in

#VenerdìVintage – Gli esordi assurdi di Evan Peters

Evan Peters

Tra gli attori più amati e importanti dell’intera saga di American Horror Story. Evan Peters è entrato di diritto nella famiglia del cast più pazzo della TV. Con le sue molteplici facce il simpatico Evan, è uno di quei pochi attori che ci affascina e incuriosisce allo stesso tempo. Con la sua semplicità e quell’aura da bravo ragazzo è impossibile non amare lui e i suoi personaggi. Con i suoi ruoli in American Horror Story, assolutamente diversi gli uni dagli altri, ha dimostrato di poter interpretare qualsiasi personaggio, caratterizzandolo in modo molto personale. È sempre riuscito a dare il proprio tocco a ciascun ruolo. Ha spinto i fan della serie ad amare incondizionatamente questo attore. Dal combattuto Tate Langdon, allo sfortunato Kit Walker, da Frankein-Kyle a Jimmy Darling fino ad arrivare al diabolico Dr.March. In questi anni ci ha accompagnato nella scalata di questa fenomenale serie.

Ma da dove arriva questo attore a cui così tanto ci siamo affezionati? C’è solo un modo per scoprirlo:

UN VIAGGIO NEGLI ESORDI ASSURDI DI EVAN PETERS.

Il carismatico Evan nasce nel 1987 in Missouri. Ma è in seguito al trasloco in Michigan che si avvicina al mondo della recitazione. L’anno della svolta è il 2004 dove Evan esordisce in TV e al cinema.  Si presenta al mondo con un apparizione nel film “Clipping Adam” ma è con il ruolo nel film “Sleepover” e 5 apparizioni in “Phil dal futuro” che si assicura un pò di visibilità.

Evan Peters

L’anno successivo prende parte alla serie “Invasion” che tra l’altro ha un discreto successo.

Evan Peters

Di lì in poi apparirà in una miriade di serie TV tra le più celebri. Degne di menzione le sue comparse in: “Detective Monk”, “Dr.House”, “One Three Hill” e “Ghost Wishperer”.

Per quanto riguarda il cinema, in questo periodo, appare invece in una serie di film dal discreto successo come “An American Crime Story”, “Never Back Dawn” e “Kick Ass”, dove reciterà al fianco di Aaron Taylor-Johnson, attore con cui dovrà spartirsi il ruolo del celebre personaggio della Marvel “Quicksilver”, in 2 universi cinematografici diversi.

Evan Peters

Siamo nel 2010 dove colleziona apparizioni  in varie serie TV, quali: “Criminal Minds“, “The Mentalist” e “The Office” con Steve Carrell. Torna a ricoprire il suo ruolo nel sequel di “Never Back Dawn” prima della svolta definitiva, che arriva nel 2011.

EVAN PETERS VIENE SCELTO DA MURPHY E FALCHUK PER ENTRARE A FAR PARTE DELLA NEONATA AMERICAN HORROR STORY.

Evan Peters

Il ruolo di Tate Langdon è pronto per lui. Inaspettatamente questa serie diverrà un fenomeno MONDIALE. Un trampolino di lancio non indifferente per il giovane Evan; il nuovo idolo delle ragazzine. Non si dedica ad altro fino al 2014, l’anno del suo ritorno al cinema. Reciterà in “Adult World” al fianco della compagna Emma Roberts (presenza ricorrente anche in AHS) e impersonerà il mutante velocista Quicksilver in “X-men: giorni di un futuro passato” di Bryan Singer. Qui Evan Peters riesce nel difficile compito di trovare l’approvazione dei fan più accaniti, molto critici nei confronti degli altri film sui mutanti.

Evan Peters

Successivamente è tra i protagonisti dello sfortunato Horror “The Lazarus Effect” prima di vestire i panni del malvagio ed eccentrico Dr.March. Il crudele costruttore dell’Hotel Cortez in cui è ambientata la quinta stagione di American Horror Story.

Evan Peters

In attesa di rivederlo nei panni di Quicksilver nell’imminente “X-Men: apocalypse” oltre che sapere il suo destino nella sesta stagione di AHS, ci è sembrato doveroso scavare nei suoi ESORDI ASSURDI.

 

Written by Andrea Lupo

Se nasci e cresci in una città come Roma: tormentata, caotica, cinica ma al tempo stesso bellissima, imponente e maestosa, non puoi meravigliarti se la tua vita è una contraddizione continua. Sono qui per raccontarvi storie, emozioni e sensazioni con l'umiltà e l'incoscienza di un bambino. Per ricordare vecchie glorie o per presentarvi nuove fiamme. Per elogiare il passato o per abbracciare il futuro. O più semplicemente per parlare di serie TV

#VenerdìVintage – 8 cose che il Dottor Cox ci ha insegnato sulla vita

Stephen Amell

#VenerdìVintage – Gli esordi assurdi di Stephen Amell