in

Mi chiamo Giulia, ho 27 anni e la Serie Tv che odio di più al mondo è 13 Reasons Why

13 Reasons Why
13 Reasons Why

Lo so, lo so. Molti di voi non arriveranno alla fine di questo articolo e una buona parte di chi lo farà sarà per vedere fin dove può arrivare l’abisso della mia depravazione nell’odiare 13 Reasons Why. Ma come si amano alcune Serie Tv, non se ne sopportano altre; e nel caso di 13 Reasons Why è stato odio a prima vista. Ma siccome non voglio passare per quella che si fa prendere troppo a cuore dalle cose (anche se nel caso di 13 si potrebbe parlare di prendere allo stomaco), vi darò esattamente 13 ragioni per cui non sono proprio riuscita a digerire questa Serie Tv.

1) IL MESSAGGIO DEL CAST ALL’INIZIO DELLA PRIMA PUNTATA

13 Reasons Why


Inizi a vedere 13, con un sacco di aspettative, visto che è la Serie dell’anno e che è tornata con una chiacchieratissima seconda stagione e la prima cosa che ti appare è questo: dei ragazzini, che capisci subito fare parte del cast, che ti avvertono che nella Serie si parlerà di suicidio, di sesso, di droga e di rock ‘n’ roll, e che se hai bisogno di parlare con qualcuno “rivolgiti a un adulto.” Rimani un attimo interdetto, ma ci può stare: se una Serie Tv come 13 Reasons Why tocca dei temi così delicati, magari con un linguaggio particolarmente pesante, e si rivolge a un pubblico di pubescenti, va bene che qualcuno ti avverta che potresti rimanere turbato. Il problema è che, continuando la visione, rischi di essere sopraffatto da noia e nervosismo: le ragioni sono negli altri 12 punti.

Written by Giulia Vanda Zennaro

In un mondo popolato da Khaleesi, osa essere una Cersei Lannister.

Clay Morrow

Clay Morrow, la fragilità umana di un leader

serie tv spagnolo

10 Serie Tv da vedere per imparare (o migliorare) lo spagnolo