Vai al contenuto
Home » Friends » La relazione clandestina tra Joey Tribbiani e Phoebe Buffay nelle dieci stagioni di Friends

La relazione clandestina tra Joey Tribbiani e Phoebe Buffay nelle dieci stagioni di Friends

Lo sapete voi, lo sappiamo noi: in Friends Joey e Phoebe avrebbero potuto essere la coppia perfetta e i momenti in Friends cui si comportano da coppia sono ben più di uno. Abbiamo quindi voluto fare un gioco particolare e vedere se, utilizzando le scene iconiche di Friends che conosciamo sarebbe possibile ricostruire una possibile storia clandestina tra i due. Sappiamo che gli autori di Friends non hanno voluto rendere le cose “troppo facili ai sei protagonisti”, eppure scrivere la storia tra Joey e Phoebe è così naturale che sembra quasi destino. Quindi ci chiediamo: e se Joey e Phoebe di Friends avessero avuto una relazione? A voi la storia riveduta e corretta di Friends:

“Pheebs?”

FRIENDS Vivere intensamente (1×17/1×18)

Joey osserva quella che fino a due secondi prima era stata la sua ragazza, venuta fino al Central Perk per lasciarlo. Quella che lui aveva sempre trovato attraente, ma per qualche ragione aveva trovato bellissima solo nel momento in cui lo stava lasciando. Che aveva trovato bellissima perché c’era qualcosa di diverso nello suo sguardo. Quel qualcosa era… Phoebe. Come sempre l’espressione di Joey parla di più mille parole e se ne va dal Central Perk con la mente ancora confusa.

I giorni successivi Joey continuava a pensare a quel momento, ma soprattutto si rendeva conto che Phoebe stava facendo di tutto per evitarlo. Dopo l’ennesima uscita in cui gli era venuto il torcicollo a furia di incrociare il suo sguardo, Joey aveva deciso di agire. Quella sera erano tutti nell’appartamento per la loro tradizionale serata con le repliche di The Price is Right. Approfittando del momento in cui Phoebe si era alzata per andare a prendere i dolci che Monica aveva infilato a forza nel loro frigo, Joey l’aveva seguita nellappartamento che divideva con Chandler.

“Devo andare! Devo dare da mangiare a Rooster!”

“Pheebs…”

“Anche perché se no comincia a mangiarsi la tenda ed è già successo! Siamo dovuti andare dal veterinaio che chissà perché non ha voluto armi entrare così-”

“Pheebs, Rooster è un canarino…”

“Lo so! Beh anche i canarini mangiano”.

“… di peluche. Andiamo, voglio solo parlare!”

“Va bene”, Phoebe si siede di botto al bancone. “Però se Rooster si mangia di nuovo le tende, ce lo porti tu dal veterinaio aha”.

Joey si siede accanto a lei, i secondi passano ma non è che sia sicuro di cosa dirle. Quello che sa è che sono giorni che non smette di pensare a quel momento in cui “Ursula” lo ha lasciato e non capisce perché Phoebe abbia finto di essere lei. Cioè, lo capisce in parte, ma vuole sentirlo da lei.

“Pheebs, perché hai finto di essere Ursula?”

“Senti, io lo so che mia sorella ti piaceva eccetera, ma è praticamente una stregaccia malevola e aveva intenzione di non richiamarti. Così-“

Lei non voleva chiamare me? Wow… e perché mi ha detto che non volevi più per colpa di Phoebe? Cioè, tua?”

Phoebe lo guarda in silenzio per un attimo.

“Jo è come… ecco, allora. Pensa al tuo budino preferito. Ti piace molto il tuo budino, ogni tanto gli dai un assaggio… e anche se non hai voglia di mangiarlo, ecco, tutto comunque non vuoi che altre persone mangino il tuo budino. Soprattutto quella mangia-budini di tua sorella che ti ha già rubato…. un budino, in passato. Capito?”

Il silenzio cala tra loro, l’espressione di Joey rende chiaro la sua difficoltà a seguire tutto il discorso.

“Phoebe, dimmi la verità… cosa è successo al budino?”

