezza di di tutta la produzione:

“Ci stiamo muovendo verso la preparazione con l’idea di girare alla fine di giugno o all’inizio di luglio. È tecnicamente impossibile iniziare la produzione ora. Gli attori devono essere testati almeno una volta alla settimana e tali test non sono disponibili in quantità così elevate. Il secondo problema principale è che non esiste un’assicurazione. Le nuove produzioni indipendenti italiane non possono essere avviate, sebbene ciò potrebbe essere leggermente diverso in un progetto in studio più ampio. Nei prossimi due mesi prevediamo che i test diventeranno più facilmente disponibili. Il governo ha anche proposto un miglioramento del credito d’imposta che potrebbe contribuire a compensare la sfida assicurativa.”

In ogni caso le vicende che ruoteranno attorno a Gomorra 5 sono comunque tante e interessanti.

A che punto siamo

La prima stagione, andata in onda nel 2014, è ambientata a Napoli e segue le vicende del clan di Savastano, retto con pugno di ferro da don Pietro. Dopo una serie di violenti e sanguinari scontri Pietro viene arrestato e condotto in carcere. Le sorti del clan passano nelle mani di sua moglie, in attesa che il figlio Genny sia abbastanza grande da poter prendere il suo posto. Quando Genny rientra a Napoli, dopo un lungo viaggio, è finalmente pronto a raccogliere l’eredità di don Pietro per il comando del clan, ma non tutti vedono di buon occhio questa situazione.

La seconda stagione uscita nel 2016 è ambientata un anno dopo i fatti narrati nella prima stagione di Gomorra e le cose sono completamente cambiate. Don Pietro è evaso dal carcere ed è fuggito come latitante in Germania. Nel frattempo suo figlio non regge più il clan. In questa situazione di potere vacante sono in molti a mirare all’ambito ruolo lasciato dai Savastano. Don Pietro però non ha alcuna intenzione di lasciare ad altri il ruolo che da molto tempo appartiene alla sua famiglia.

La terza stagione (2017) comincia esattamente da dove si era conclusa la precedente stagione di Gomorra: con le immagini del cadavere di Don Pietro. A portare la notizia della sua morte al resto della famiglia è Malammore, che afferma di voler vendicare l’amico. Durante un’imboscata ideata da Genny però, Malammore viene ucciso da Ciro che a sua volta sta vendicando la morte della figlia. Dopo questi avvenimenti l’Immortale si trasferisce in Bulgaria mentre Genny si muove alla volta di Roma. Qui viene coinvolto negli affari della famiglia di sua moglie. I due infine decidono di tornare a Napoli e cominciano la loro alleanza con Sangueblu.

Nella quarta stagione, andata in onda nella primavera del 2019, la serie parte dal giorno successivo la festa in barca in cui l’Immortale ha perso la vita. Anche se Genny è sopravvissuto sente il peso dell’assenza dell’amico ed è determinato a voler onorare il suo sacrificio e costruire per suo figlio un mondo diverso rispetto a quello che suo padre ha lasciato a lui. Napoli rischia ancora una volta una guerra tra famiglie e l’unico modo per impedirlo è aggiungere alle difficili equazioni che regolano i giochi di potere sul territorio un nuovo e molto potente giocatore.

Il cast di Gomorra 5

Gomorra 5

Non abbiamo ancora notizie riguardanti il cast completo della quinta stagione della fiction Sky. In ogni caso alcune certezze su chi vedremo e non comparire in Gomorra 5 già ci sono. Nel cast quindi ritroveremo sicuramente Salvatore Esposito nei panni di Gennaro “Genny” Savastano. Al suo fianco, dopo i fatti narrati nel film L’Immortale (uscito al cinema nei mesi scorsi), torna anche Marco D’Amore. Altro personaggio che sicuramente apparirà nella stagione 5 di Gomorra è ‘o Maestrale, introdotto verso la fine della scorsa, di cui però ancora non conosciamo il volto. Quello che è già sicuro invece è che non rivedremo Patrizia (Cristiana Dell’Anna) uccisa nel proprio nel finale della scorsa stagione.

Tra gli altri poi dovremmo ritrovare anche molti altri personaggi, seppur non è ancora stata data una conferma ufficiale: Arturo Muselli nei panni di Enzo “Sangueblù” Villa, Andrea Di Maria come Elia “o’ Diplomato” Capaccio e Gianni Spezzano nel ruolo di Fernando. A questi su aggiungono: Ivana Lotito (Azzurra Avitabile Savastano), Gennaro Maresca (Walter Ruggieri), Daniela Ioia (Tiziana Palumbo), Roberto Oliveri (Ronni), Alessandro Palladino (o’ Bellebuono), Mariano Coletti (o’ Cantonese), Francesco Da Vinci (MMA) e Ivan Boragine (Michele Casillo).

