in

True Detective 2: I Sexissimi 4!

  • Antigone “Ani” Bezzerides è il massimo. Nic Pizzolatto aveva dichiarato che la seconda stagione di True Detective avrebbe parlato di Uomini cattivi e una donna dura. Non saprei trovare una descrizione migliore della serie, né di Ani. Il nome del suo personaggio è legato alla mitologia greca, anche quando si traveste. Mi spiego meglio. L’Antigone greca è figlia del rapporto incestuoso di Edipo con la madre Giocasta. La giovane, nel mito, viene murata viva per aver dato sepoltura al fratello. Di certo, la nostra bellissima Ani (Rachel McAdams) viene da una situazione famigliare particolare, seppure non (da quel che sappiamo), incestuosa. Orfana di madre a dodici anni, probabilmente abusata durante l’infanzia, ella viveva nella comune “Good People”, gestita dal padre. I quattro ragazzi cresciuti con lei hanno fatto una brutta fine: C’erano cinque ragazzi, ci dice Ani, due si sono suicidati, due sono in carcere e la quinta è diventata detective! Ani è piuttosto anaffettiva, ma cerca di prendersi cura della scapestrata sorella minore. Più dura di una pietra, assume costantemente atteggiamenti maschili, fino a beccarsi una denuncia per molestie sessuali da un collega con cui non voleva approfondire sentimentalmente il rapporto instaurato solo in senso fisico. Non si stacca dalla tradizione mitologica nemmeno quando deve sceglierselo lei, il nome. Quando si deve fingersi prostituta, sceglie di chiamarsi “Athena” dea della sapienza, delle arti e della strategia militare. Sarà un caso? State attenti se ha un coltello in mano.

 

L’opinione divide la critica e il pubblico, seppur il confronto con la prima stagione, e le aspettative nate da questo capolavoro del piccolo schermo, tendano a far pendere la bilancia sul giudizio negativo. Comunque, una serie che vale la pena di esser vista per svariati motivi. Nel peggiore dei casi, guardatevela per far un regalo ai vostri occhi.

Un saluto agli amici di Serie tv, la nostra droga, Andare a Gardaland con Velcoro e figlio, e True Detective Italia

Written by Elisa Belotti

Siamo qui per parlare di questo mondo e di mille altri, per ridere, riflettere e immaginare. “Sono un idiota, io sono un pazzo, lo so... ma sono stato una buona lettura, giusto?”, vorrei dirvi che è mia, ma mentirei: è di un tale Hunter S. Thompson. Sperando di poterla dire anche io, un giorno.

Serie Tv

Le 3 fasi di elaborazione del lutto post fine di una Serie Tv

Paul è protagonista del colpo di scena dell'episodio 2x07 di True Detective

Pagelle True Detective 2×07: è finita l’era degli stalli alla messicana