“NO. Oh, Joey…”

Joey si alza a spalancare il frigo, ma a parte le mille cose stipate da Monica, il budino è integro sul ripiano. “Ehi, il budino è salvo! Volevo farmi venire un infarto?” dice, ma Phoebe sbuffa, si alza di scatto e lo bacia.

“Sei tu il mio budino, Joey”.

“Oh? Oh!”

Finalmente Joey sembra aver capito. Chiude il frigo e la bacia di rimando con passione. Da fuori la porta si sente la voce di Chandler chiedere: “Dove sono andati quei due a prendere la torta gelato, in Lapponia?”

Phoebe-Joey-Friends

JOEY: Oh, okay, una di voi ragazze venga qui e mi baci.
MONICA: Non esiste!
RACHEL: Come no.
JOEY: Oh andiamo, ho bisogno del vostro aiuto!
PHOEBE: Ok, lo faccio. L’ho già fatto in passato, posso farlo di nuovo.
JOEY: Eco, questa è un’amica!
PHOEBE: Ahah, andiamo. Oh, aspetto ho la gomma…. (si baciano appassionatamente). Molto bene, sicuro ma dolce. Lo raccomanderei ai miei amici.

FRIENDS Questione di baci (2×24)

“Lo raccomanderesti ai tuoi amici, eh?” Joey aveva continuato a prendere in giro Phoebe per tutto il tragitto da Central Perk a casa. Per “casa” Phoebe intendeva l’appartamento che Joey divideva con Chandler, anche se moto spesso stavano da lei perché era più facile non farsi scoprire. Fortunatamente gli altri credevano che Joey fosse sempre fuori con una delle sue varie ragazze… non che fosse diverso ora, solo che le varie ragazze erano tutte lei.

“Che dovevo dire, tu te ne esci all’improvviso con la bacio-mania, io ho provato solo a stare al gioco…”

“Ah-h certo. Intanto tutti che si divertono alle spalle del povero Joey, qui… vuoi entrare?”

“E Chandler?”

“L’ho mandato a fare la spesa con la cassa comune, quindi starà perdendo mille ore alla casa… sai, i centesimi”.

Phoebe sorride e i due si baciano sulla porta. Proprio in quell’istante Monica apre la porta di ingresso, trovandoseli sul pianerottolo.

“Oh. Joey. Anche tu qui, che coincidenza!” Prova adire Phoebe, col suo miglior tono sorpreso. Un silenzio a metà tra l’imbarazzato e perplesso scende tra loro.

“Volevo solo sapere se era tornato Chandler. Stiamo preparano il bentornato per Ross!”

Phoebe e Joey si lanciano un’occhiata “Ma certo!”, urlano quasi in coro. Poi seguono Monica al suo appartamento, senza realizzare di essere ancora mano nella mano.

joey e phoebe kiss in friends

Phoebe è disperata. Un giorno si era dimenticata di riferire un importante messaggio della sua agente a Joey, lui le aveva fatto i soliti occhi dolci da zuccotto caramellato e lei ci era cascata in pieno! Per farsi perdonare aveva finto di essere la sua agente e ora lo stress la stava uccidendo. Lei era un’anima pura fatta di luce, pace e amore non riusciva a dare brutte notizie a qualcuno, sicuramente non a Joey! Oh, perché aveva un talento così naturale? Alla fine aveva finito per essere il filtro di tutte le sue audizioni fallite e se non avesse smesso avrebbe dovuto passare gli ultimi quattro decenni della sua esistenza a ripulire la sua aura.

JOEY: Pheebs! Sei qui!
PHOEBE: No non è vero, scusa
JOEY: Ma Phoebe, aspetta! Aspetta! Phoebe. Phoebe!
PHOEBE: Oh, Joey! Oh, okay, scusami non ti avevo riconosciuto con quei… pantaloni.
JOEY: Senti, ti ricordi l’audizione per quel film? ai saputo niente? Credo di essere andato bene!
PHOEBE: SI! Hanno chiamato e non ce l’hai fatta. Okay, Mi spiace
JOEY: Va bene, sono cose che capitano
PHOEBE: Ma non dovrebbero capitare! Sai cosa, sei in un mondo terribile! Oh dio, non voglio essere la persona che ti fa fare quella faccia
JOEY: Ma io sto… sto bene. Vedi?

