in ,

Euphoria e The End of the F***ing World hanno 7 punti in comune

Euphoria

Euphoria si è conclusa da poco, lasciandoci con la sensazione tipica di quando finisce una serie tv: la voglia di guardare qualcosa di simile (ecco qui 5 proposte per colmare questo vuoto). The End of the F***ing World sta per tornare a breve con la sua seconda attesissima stagione: l’appuntamento è fissato per il 5 novembre. Entrambi teen drama, uno della HBO e l’altro di Channel 4 (distribuite in Italia da Sky Atlantic e da Netflix). Due racconti che sembrano così diversi ma in realtà sono più simili di quanto non pensiamo, 2 storie di quell’adolescenza messa sotto la lente d’ingrandimento e analizzata sotto ogni punto di vista. Ci sono molti aspetti di somiglianza, alcuni più evidenti, altri più sottili e nascosti. Ne abbiamo individuati 7.

Per scoprirli, basta continuare con la lettura.

1) I personaggi

The End of the F***ing World 2

Sono emarginati, spesso disfunzionali e disturbati, i protagonisti di Euphoria e The End of the F***ing World.

Rue è una teenager tossicodipendente appena uscita dalla riabilitazione. Riprende subito a drogarsi, ormai arresa all’idea che “il mondo sta per finire”. Jules è la ragazza transgender, Kat è quella grassa vittima di body-shaming (fenomeno troppo diffuso). Leslie è la brava ragazza un po’ strana che si veste da Bob Ross piuttosto che da infermiera sexy per Halloween. Maddie e Cassie dovrebbero essere le regine della scuola: la prima è vittima degli abusi di Nate dal quale però non riesce a staccarsi, la seconda ha una relazione poco definita con McKay (osannato al liceo, preso di mira al college) finendo per rimanere incinta.

In Alyssa di The End of The F***ing World, teenager ribelle che nasconde un grande cuore, possiamo trovare quella depressione e quel nichilismo che contraddistingue Rue, unito a un odio generalizzato per l’umanità. James invece è convinto di essere uno psicopatico e sceglie Alyssa come la sua prima vittima umana.

Written by Chiara Manetti

Amo scrivere; è la mia passione più grande. Datemi due personaggi e vi monto una storia in un baleno. Mi considero da sempre una scrittrice, anche se non ho mai pubblicato niente.
Amo le serie TV. Le ho scoperte quasi per caso ma, da quando l'ho fatto, non le ho più abbandonate. Ne divoro non so quante a settimana, al mese, all'anno.
Quindi che fare con due passioni come queste? La risposta è semplice: le ho unite. Ho fatto bene? Ovviamente. Il risultato? Beh, quello me lo dovete dire voi.

5 eroi delle Serie Tv che non ci meritavamo e di cui non avevamo alcun bisogno

gypsy

10 Serie Tv che hanno avuto una sola brutta stagione