Vai al contenuto
Home » The Walking Dead » 7 curiosità su Jeffrey Dean Morgan

7 curiosità su Jeffrey Dean Morgan

Jeffrey Dean Morgan è un attore apprezzato da un pubblico molto vasto. Le donne lo amano per la sua bravura, ma anche per il suo sex appeal e il suo fascino, gli uomini lo invidiano e lo apprezzano. Sta per tornare sul piccolo schermo nei panni del temuto e attesissimo Negan, il nuovo super-cattivo di The Walking Dead. Ha partecipato anche a serie televisive come The Good Wife, Supernatural e Grey’s Anatomy. Ma anche al cinema, in film come Watchmen e Ps: I love you. Nel recente Batman si è visto di sfuggita nei panni del padre di Bruce Wayne, al fianco della collega Lauren Cohan, la bellissima Maggie della serie tv sugli zombie.

A poche ore dall’inizio della settima stagione di questo evento mediatico, abbiamo scoperto per voi alcune chicche riguardo alla carriera attoriale di Jeffrey e alla sua vita privata.

1) Strane esperienze lavorative

Si dice che la città degli angeli possa regalarti sogni inaspettati. Sciocchezze? Probabile, eppure la carriera di Jeffrey Dean Morgan si basa sul puro caso e sulla fortuna che gli ha voluto donare la città di Los Angeles. Aveva accompagnato un suo amico all’età di vent’anni per aiutarlo con il trasloco. Un agente lo ha notato e gli ha subito offerto una parte. L’attore ammette di non essere entusiasta della sua prima performance, ma di una cosa è certo: ha da subito amato la recitazione. La sua carriera ha avuto dei trascorsi ugualmente bizzarri; per interpretare un personaggio è dovuto rimanere steso sei ore in un obitorio e andare alla scuola omicidi.
Un’altra chicca più recente? Durante le riprese del film horror The Possession, Jeffrey racconta che ci sono stati degli incidenti strani e a tratti inquietanti: luci che esplodevano e un incendio che ha preso vita dal nulla. Ha distrutto qualsiasi tipo di attrezzatura scenica proprio il giorno dopo la lavorazione alla fotografia.

2) Jeffrey, gli animali e la fattoria

Vive in una fattoria di 60 acri nello stato di New York con la sua famiglia. Ha un lama di nome Wally e due alpaca di nome Stella e Tony tra i vari animali. Inoltre, ha due cani che ha salvato: Bandit, un bastardino pastore e Bisou, un Rottweiler. Entrambi, sopratutto tempo fa, li portava sulla sua moto. Quando non poteva permettersi un’automobile, si spostava sempre con la moto e godeva della compagnia dei suoi due cagnolini, che erano felici di viaggiare sul serbatoio.

Pagine: 1 2