FRIENDS Paura d’amare (3×04)

Il sorriso di Joey è fintissimo ma è dolce che provi a risollevare il morale a lei, anche se è lui quello che ha fallito l’audizione. Phoebe lo bacia di slancio e naturalmente rimane con lui ancora per un po‘, a nascondergli i giudizi cattivi dopo le audizioni. Joey stesso decide di incontrarla al Central Perk per dirle che vuole tornare con Estelle.

“Senti, Phoebe, tu sei bravissima a farmi da agente… davvero. Però credo sia meglio per me, e per noi, che io torni da Estelle. E poi… preferisco averti come ragazza che come agente”.

“Oh e va bene, se lo dici tu!”

“Aspetta un attimo… hai finto tutti quei brutti messaggi per farti licenziare per caso?”

“Oh, mi hai beccata!”

Non è vero. Lei sa di essere una pessima agente, Joey sa che tutti quei giudizi sono veri ma non è pronto a sentirli. Dopotutto, l’amore non è anche mentire per fare stare bene l’altro?

“E… anche io ti preferisco come ragazzo che come attore”

“Ehi, aspetta un momento!” S’indigna Joey, ma Phoebe scoppia a ridere e i due si baciano velocemente, prima di rendersi conto di essere ancora al Central Perk. “Ops, che dici: casa tua?”

Phoebe-Pretends-to-be-Joeys-Agent-Friends

Phoebe non pensava l’avrebbe mai detto ad alta voce e con altri esseri umani davanti ma eccoli lì: aveva appena ammesso di amare Joey Tribbiani davanti a tutti i loro amici. Certo nessuno di loro l’avrebbe mai presa sul serio, soprattutto non adesso che era grossa come una mongolfiera, cambiava umore ogni tre microsecondi e spaventava tutto col suo fiuto da cane da tartufo. Invece Joey la guardava con un sorriso enigmatico sulla faccia. Phoebe amava e odiava quella cosa: era come un piccolo mondo condiviso solo tra loro, però alle volte avrebbe voluto solo poterlo stringere davanti a tutti. Quando poi faceva qualcosa di altamente altruistico e dolce nei suoi confronti, avrebbe solo voluto dichiarare: quest’uomo è perfetto ed è mio da almeno quattro anni!

Adesso per esempio aveva deciso di alleggerirla dal peso di mangiare carne a causa della gravidanza, facendo un fioretto per lei. Joey “non condivido il cibo e mangio qualsiasi animale mi passi davanti” ha promesso di non mangiare carne per tutto il tempo della sua gravidanza e lei si sente la persona più speciale del mondo. “Non durerà mai” sente dire a Chandler, ma non le importa veramente che mantenga la promessa. Le importa solo che la ami così tanto.

JOEY: Ti senti meglio adesso?
Phoebe: Sì ma a che costo? Ancora sei mesi, tre pasti al giorno. Mangerò, sai, almeno un milione di mucche!
Joey: E se ti dicessi che ho un piano per te?
Phoebe: Cosa?
Joey: Beh io mangio molta carne, giusto? Bene, supponiamo che non lo faccio più fino a quando il bambino no nasce. Nessun animale extra morirà, tu mangeresti solo la mia parte
Phoebe: Joey, non posso credere che faresti questo per me
Joey: Assolutamente! Posso essere vegetariano!. Non c’è carne nella birra, giusto?

FRIENDS Party a sorpresa (4×16)

Joey non poteva fare altrimenti: se vedeva Phoebe nervosa per un qualsiasi motivo, doveva trovare una soluzione per farla stare meglio. E non era nemmeno per lei, era perché a lui si scaldava il cuore quando lei sorrideva. Era quasi egoista in questo senso. Vederla così: incinta e in balia degli ormoni, quasi fragile, faceva scattare in lui un ulteriore senso di protezione che non credeva di avere. Ma non solo quello. Quando Phoebe era entrata nel bagno mentre si faceva la doccia, quel pomeriggio, aveva vergognosamente pensato che la amava e la desiderava anche e soprattutto così. La desiderava e la amava in ogni modo, anche se era pronta ad azzannargli la mano per rubargli il panino con la carne. Ma andava bene: Phoebe era l’unica persona al mondo a cui avrebbe permesso di rubargli il cibo.