Non solo come attore Marco D’Amore che tornerà a occuparsi anche della regia. A lui saranno infatti affidati i primi cinque episodi della fiction. Anche Claudio Cupellini sarà dietro la macchina da presa per Gomorra 5.

Marco D’Amore

Gomorra 5

Sicuramente una delle novità più attese da tutti i fan di Gomorra 5 è indubbiamente legata al ritorno dell’attore. Come detto oltre al suo ruolo di regista infatti lo vedremo di nuovo nei panni di quello che è uno dei personaggi migliori dell’intera fiction. Come abbiamo avuto modo di vedere nello spin-off cinematografico della serie, L’Immortale, interamente dedicato al suo personaggio, abbiamo appreso che non è morto. Sembra infatti chiaro che il film uscito al cinema sia stato scritto e pensato come un vero e proprio punto di unione tra la quarta e la quinta stagione di Gomorra.

Proprio sul suo lavoro in vista di Gomorra 5 Marco D’Amore ha speso parole importanti su quanto si sta preparando:

“È la più rischiosa: le prime quattro sono state un crescendo, con un racconto che sembrerebbe esaurito. Si deve lavorare il doppio per fornire una storia avvincente, dei personaggi in grado di restare. Vorrei che fosse indimenticabile perché la migliore di tutte. Sarà sorprendente, affascinante. Come dice uno dei personaggi, ‘nun sapit che v’aspett’.”

Salvatore Esposito

Anche Salvatore Esposito freme dal desiderio di rivestire i panni dal suo “Genny” e dopo gli sfoghi social nel periodo del lockdown ha entusiasmato il suo pubblico con un post in cuoi annuncia nel suo stile il prossimo ritorno di Gomorra 5.

Gli episodi di Gomorra 5

Seguendo il format delle quattro precedenti stagioni, anche Gomorra 5 dovrebbe essere strutturato su 12 episodi, ciascuno dei quali avrà una durata di quasi un’ora. Come per le scorse annate della fiction sarà possibile seguire la fiction tramite i canali Sky. La serie tv sarà ovviamente disponibile sia in diretta che in differita, mentre per i non abbonati ci sarà comunque la possibilità di seguirla tramite la piattaforma a pagamento Now Tv.

Gomorra 5

Come detto le riprese riprenderanno, compatibilmente con l’attuale situazione questa estate. Diviene quindi verosimile pensare che potrà uscire la prossima primavera 2021. Sempre il produttore Riccardo Tozzi ha manifestato tutta la sua fiducia sulle ultime 12 puntate della serie ispirata al romanzo di Roberto Saviano:

“Credo che sarà grandiosa. Abbiamo cercato di fare qualcosa di diverso ogni volta: abbiamo trovato una prospettiva unica per la quinta stagione. È crepuscolare, oscura ed emozionante.”

Come ormai da tradizione anche uno degli episodi della quinta stagione dovrebbe essere girato e ambientato all’estero.

Cosa succederà in Gomorra 5?

La riservatezza sulla trama è totale. E non poteva essere altrimenti. Quello che sicuramente è necessario sapere, come vi abbiamo detto poco fa, è che per poter comprendere a pieno gli eventi di Gomorra 5 è necessario vedere il film L’Immortale, che funge da ponte tra la scorsa e la nuova stagione della fiction.

Gomorra 5

La sceneggiatura comunque è ormai pronta, si stanno limando solo i dettagli. Lo stesso Marco D’Amore, che figura anche tra gli sceneggiatori è dichiarato durante i giorni del lockdown:

“L’architettura è pronta, lavoriamo ai singoli episodi. La segregazione ci permette di scrivere con più tempo, in genere mentre si girano le prime puntate si scrivono le ultime, stavolta saremo pronti.”

Come dicevamo all’inizio questa quinta stagione di Gomorra dovrebbe essere la conclusiva. Il produttore della serie però non chiude definitivamente le porte a questo progetto nostrano che sta riscontrando anche un notevole successo e gradimento anche all’estero:

“Al momento sentiamo che questa sarà l’ultima stagione. Non si sa mai, ma al momento la consideriamo la stagione finale”

Vi terremo ovviamente aggiornati con le anticipazioni che arriveranno nei prossimi mesi, sperando al più presto di poter vedere almeno il trailer e conoscere la data d’uscita di questa attesissima stagione finale di Gomorra.

Written by Enrico Maccani

Scrivere di ciò che si ama.. con chi condivide la stessa passione, questa è una strada per la felicità.
"Sembra quasi un paradosso ma spesso si fa fatica a trovare un romanzo moderno o un film che sia più interessante di un buon telefilm. C'è in giro, ad esempio, un'opera che rappresenti un viaggio metafisico fra i segreti del Male più avvincente di Twin Peaks?"

How to Get Away with Murder

Cicely Tyson, la madre di Annalise, parla della sua esperienza in How to Get Away with Murder

The Witcher – Cavill non ha usato controfigure anche grazie a Tom Cruise