Vai al contenuto
Home » Film » 10 attrici che per qualche assurdo motivo non hanno mai vinto un premio Oscar

10 attrici che per qualche assurdo motivo non hanno mai vinto un premio Oscar

glenn close

Il premio Oscar è considerato da sempre il massimo esempio di riconoscimento da parte dei vertici del sistema hollywoodiano per la carriera di un attore, tuttavia, non è condizione necessaria e sufficiente a valutarne il valore e il talento: tanti infatti sono gli incredibili attori che, pur meritandoselo e nonostante varie nomination, non hanno mai vinto un Oscar. Avendo già dedicato un articolo a parte per gli attori maschi come Ralph Fiennes e Ian McKellen, oggi vi vogliamo parlare di quelle attrici che, per qualche assurdo motivo non hanno mai ottenuto il prestigioso premio da parte dell’Academy: dei veri furti che meriterebbero giustizia, come quelli subiti da Glenn Close e Amy Adams.

Buona lettura!

Glenn Close

Glenn Close
Glenn Close

Forse il caso più celebre, ma comunque troppo spesso ignorato dai più, quello di Glenn Close. Questa meravigliosa attrice, che alle sue spalle vanta più di quarant’anni di carriera, pur avendo interpretato decine e decine di ruoli iconici, tra grandissimi apprezzamenti da parte di critica e di pubblico, non ha infatti mai vinto un Oscar. Eppure, la donna negli anni ha collezionato davvero tante nomination all’ambito premio: quattro come attrice protagonista (Attrazione fatale, Le relazioni pericolose, Albert Nobbs, The WifeVivere nell’ombra) e quattro come attrice non protagonista (Il mondo secondo Garp, Il grande freddo, Il migliore ed Elegia Americana). È dunque Glenn Close la più defraudata di sempre: poche storie! Non sarebbe forse giunta l’ora di concedere a questa meravigliosa attrice uno strameritato Oscar alla carriera?

Quel che è certo è che l’Academy ha un debito da saldare nei confronti di Glenn Close. Speriamo che rimedi al più presto!

Annette Bening

Dopo Glenn Close, parliamo ora di Annette Bening.

Conosciuta soprattutto per il suo ruolo all’interno del meraviglioso American Beauty, Annette Bening è un’attrice che non ha purtroppo mai acquisito una fama che la facesse competere con altre attrici hollywoodiane. Eppure, la stella di Annette Bening è brillante come poche altre e, pur non avendo mai ricevuto un premio Oscar, ha ottenuto in totale ben quattro candidature. Una curiosità particolare: la Bening è stata superata per ben due volte da Hilary Swank, che all’ultimo le soffiò l’ambito premio nel 2000 (con Boys Dont’t Cry) e nel 2005 (con Million Dollar Baby).

Amy Adams

Glenn Close
Amy Adams

Una delle attrici più amate degli ultimi anni: la rossa Amy Adams ci ha catturati sin dalle sue prime interpretazioni e con gli anni non ha fatto altro che rivelarci ancora di più il suo talento. Eppure, finora, questa straordinaria interprete, pur avendo collezionato sei nomination agli Oscar (cinque come attrice non protagonista e una come protagonista), non è mai riuscita a ottenere la statuetta dorata: un vero scandalo se si contano anche i casi in cui la donna non è nemmeno, ingiustamente stata candidata (il caso di Arrival grida ancora vendetta). Come un’attrice del suo calibro non abbia ancora vinto un Oscar resta un mistero ancora aperto, ma siamo sicuri che Amy Adams continuerà a sfornare ottime interpretazioni e riuscirà finalmente e a ottenere ciò che già le spetta di diritto.

Helena Bonham Carter

Ormai agli occhi del grande pubblico Helena Bonham Carter è semplicemente accomunata al personaggio di Bellatrix Lestrange del franchise di Harry Potter, ma questa bravissima attrice è molto più di questo. L’ex compagna di Tim Burton nel corso della propria carriera ha infatti collezionato davvero tante performance di livello, a partire dal suo esordio nel 1985 con il bellissimo film Camera con vista, fino a Suffragette passando per cult come Fight Club. Pur essendo stata candidata agli Oscar per due volte (Le ali dell’amore, Il discorso del re), la Carter non ha mai ottenuto l’agognata statuetta degli Oscar: speriamo che presto le capiti un’occasione per rimediare!

Michelle Williams

Glenn Close

I tempi di Dawson’s Creek sono da tempo acqua passata e Michelle Williams da allora ne ha fatta di strada! Pensate solo al fatto che in una decina di anni circa, dal 2006 al 2017, la donna è stata candidata per ben quattro volte agli Oscar (due come miglior attrice protagonista e due come migliore non protagonista), e per che film! La Williams, infatti, ha preso parte a grandi pellicole come I segreti di Brokeback Mountain, Blue Valentine, Marilyn e Manchester by the Sea. Certo, in passato la Williams si è ritrovata a lottare per la statuetta con mostri sacri della recitazione come Maryl Streep o Viola Davis, ma siamo piuttosto certi che in futuro riuscirà a spuntarla e a ottenere il premio che le spetta da anni.

