Vai al contenuto
Home » Game Of Thrones » Abbiamo un problema con Tyrion

Abbiamo un problema con Tyrion

Game of Thrones

Il momento della verità si avvicina. Il tanto paventato inverno è infine arrivato, stavolta per davvero. Domenica notte, nel prossimo episodio di Game of Thrones 8, l’esercito dei morti si abbatterà su Grande Inverno. In previsione della catastrofe imminente si è presa ogni misura possibile. Gli schieramenti sono pronti a darsi battaglia, l’esca per il Night King è in posizione. Chi non combatterà è già al riparo, giù, nelle cripte.

Ed è qui che sorge un grosso problema. Le cripte sono state presentate come il luogo sicuro in cui trovare rifugio. Lì si sono nascosti non solo gli abitanti di Grande Inverno non abili al combattimento, ma anche quei pochi che andavano protetti per importanza strategica. Tra questi personaggi, a destare particolare preoccupazione, c’è Tyrion Lannister.

È possibile che durante il prossimo episodio di Game of Thrones 8 Tyrion muoia?

game of thrones 8

Durante la scorsa puntata la decisione di utilizzare le cripte di Grande Inverno come rifugio è stata rimarcata più volte. Abbastanza perché al solo sentirle nominare e immaginare i loro oscuri cunicoli si creasse infine un’aura di minaccia. Tanta attenzione desta inevitabilmente sospetti, e già solo questo è un valido motivo per temere il peggio. Non il solo però. Il timore più grande è che tutti coloro che vi si sono rifugiati si possano passare dall’essere al sicuro all’essere topi in trappola.

Un pensiero passato per la testa di molti, forse non molto probabile ma neanche impossibile, è che il pericolo possa venire proprio dal loro interno. La vicinanza degli Estranei potrebbe far “risorgere” i morti di Grande Inverno, cogliendo di sorpresa chi si nasconde e attende? Sarebbe sicuramente d’impatto, ma non sappiamo se il potere del Night King possa arrivare a tanto. Molto meno difficile sarebbe che un nutrito gruppo di non morti riuscisse a superare l’esercito in difesa del castello e a intrufolarsi nelle cripte. In entrambi i casi non ci sarebbe scampo, né per Tyrion né per nessun altro.

La possibilità, dunque, esiste. D’altronde, che le cripte possano nascondere qualche pericolo ci è già stato ripetutamente suggerito nei trailer che hanno anticipato Game of Thrones 8. E se ciò fosse vero, sarebbe un grosso problema. La morte di Tyrion, in questo particolare momento, sarebbe decisamente grave. Non solo perché è uno dei personaggi più amati della serie, e la sua dipartita potrebbe causare una rivolta.

game of thrones 8

Tyrion riveste, in questo momento, un ruolo importante. Nonostante abbia recentemente contrariato la sua regina con degli errori di valutazione, rimane comunque la mente più brillante dei Sette Regni. Se venisse a mancare per Daenerys sarebbe una grave perdita, in quanto perderebbe in un sol colpo il suo Primo Cavaliere e un abile stratega.

Infine, la morte di Tyrion rappresenterebbe un problema ancor più grande nell’ottica della sua stessa evoluzione.

Se Tyrion morisse nel prossimo episodio, la sua storia rimarrebbe priva di una degna chiusura. Fin dall’inizio della serie ha rivestito un’enorme importanza ed è cresciuto costantemente. Più la storia proseguiva, più preponderante si faceva la sua presenza e soprattutto maggior peso aveva nei giochi di potere.

Il momento culminante della sua storia è stato sicuramente il processo che ha subito per la morte di Joffrey, avvenuto nella quarta stagione. Dalla quinta in poi la figura di Tyrion ha iniziato a passare lentamente in secondo piano. Abbiamo assistito alla sua fuga da Westeros, certamente rocambolesca e piena di imprevisti. Poi all’incontro con Daenerys e infine al suo ruolo come Primo Cavaliere e consigliere.

game of thrones 8

Morendo adesso, non solo non avrebbe modo di riscattarsi dai propri recenti errori, ma verrebbe privato del finale che, visti i suoi trascorsi, gli spetterebbe di diritto. Tyrion è un personaggio profondo, complesso, e ha ancora grandi potenzialità e molto da dare.

La sua storia è ben lontana dall’essere conclusa. Morire in una cripta, spalle al muro, non sarebbe degno di lui.

Con questo non diciamo che ci aspettiamo un lieto fine per lui. Pretendere da Game of Thrones 8 una cosa del genere da parte nostra sarebbe ingenuo. Ci aspettiamo però come minimo che Tyrion riesca ad assumere nuovamente importanza, a uscire dall’ombra nella quale sembra essersi nascosto ultimamente per tornare in primo piano nel pieno del suo potenziale.

Leggi anche: Game of Thrones 8 – La sigla cambia ad ogni episodio, ed è sempre più criptica