in

La collana che doveva dividere Elena da Damon invece lo ha fatto entrare nel suo cuore

The Vampire Diaries

All’interno delle nostre serie tv preferite c’è sempre qualche oggetto ordinario che nasconde un significato più profondo. Basti pensare all’ombrello giallo e al corno francese blu di How I Met Your Mother, che simboleggiano l’amore tra Ted e la Madre (il primo) e tra Ted e Robin (il secondo). Solo in quell’universo narrativo sono rilevanti proprio perché importanti per i personaggi. Sono oggetti iconici e ne troviamo tantissimi in altre serie tv, compresa The Vampire Diaries.

C’è un oggetto estremamente significativo che percorre tutta la storia di The Vampire Diaries: la collana di Elena.

In realtà sappiamo che la storia di questo gioiello è ben più lunga. Quel ciondolo apparteneva alla strega originale Esther. Dopo la sua morte è passato alla figlia Rebekah che lo indossò per quasi mille anni. In una delle tante volte in cui i fratelli Mikaelson (è meglio The Originals o The Vampire Diaries?) scapparono dal loro vendicativo padre, Rebekah perse il talismano durante la fuga. Fu Stefan a trovarlo e, non sapendo che apparteneva a Rebekah a causa della compulsione di Klaus, lo diede a Elena molti decenni più tardi.

Ed è proprio nell’episodio tre della prima stagione che lo vediamo comparire per la prima volta.

The Vampire Diaries

Stefan mette nel ciondolo della verbena cosicché, quando Elena lo indossa, sia sempre protetta. Non solo da Damon che, a quel tempo, era il villain di The Vampire Diaries. Vuole proteggerla da qualsiasi impulso negativo ed egoistico lui possa avere nei confronti della sua ragazza. Dà a Elena la possibilità di scegliere, di rendere le sue decisioni solo sue, senza condizionamento alcuno. Sia che questo avvenga per mano di Damon, di Stefan o di qualcun altro. Non è un caso che Elijah, quando la rapisce, gliela strappi dal collo.

La collana è simbolo degli Stelena e lo rimane fino alla fine, quando Elena la pone sulla tomba di Stefan. Ma è fondamentale nella storia dei Delena.

Una relazione iniziata nel peggiore dei modi: lei come fidanzata del fratello di Damon, lui come nemico. Nessuno voleva vederli insieme: tutti erano disgustati da questa possibilità. La vita di Damon è piena di crudeltà, follia, gesti impulsivi con conseguenze catastrofiche. Non è il massimo per chi vuole il meglio per Elena. Non è un buon partito. Ma quello che tutti vedono è solo la superficie. Scavando nella sua storia, spingendosi verso gli angoli più oscuri del suo cuore, viene fuori il vero Damon: un uomo la cui vita è caratterizzata dal dolore, in ogni forma, da quello psicologico a quello fisico. Il padre non l’amava, le persone e Katherine hanno sempre scelto Stefan. Quest’ultimo lo ha costretto a diventare un vampiro: le torture alla Augustine, l’abbandono di Enzo. E la lista potrebbe continuare ancora.

Quel dolore che si porta dietro non è mai stato visto o capito dalle persone che dicono di amarlo o che ha incontrato. Nessuno eccetto Elena.

Lei non si arrende con lui perché vede qualcos’altro dietro quella corazza. Ecco perché, nel quattordicesimo episodio della prima stagione di The Vampire Diaries, si toglie la collana: vuole dimostrare a Damon che la sua intenzione di aiutarlo a trovare Katherine è sincera. Che sta dicendo la verità. Lui gliela rimette al collo perché le crede, senza bisogno di soggiogarla. Lo ha fatto solo due volte con Elena: nel loro primo incontro e nell’episodio 2×08 di The Vampire Diaries. Durante quella puntata Damon le riporta il ciondolo, perso quando Elena era stata rapita da Elijah, e le confessa quello che non riesce più a tenere dentro. I suoi sentimenti sono troppo forti per nasconderli.