Saoirse Ronan

Saoirse Ronan, giovane, fresca, estremamente talentuosa e con alle spalle già quattro candidature: il talento di questa fantastica attrice classe 1994 sembra davvero senza limiti. Candidata per la prima volta a vincere una statuetta nel 2008, quando di anni ne aveva ancora solo tredici per Espiazione, Saoirse Ronan ha raggiunto ben presto grandissimi risultati. All’età di ventotto anni l’attrice ha ricevuto, oltre alla sopracitata candidatura, ben tre nomination agli Oscar per la migliore attrice protagonista per i film Brooklyn, Lady Bird e Piccole donne (questi ultimi due grazie al sodalizio con la regista Greta Gerwig). Apprezzata da pubblico e critica, la Ronan ha ancora tutta la carriera per vincere un meritatissimo premio, ma per noi resta comunque strano il fatto che ancora ne sia rimasta sprovvista.

Michelle Pfeiffer

Glenn Close

Tra gli amanti della cultura pop, Michelle Pfeiffer è ricordata soprattutto per aver interpretato Catwoman in Batman – Il ritorno di Tim Burton, ma i cultori del cinema non potrebbero mai dimenticarsi dei suoi ruoli in Scarface o in Le relazioni pericolose, che le valse la prima nomination al premio Oscar. In seguito, l’attrice verrà candidata altre due volte senza tuttavia mai riuscire a trionfare (I favolosi Baker e Due sconosciuti, un destino). Una vera disdetta per l’affascinante attrice, che però è riuscita pian piano a consolarsi delle mancate vittorie agli Oscar grazie agli altri premi via via ottenuti: la donna è infatti riuscita a vincere un Golden Globe, un BAFTA e un Orso d’argento al Festival di Berlino.

Dopo un breve periodo di pausa l’attrice è di recente tornata, splendida come sempre, a recitare in alcuni film di richiamo come Ant-man and The Wasp, Assassinio sull’Orient Express e Maleficent – Signora del Male.

Sigourney Weaver

sigourney weaver

Una vera e propria icona. Una donna che con i suoi ruoli è riuscita a rivoluzionare la concezione di ruolo femminile al cinema: si parla della fantastica Sigourney Weaver. La famosissima attrice in questione è stata nominata agli Oscar per tre volte, di cui due nel medesimo anno, il 1989, sia nella categoria di migliore attrice protagonista grazie alla sua performance nella pellicola Gorilla nella nebbia che per quello di migliore attrice non protagonista per Una donna in carriera. Di certo però il ruolo che più l’ha resa celebre è stato quello dell’amatissima Ripley della saga di Alien: proprio per tale performance in Alien – Scontro finale (Aliens in originale) la donna ottenne una candidatura nel 1987, vittoria sottrattale però da Marlee Matlin.

Naomi Watts

Game of Thrones Prequel - Naomi Watts

Rispetto ad altri colossi di questa lista potrà vantare forse meno candidature, ma Naomi Watts col tempo è riuscita a farsi notare tra i più alti vertici di Hollywood e a lavorare con alcuni tra i registi più apprezzati dell’intera industria. La prima nomination agli Oscar risale al 2004, per la sua performance in 21 grammi, occasione in cui perse contro Charlize Theron; la seconda invece fu per la sua interpretazione in The Impossible che però vide la vittoria Jennifer Lawrence per Il lato positivo. A rimanere però, molto probabilmente, il suo ruolo più iconico troviamo quello da protagonista nella meravigliosa pellicola di David Lynch Mulholland Drive, thriller psicologico d’eccellenza che lanciò definitivamente la carriera dell’attrice.

Laura Linney

Glenn Close

I serializzati l’avranno probabilmente riconosciuta per il suo ruolo di Wendy Bride in Ozark, ma Laura Linney vanta alle sue spalle anche una florida carriera cinematografica. L’attrice ha infatti recitato in film di richiamo come Schegge di paura, The Truman Show e Love Actually per non parlare delle sue tre nomination al premio Oscar. La Linney ha ottenuto infatti due candidature come migliore attrice protagonista (Conta su di me e La famiglia Savage) e una candidatura come migliore attrice non protagonista per Kinsey, film incentrato sulla vita e sulle ricerche del sessuologo Alfred Kinsey. Anche se il premio Oscar ancora non è arrivato, Laura Linney può però consolarsi lucidando gli altri premi già vinti: due Golden Globe, uno Screen Actors Guild Award e quattro Emmy (che comunque sono ben pochi rispetto al numero di candidature da lei ricevute).

LEGGI ANCHE – Glenn Close: Damages, l’appassionante legal drama di cui il mondo sembra essersi scordato