Phebe amava Joey, davvero. Ma lo avrebbe ucciso presto se non avesse smesso di fare cose stupide e mettere in mezzo pure lei! Qualche giorno prima l’aveva accusata di essere egoista quando aveva esternato il suo odio per il suo lavoro in PBS, poi le aveva chiesto di imparare a suonare la chitarra e aveva osato prendere lezioni da qualcun altro alle sue spalle! Era talmente arrabbiata che avevano persino litigato veramente di fronte a Rachel, che ancora si chiedeva perché se la prendesse tanto. Ma era come la questione di Ursula cinque anni prima, non potevano capire cosa effettivamente ci fosse tra loro due e la cosa non poteva che peggiorare.

Il giorno che tutti avevano scoperto di Monica e Chandler, Phoebe e Joey avevano deciso di stare da lei con la scusa di lasciare Chandler e Monica un po’ da soli nell’appartamento che Joey ondivideva con Chandler. Finalmente liberi di parlare, avevano discusso di molte cose e in modo quasi troppo serio per essere loro. Phoebe aveva scoperto che Joey a volte riusciva a essere assurdamente geloso, come per esempio con tutta quella storia di portare Chandler a tradirsi sulla sua relazione con Monica. Phoebe lo stava guardando come se gli fosse spuntata una seconda testa.

“Sul serio? Tu che sei geloso di Chandler? Signor “sono abituato a slacciare le maglietta senza rompere i bottoni“?

“Cosa avrei dovuto fare, tu e Rachel ci stavate andando dentro col piano! Avrei dovuto dirle: no scusa Rach, mi da fastidio questa cosa? Noi non stiamo insieme, ricordi?

“Già…”

“Cosa?”

“Appunto! Noi non stiamo insieme da ben cinque anni Joey” sbotta Phoebe. Ma Joey sa dove sta andando a parare quel discorso, ormai non parlano d’altro. “Siamo riusciti a far mettere insieme persino Monica e Chandler! Monica e Chandler! Hanno avuto tutta una relazione clandestina e sono usciti allo scoperto. Non capisco perché noi non possiamo fare lo stesso”.

“Pheebs…”

“Lasciami stare”.

Quella sera Joey e Phoebe avevano deciso che forse se non erano pronti a uscire allo scoperto dopo quasi sei anni, non lo sarebbero mai stati. Nonostante la loro relazione era nata e morta in segreto, tutto il periodo successivo riuscirono a mantenere le apparenze con il resto del gruppo e – soprattutto – a salvare la loro relazione grazie a una sola regola: un appuntamento al mese, da soli, per riconnettersi. Dopo le prime settimane di disagio, gli appuntamenti erano andati piuttosto bene e in realtà l’alchimia era più forte che mai. Peccato però che poi era arrivato David, lo stupido nuovo fidanzato di Phoebe che anche se non c’era mai cominciava a conquistarsi pian piano spazio nella sua mente. Per evitare di ritrovarsi col cuore spezzato, Joey aveva deciso di cominciare a vivere anche lui.

Quel mese aveva deciso di saltare l’incontro con Phebe per uscire con un’altra ragazza che non fosse Phoebe; la primissima volta dopo sette anni. Ovviamente i ragazzi sapevano che era l’ennesima storiella senza senso, mentre Phoebe sapeva che era un appuntamento. Joey semplicemente aveva lasciato la ragazza al ristorante e se n’era andato da solo a farsi una birra. Quella sera però Phoebe era entrata come una furia nel suo appartamento e gli aveva fatto una sgridata davanti a tutti, qualcosa che andava oltre la semplice amicizia al punto che anche gli altri avrebbero potuto cominciare a sospettare.


