in

10 motivi per amare Debra Morgan

Debra Morgan

Debra Morgan: un nome, una garanzia. Ad anni dal controverso finale di Dexter, Debra Morgan resta ancora uno dei personaggi più ricordati, che sia con dolcezza per il suo carattere tosto ma fragile, che sia con rabbia per la fine ingrata che le hanno riservato. Il rapporto sentimentale tra confusione, maschere, caos e verità che ha instaurato con Dexter è al centro della crescita di entrambi i personaggi e anche se il rapporto non ha funzionato del tutto, resta una delle cose più interessanti della serie.

Anzi, il personaggio di Debra Morgan è talmente iconico per Dexter da aver portato la produzione a re-introdurre il personaggio nel revival, come confermato dalla stessa Jennifer Carpenter, a riprova della sua importanza.  E siamo sicuri che, se Dexter mantiene ancora oggi un rate piuttosto alto nonostante le critiche, gran parte del risultato sia dovuto a lei. Proprio per questo vogliamo fare un’ode al personaggio e indicare dieci motivi per amare Debra Morgan.

1) È un ottimo poliziotto

debra morgan

Il che non è scontato. Va bene, è vero: Debra Morgan e tutto lo staff del dipartimento di polizia sembrano avere gravi difficoltà cognitive nei riguardi di Dexter (a parte il mitico Doakes), ma a parte questo piccolo dettaglio bisogna dire che Debra Morgan si è guadagnata il suo distintivo. Pur avendo avuto un padre poliziotto, non ha mai fatto in modo che questo la rendesse pigra. Se è vero che ha ereditato la divisa, Debra ha sempre dimostrato di onorarla e di onorare la giustizia che quel distintivo porta con sé. Ha desiderato l’omicidi da quando era piccola perché è il dipartimento che più di altri contribuisce a rendere il mondo un posto migliore e per arrivarci ha fatto di tutto. Ed ecco perché abbiamo odiato le ultime stagioni: portando Debra a scegliere Dexter sul dovere, hanno portato via quello che è il core del personaggio e quello che era sempre stato il suo sogno nella vita.

2) È diretta e onesta

Debra Morgan non te le manda a dire, mai. È sempre diretta e onesta, a volte ai limiti della maleducazione. Sboccata, irriverente e insolente, Debra è il perfetto opposto di Dexter: tanto lui nasconde la sua vera identità al mondo intero, più Debra è trasparente e onesta con chi la circonda. Vivendo ogni emozione e sensazione nel modo più puro e diretto possibile, è molto facile cadere in trappola, come accade con Brian Moser, che si scopre averla manipolata. Eppure nulla di ciò che le è accaduto nella serie ha cambiato questa parte di lei, radicata al punto che Debra Morgan non è proprio capace di vedere la disonestà e sarà questo a portarla alla sua fine. Prima della sua morte, infatti, potremmo dire che la decisione di essere disonesta per Dexter è il primo sassolino dell’inevitabile valanga che la travolgerà.

3) È forte

Oltre all’onestà, Debra Morgan ha anche la caratteristica di essere una forza della natura: orgogliosa e diretta è riuscita a farsi apprezzare da donna poliziotto in un mondo di maschi, soprattutto di farsi apprezzare da donna giovane, bella in una realtà machista come quella della polizia. E lo ha fatto non solo per il suo rigore, nonostante il caos interiore, e per la sua trasparenza, ma anche per la sua passionalità e per la sua forza, che comunque non nasconde mai né limita del tutto le sue debolezze. Il suo essere sboccata come un camionista cecoslovacco non è un’affettazione per rendersi amica ai colleghi, ma un modo di essere spontaneo, ingenuo forse, non costruito e alla fine questo paga. Debra Morgan diventa così un personaggio empatico, che ci fa simpatia e a volte anche imbarazzo, ci fa tenerezza ma soprattutto tifiamo per lei, sempre.

4) È indipendente

debra morgan e lundy

L’abbiamo già detto: uno dei tratti più belli di Debra Morgan è quello di aver sempre lavorato per la sua passione. Il suo lavoro non è solo l’eredità del padre amato, ma è quello che le dà uno scopo nel mondo e la rende libera. Ecco perché Debra rimane indipendente, nonostante tutto: nonostante i numerosi amori e le infinite batoste, nonostante le rivalità e i ricordi sballati, la confusione e la depressione. Debra va avanti come un treno e, anche quando la sua passione le fa vivere un amore al massimo, continua ad avere sempre fisso quell’unico obiettivo. Perché Debra Morgan ha amato molto, moltissimo, ma non si è mai sacrificata per l’uomo che ha avuto affianco, non al punto da perdere di vista chi è e cosa vuole.

5) È ambiziosa

Proprio perché il nipotismo è sempre lì, insinuante negli occhi di suoi rivali e dei suoi denigratori, Debra Morgan è sempre pronta a fare di più: lavora mille volte più dei colleghi, cerca sempre di dare il massimo e fare meglio di tutti gli altri per dimostrare che quello è il suo posto a prescindere da suo padre. Che lei vuole essere un detective esattamente come lui, ma riuscendoci con le sue sole capacità. Dal primo momento in cui la conosciamo, in una mise assurda da prostituta sotto copertura per la buoncostume, Debra ci dimostra subito di che pasta – o meglio, ambizione – è fatta: “voglio un posto nella omicidi”, questo è quello che dice e convince Dexter ad aiutarla con un caso promettente che lei è riuscita a collegare a un serial killer con le sue ottime capacità di poliziotto. Go Deb!