Ma non può essere egoista con lei, non può scaricarle addosso questo fardello. Non adesso che Stefan è il suo ragazzo. Non alla ragazza che gli sta insegnando ad amare. Non la merita e così, tra le lacrime, le cancella la memoria in una scena commovente, lasciandole la collana e un senso di confusione.

Ma il momento in cui quel gioiello è stato determinante per i Delena è la stessa Elena a dircelo nel secondo episodio della sesta stagione:

“Anche se mi amava mi ha dato quell’unica cosa che rappresentava una speranza per me e suo fratello. Sapevo quanto lo ferisse, ma lo ha fatto. È stato il suo gesto più altruista e in quel momento l’ho amato. Non volevo, mi terrorizzava ma, per quel momento, l’ho amato”.

Elena ritorna alla premiere della terza stagione di The Vampire Diaries. È il giorno del suo compleanno. Passare tutta l’estate a inseguire Stefan e la sua scia di omicidi le ha tolto la voglia di festeggiare. Sta per andarsene quando Damon le porta un regalo: la collana che Stefan le aveva donato. Sa che cosa significa quel gioiello per lei. Anche se l’ama, le ha dato l’unica cosa che rappresenta una speranza per Elena e Stefan. L’unica che potesse renderla felice, strapparle un sorriso.

Elena sa quanto l’abbia ferito quel gesto così altruistico e genuino. E tutte le atrocità che Damon (qui un’analisi approfondita sul personaggio) ha compiuto in passato si sono cancellate improvvisamente. Elena capisce quanto presente sia per lei Damon nonostante la sua sofferenza. E lo ama per questo.

La protagonista di The Vampire Diaries non è riuscita ad ammetterlo fino alla sesta stagione. Non voleva accettare di essere attratta da un uomo così diverso da lei, così spietato. Non poteva credere di amare Damon mentre stava con Stefan: per lei era come tradirlo, mancargli di rispetto.

Ma, come dice Katherine e impara Elena, è possibile amarli entrambi.

The Vampire Diaries

In quel momento quella collana ha assunto un significato ben preciso: speranza.

Entra nella vita di tutti quando ne hanno più bisogno. Per Stefan nell’istante in cui ha dovuto ricordare la sua umanità. Per Caroline, durante il suo matrimonio, per avere la sua migliore amica al proprio fianco. Soprattutto per Damon quando, nell’ottava stagione di The Vampire Diaries, soggiogato da Sybil, si ricorda Elena e l’amore che li univa. È per Elena che ha quel significato, una ragazza che è entrata nella sua vita con lo scopo di dargli speranza.

Speranza di un giorno migliore. Speranza per redimersi.

Ecco come un piccolo oggetto insignificante può assumere un’importanza enorme. Quella collana doveva tenerli separati. Doveva ricordare a Elena e Damon che non possono stare insieme. Che “sarà sempre Stefan”. Invece ha avuto l’effetto contrario. Ogni volta che si perdevano, che non sapevano di amarsi o non se lo ricordavano, c’era la collana a rammentargli il loro legame. Li ha uniti più che mai in un rapporto eterno e inscindibile. Sempre e per sempre.

Leggi anche – The Vampire Diaries: quella scena che mi ha emozionato come nessun’altra

Written by Chiara Manetti

Amo scrivere; è la mia passione più grande. Datemi due personaggi e vi monto una storia in un baleno. Mi considero da sempre una scrittrice, anche se non ho mai pubblicato niente.
Amo le serie TV. Le ho scoperte quasi per caso ma, da quando l'ho fatto, non le ho più abbandonate. Ne divoro non so quante a settimana, al mese, all'anno.
Quindi che fare con due passioni come queste? La risposta è semplice: le ho unite. Ho fatto bene? Ovviamente. Il risultato? Beh, quello me lo dovete dire voi.

La casa de papel 4

La Casa de Papel 4 si è scordata il vero nome di Denver?

misfits

Le 5 battute più volgari di Misfits