PHOEBE: Oh, c’è Joseph Francis!
JOEY: Ehi perché stai usando il mio secondo nome, ti ho scritto un messaggio!
PHOEBE: E allora? Questo non ti da il diritto di scaricarmi!
JOEY: Si possono cancellare i piani con gli amici se c’è la possibilità di fare sesso
PHOEBE: Non accetto questa regola! Quando facciamo un piano, mi aspetto che ti presenti. Non posso essere solo qualcuno per perdere tempo in attesa che incontri qualcuno di meglio! Ragazzi e ragazze vanno e vengono, ma questo è per sempre!
JOEY: Wow, mi spiace. Non avevo idea ti avrebbe infastidito tanto.
PHOEBE: Beh invece sì.
JOEY: Ok, posso farmi perdonare? Che ne dici di una cena domani sera?

FRIENDS Torte a domicilio (7×11)

Joey era veramente confuso ma anche felice: chiaramente Phoebe era ancora abbastanza interessata a lui da arrabbiarsi se non si presentava al loro appuntamento mensile. Eppure, dopo aver fatto di tutto per farsi perdonare, Phoebe stessa aveva avuto il coraggio di non presentarsi per via di David, ritornato da Minsk per fare chissà cosa. Dopo un attimo di rabbia, Joey aveva capito che ormai lei apparteneva a qualcun altro. Forse era stato davvero un cretino a non dire tutto quando ne aveva avuto la possibilità.

Così col cuore spezzato, era andato a consolarla per un altro uomo.

Phoebe: Okay, non è il momento Joey. Potrai urlarmi addosso domani
Joey: Aspetta no, io… Pheebs. Non voglio urlarti contro. Ho cominciato a pensare a te e David e (…) Oh Pheebs, vieni qui. Stai bene?
Phoebe: No, non sto bene. Il ragazzo di cui sono pazza sta per andare a Minsk e potrei non vederlo più
Joey: Potresti andare a trovarlo

FRIENDS Torte a domicilio (7×11)

Nei giorni successivi i ragazzi non sapevano dire cos’era successo a quei due. Tutto sembrava normale, ma tutto era diverso. Phoebe era confusa sui suoi sentimenti: David era ancora lì, da qualche parte nel suo cuore, ma Joey era sempre lì, irriducibile al suo fianco ma mai davvero. Quando pensava di raddolcirsi nei suoi confronti, ricordava che l’aveva presa in giro per sette anni. David almeno era stato onesto fin dall’inizio e con lui poteva vivere i suoi sentimenti alla luce del sole, anche se per poco tempo. Non riusciva a capire quale fosse la paura di Joey, soprattutto visto che tutti i loro migliori amici si erano più o meno ritrovati. Perché loro non avrebbero dovuto essere felici?

Joey pensava di stare impazzendo: avere Phoebe così vicina e non poterle dire che gli mancava, però dover fingere che andasse tutto bene… aveva provato a uscire con altre donne, ma non riusciva più ad avere lo stesso modo di fare. E lei pensava ancora a David? Non lo sapeva. Sapeva però che, non appena Phoebe aveva cominciato a stare male per i suoi trent’anni, lui aveva cominciato a pensare di dover fare qualcosa. Quando lei era scappata via dal Central Perk, i suoi piedi si erano mossi prima che la razionalità lo fermassero dal fare una sciocchezza.

Joey: Pheebs! Aspetta! Ascolta, uh, chiudi gli occhi (si baciano appassionatamente). Forse così puoi togliere una delle cose della lista.
Phoebe: Oh sì.
Joey: Oh e poi sono 1/16th Portoghese

FRIENDS I miei primi 30 anni (7×14)

“Sei un idiota Joey Tribbiani”, ma così ritornarono insieme per l’ultima volta.

Dal quel momento in poi Joey era ossessionato all’idea di dover dire agli altri della loro storia. Ormai non si trattava più di paura dell’impegno, stare un anno senza di lei gli aveva fatto capire quanto ormai fosse pronto a una relazione vera e alla luce del sole. Phoebe era la sua migliore amica, la sua migliore amante, la persona più importante della sua vita. Però. Però avevano mentito a tutti per otto anni, aveva mentito a Chandler per otto anni. Come poteva considerarsi un buon amico? Poi era arrivato il matrimonio di Chandler e Monica e tutto era cambiato di nuovo.