6) Ottima sorella/fidanzata/figlia

Dexter

Nel corso della serie, Debra ha dimostrato di essere un’ottima sorella per Dexter e questo diventa ancora più chiaro man mano che le stagioni vanno avanti, quando pur di proteggerlo sacrifica persino la propria personalità. Ha inoltre sempre dimostrato di essere una collega affidabile, oltre che una compagna di vita passionale, ma sempre pronta ad andare fino in fondo. Debra ha sempre dimostrato la volontà di stare accanto al proprio compagno nella buona e nella cattiva sorte, pronta a comprendere senza giudicare. Il succo di tutto è che in fondo Debra Morgan è una brava persona e questo si dimostra attraverso quello che fa per chi le è accanto. In ultimo, Debra Morgan è stata una grande (forse anche troppo) figlia: la relazione con Harry è una delle più affascinanti e strazianti della serie. Debra ama e allo stesso tempo odia suo padre, così come ama e invidia Dexter: due relazioni potenti e ambivalenti.

7) È empatica

Abbiamo già sottolineato che Debra Morgan tende a essere un personaggio passionale e diretto. Questo perché lei vive ogni emozione a fior di pelle e, pur dovendo essere un tosto poliziotto, non è veramente capace di filtrare il professionale dal personale, scindere se stessa da ciò che vede. Questo la rende una persona estremamente empatica, capace di infilarsi nelle scarpe degli altri e capirli in profondità. In questo modo riesce persino a capire Dexter dopo un primo shock alla scoperta della verità. Se da una parte quest’empatia è elemento fondamentale per il suo lavoro, dall’altra la rende emotivamente instabile. E infatti…

8) Ha sofferto molto (ma ha vinto)

Debra Morgan ha sofferto tanto, molto, troppo. Tutta la sua vita è stata tesa ad ottenere due scopi: diventare poliziotto, ottenere l’amore incondizionato del padre. Nessuna delle due cose è avvenuta gratis e anzi hanno procurato a Debra profonde lesioni interne, un caos labirintico di fragilità e insicurezze dietro la scorza da dura. Debra Morgan è cresciuta con la consapevolezza di non essere un genio come il fratello adottivo e di non essere apprezzata come lui dal mitologico padre. È cresciuta con la sensazione di doversi guadagnare il suo amore, di dover essere meno normale, meno ordinaria, per colpirlo. E alla fine è rimasta intrappolata nel suo ruolo, quello della persona pronta a sacrificare tutto (a sacrificarsi) per gli altri senza ottenere riconoscimenti. Grazie ancora del finale terribile.

9) Combatte lo Status Quo

Serie Tv

A corredo con l’essere diretta, sboccata, trasparente e lavoratrice, Debra Morgan è anche una rivoluzionaria. Se c’è un’ingiustizia Debra parla, se c’è da alzarsi per qualcuno Debra lo fa e se c’è da sfidare il sistema, Debra non si tira indietro. Non si è mai accontentata di accettare le cose come sono e, al costo di perdere il posto per una sfida contro il capo, Debra è sempre pronta a combattere. Non a caso una delle prime cose che Dexter le dice, nel primissimo frame che la vede protagonista, è in contrapposizione con LaGuerta – il temibile capo che avrà con Debra una relazione molto tesa – e che riguarda l’incapacità di Debra di “fare politica”, di giocare al gioco e di stare alle regole con la capacità però di manipolarle a modo proprio. Un risvolto negativo della medaglia “Debra Morgan” è proprio quello di non essere diplomatica. Forse poco buono per lei e per la sua ambizione, ma le persone sanno che su di lei si può contare, soprattutto se si tratta di cambiare lo status quo.

10) È imperfetta

dexter debra

Nove punti per dire proprio questo: Debra Morgan è un personaggio imperfetto sotto tutti i punti di vista. Durante la serie la vediamo crescere, ma per gran parte del tempo la vediamo essere sempre troppo irruenta, troppo sboccata, troppo emozionale o sensibile, troppo fuori posto, sempre sgraziata, sempre passionale, sempre incazzata. Ma è questo il bello: in netto contrasto con un protagonista dis-umano, Debra è umana fino al midollo ed è per questo che rivediamo totalmente e completamente in lei. Per questo non riusciamo mai a condannarla, neanche quando lascia andare Dexter e Lumia, quando perdona Dexter, quando persino condanna La Guerta. Perché Debra è totalmente aperta a noi così come è onesta nella serie, lo è anche sullo schermo e noi riusciamo a capirla sempre, anche quando non dovremmo.

Perché Debra Morgan è, alla fine, tutti noi.

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv

Scritto da Concetta Sorvillo

C'è chi vive nella realtà. E poi c'è un mondo fatto di Dottori che viaggiano nello spazio-tempo, di draghi e streghe, di piccoli paesi pieni di personaggi bizzarri, di supereroi e magia inspiegabile. Noi viviamo in questo mondo.
L'unica cosa che possiamo fare per tornare alla realtà, ogni tanto, è scriverci su.

7 Serie Tv ambientate in carcere che dovreste assolutamente vedere

serie tv

Questi 10 finali di Serie Tv sono la cosa più poetica che io abbia mai visto