Phoebe lo sapeva ancora prima di aprire bocca che avrebbe combinato un casino, ma l’espressione di Rachel era troppo sconvolta per poter pensare a un piano alternativo così disse di essere lei quella incinta. Non sveva avuto il tempo di avvisare Joey che Rachel gli aveva chiesto: “Joey, cosa faresti se una delle tue ragazze fosse incinta?” Phoebe aveva smesso di respirare nel momento in cui Joey aveva chiuso il frigo con quell’aria sconvolta. “Chi ha chiamato?” Aveva chiesto con l’aria dell’attore consumato ma guardava lei. “Oh, sì. Sono incinta”.

Joey: Oh mio Dio, Pheebs. Stai per avere un bambino?
Phoebe: Oh sì. Sì, Oh Dio sto per avere un bambino!
Joey: Un momento: chi è il padre?

FRIENDS La maglietta rossa (8×02)

Era una situazione paradossale: Phoebe stava mentendo sul bambino per proteggere Rachel, Joey stava mentendo sul fatto di poter essere il padre su una bugia che lei stava dicendo. Phebe stava praticamente saltellando sui carboni ardenti per potergli dire la verità, ma poi Joey era tornato alla carica mettendosi in ginocchio con un diamante tra le mani e lei non ci aveva capito più nulla. Era una bugia, ma il suo sguardo era serissimo, non aveva mai visto Joey così.

JOEY: Pheebs! Ascolta, siediti ho qualcosa da dirti
PHOEBE: Okay
JOEY: C’è un mondo spaventoso la fuori, specialmente per una mamma single. Ho sempre pensato che tra noi ci fosse un legame speciale…. quindi, Phoebe Buffay, vuoi sporsarmi?
MONICA: Oh, mio Dio, Joey!
PHOEBE: Certo, certo che voglio sposarti!
MONICA: Non puoi sposarlo!
PHOEBE: Ehi, il tuo tempo è finito, è il mio turno!
JOEY: Cosa? Perché non può sposarmi?
PHOEBE: Posso e lo farò!

FRIENDS La maglietta rossa (8×02)

Monica aveva dovuto dirgli la verità e la cosa era finita in scherzo, ma Joey non poteva fare a meno di pensare di quanto si era sentito in pace e “giusto”, quando aveva chiesto a Phoebe di sposarlo. Neanche l’idea di avere un bambino con lei l’aveva distolto dal suo proposito. E anche lei sembrava pronta, a giudicare dalla velocità con la quale aveva risposto – e con la difficoltà con la quale aveva cercato di riprendersi l’anello – era forse la cosa giusta da fare? Joey aveva deciso di colpo quando aveva visto Chandler rovistare nel frigo che un tempo era loro.

“Che stai facendo qui?”

“Monica mi ha mandato a prendere una crema speciale che aveva messo qui da qualche parte e… non l’avrai mangiata Joey? Guarda che era crema per il corpo!”

“Sto con Phoebe”.

“Cosa?”

“Cosa?”

Chandler aveva chiuso il frigo e l’aveva guardato con la solita espressione che riservavano proprio a lui e Phoebe, come se stessero dicendo sempre delle sciocchezza. Joey non si era mai reso conto di quanto fosse tipica quell’espressione fino a quando non aveva cominciato a infastidirlo perché lo faceva sembrare poco serio. Non gli era mai davvero importato di sembrare serio, ma quella cosa lo era davvero.

“Non sto scherzando… io Phoebe stiamo insieme. Da tanto tempo. In effetti è più il tempo in cui siamo stati insieme che non”.

“Jo, ma… è fantastico! Ma insomma, perché non ce l’avete mai detto?”

“Non lo so… prima Ross e Rachel che si mettono insieme e si mollano una volta all’anno… poi tu e Monica… è tutto bellissimo, ma non volevo… non lo so. Poi è passato troppo tempo ed è cominciato a essere strano che non ve lo avessimo detto. Insomma, otto anni…”

“Otto anni…”

Si siedono uno accanto all’altro sui loro vecchi sgabelli. Joey tira fuori la scatolina con l’anello.

“Io ti voglio bene amico, ma mi spiace: sono già sposato, ricordi?” Ironizza Chandler.

“Le ho chiesto di sposarmi. Ma era per finta, perché Phoebe era incinta”.

“Phoebe è incinta?”

“No, era una finta per proteggere Rachel!”

“Rachel è incinta?!”

Chandler osserva l’espressione sconsolata del suo amico, qualcosa che non avrebbe mai creduto di vedere sul viso di Joey soprattutto non legato a una ragazza. Non Phoebe. Chandler gli mette una mano sulla spalla.

“Che dici, andiamo di là a parlarne?”

Friends

Da quel momento in poi le cose erano in modo molto bizzarro ma anche molto lentamente per tutti. Rachel, Chandler e Monica avevano scommesso su chi avrebbe fatto prima: se lei a partorire o Phoebe e Joey a decidersi ad andare a vivere insieme. Era chiaro che lui faticava a lasciare la sua casa da scapolo e lei faticava a lasciare casa di sua nonna (e la sua collaudata distanza dagli altri). Alla fine Chandler e Ross avevano capito cosa davvero si celasse nel cuore del loro amico e gli avevano spostato tutti i mobili in una notte, con la sua fantastica poltrona in pelle infiocchettata nel salotto di Phoebe e il piccolo Hugsy a farla da padrone. Intanto Rachel, ormai molto incinta e molto insicura su Ross, avrebbe preso l’ex alcova per single. Nessuno ci aveva scommesso due cent, ma la convivenza andava a gonfie vele.

Quello che Phoebe non sapeva era che Joey aveva in mente ben altro e per una volta era lei a essere all’oscuro di tutto a lungo: Joey infatti aveva detto a Monica e Chandler di avere intenzione di chiedere a Phoebe di sposarlo. Vedere Joey alle prese con una proposta di matrimonio in pieno stile era uno shock per tutti, ma in cuor loro avevano capito che erano praticamente fatti l’uno per l’altra. Così il giorno del compleanno di Phoebe (Friends – Cena per sei 9×05), avevano tutti finto di avere altre incombenze a parte Joey. Quando lei era abbastanza arrabbiata da andarsene, Joey si era proposto di accompagnarla a casa, ma in realtà c’era un piccolo viaggio preparato per lei. “E questo?! Dove mi stai portando?”, “Vedrai”. Joey era riuscito a mettere le mani sul vecchio taxi giallo di Phoebe, addobbato in modo astruso come piaceva a lei, per poi portarla in un angolo del Central Park.

PHOEBE: Tutto questo è per me?
JOEY: E non è ancora finita

I ragazzi erano riusciti a salvare un certo numero di vecchi abeti di Natale destinati al macero, per poi decorarli con gli oggetti di riciclo più assurdi e colorati che avessero trovato. Era febbraio e faceva freddissimo, così gli abeti erano addobbati anche dalla neve che era scesa copiosa la notte precedente. Da dietro agli abeti spuntano Monica, Chandler, Ross e Monica, tutti con degli strani cappotti imbottiti. “Che state facendo?” “Ragazzi?” A un cenno di Joey, gli altri si girano rivelando la frase “Do you want marry me” scritta sui cappotti. Phoebe si gira verso di Joey, che ha una piccola bandierina francese con un punto interrogativo. “Veux- tu m’épouser?”, prova a dire con un accento terribile ma certo migliore delle lezioni di francese che Phoebe aveva provato a impartirgli qualche giorno prima. “Ehi, hai imparato il francese!” “E io parlo giapponese…” sentono borbottare Chandler, redarguito da Monica.

“Oui” risponde Phoebe. Il resto è storia.

Siamo arrivati alla fine della nostra riscrittura di Friends. Che dite, avrebbe potuto funzionare? Vi sarebbero piaciuto Joey e Phoebe insieme in Friends o, come dissero gli autori, sarebbero stati troppo “banali”? Noi crediamo invece che se c’era una coppia affiatata in Friends, questa era proprio quella formata da Joey Tribbiani e Phoebe Buffay. Si dice che gli stessi attori provarono a chiedere agli autori di inserire una loro storia clandestina avvenuta durante le dieci stagioni di Friends. Sappiamo come è finita. Ma a noi piace sognare.

LEGGI ANCHE: Friends – Il desiderio di Matt LeBlanc per Joey e Phoebe