Vai al contenuto
Serie TV - Hall of Series » Sons of Anarchy » Le 7 scelte peggiori di Jax Teller

Le 7 scelte peggiori di Jax Teller

Jax Teller è l’indimenticabile protagonista di Sons of Anarchy, la serie tv targata FX che ci narra le vicende controverse del club dei SAMCRO. Jax Teller, interpretato da un incredibile Charlie Hunnam, in groppa alla sua Harley-Davidson si è fatto odiare e amare dai fan della serie, configurandosi come un misto tra un villain e un eroe. Tante volte siamo stati al suo fianco con la lealtà dei SAMCRO stessi, ma tante altre volte abbiamo urlato e sbraitato davanti al televisore per alcune scelte completamente errate effettuate dal nostro protagonista. D’altronde, l’impuso è una delle caratteristiche di Jax e, in fondo, lo adoriamo anche per questo.

Oggi vogliamo rivivere proprio le scelte peggiori di Jax Teller nel corso delle 7 stagioni di Sons of Anarchy

1) I continui tradimenti a Tara in Sons of Anarchy

Sons of Anarchy
Sons of Anarchy Charlie Hunnnam (640×453)

Sappiamo bene che i grandi amori di Jax Teller sono sempre stati la sua Harley Davidson e Tara Kowles. Il loro amore nasce da lontano e sboccia nelle avversità, tuttavia non è un amore semplice, bensì ricco di controversie, ferite autoinflitte e talvolta anche odio.

Gli errori che portano la loro relazione a essere tossica sono imputabili a entrambi, questo è inconfutabile, tuttavia quante volta avremmo voluto entrare nella testa di Jax Teller per dirgli di pensare con il cervello e non con altro?!

Il personaggio di Charlie Hunnam non si distingue per fedeltà e, talvolta, alcuni atteggiamenti fedifraghi ci hanno davvero fatto impazzire.

2) L’omicidio di Gemma Teller nella Settima Stagione di Sons of Anarchy

Sons of Anarchy Charlie Hunnnam (640×407)

L’omicidio della madre è la chiusura di un cerchio che non fa altro che confermare quanto Jax sia il moderno Amleto armato di giubbotto di pelle e Harley Davidson. Di certo Gemma Teller non è uno dei personaggi più amati della serie, anzi può tranquillamente dirsi il contrario, ciò non toglie che l’omicidio della madre sia un’azione che non riusciamo proprio a perdonare a Jax.

Tutto fila perfettamente a livello di trama, nonché a livello di coerenza del personaggio con se stesso e le sue contraddizioni. Quel grilletto premuto al culmine della disperazione fa di lui un antieroe a tutto tondo, Jax Teller si macchia ancora una volta le mani di sangue, ma questa volta è differente. Quel grilletto lo svuota completamente da se stesso, Jax non ha più niente, non è più niente. L’eredità di se stesso cresce nei figli che sa di non meritare, e che non vuole incatenare per sempre alla sua stessa prigione.

Jax poteva ancora salvarsi prima di questo momento, poi non più.

3) L’iniezione di eroina a Wendy

Sons of Anarchy (640×407)

Conosciamo Wendy come una donna inaffidabile, soprattutto per la sua dipendenza da sostanze stupefacenti. Questo aspetto fa di lei una madre incostante e pericolosa, mettendo a repentaglio la vita del piccolo Abel.

Per questo motivo Wendy non ha mai attirato la simpatia dei fan di Sons of Anarchy, tuttavia, per amore del figlio inizia un percorso di crescita personale che non si rivela semplice. Decide di diventare una persona migliore per avere la possibilità di conoscere suo figlio e far parte della sua vita, si ripulisce dalle droghe e diventa la donna che merita di essere. Nel mondo dei Sons of Anarchy prendere i mano la propria vita e indirizzarla verso un cambiamento in positivo non è una cosa scontata, anzi.

A scombinare le carte in tavola è il rapimento del piccolo Abel da parte dell’IRA, avvenimento che spinge la donna a minacciare Jax e Tara. Se c’è una cosa che abbiamo imparato dalla serie tv con Charlie Hunnam è che non bisogna mai minacciare un SAMCRO.

Impaurito da Wendy, infatti, Jax le inietta una dose di eroina nel braccio, minacciandola a sua volta di denunciare la sua ricaduta al centro di riabilitazione in cui la donna lavora. Un gesto vile e spietato, che ci ha mostrato fin dove Jax Teller potesse spingersi.

4) L’omicidio di Wayne Unser

Sons of Anarchy (640×360)

Jax Teller, grazie anche alla splendida interpretazione di Charlie Hunnam, è un personaggio controverso che si fa amare e odiare allo stesso tempo.

Spesso le sue azioni sono dettate da emozioni impulsive. Il più grande errore di Jax è quello di non tenere in considerazione le conseguenze di ciò che fa, soprattutto quando si tratta della vita delle persone. È quello che accade con Unser, quando quest’ultimo cerca di mettersi tra Jax e Gemma.

Sappiamo bene quanto complesso sia il legame tra Unser e Gemma Teller, la regina matriarca dei Sons of Anarchy. Quando Unser si è frapposto tra Jax e il suo obiettivo, il personaggio di Charlie Hunnam non ha esitato a porre fine alla vita dell’ex poliziotto di Charming. Una scelta sbagliata e, soprattutto, evitabile.

5) L’esecuzione di Chris Dun

Sons of Anarchy
Sons of Anarchy Charlie Hunnnam (640×427)

Il brutale omicidio di Tara ha annebbiato il pensiero di Jax Teller. I Sons of Anarchy barattano l’amore con il potere. Solo quando perdono davvero tutto, però, ogni traccia di luce scompare dal loro cuore, facendo posto a spietata oscurità.

È quello che succede anche a Jax Teller quando di fronte al dolore per la perdita di Tara non comprende più la differenza tra verità e bugia. Diventa lo strumento perfetto per le manipolazioni di sua madre Gemma, la quale incastra Chris Dun come colpevole dell’assassinio di Tara.

Jax non si sofferma ad analizzare la realtà e parte all’attacco torturando e uccidendo in maniera brutale il membro del clan alleato. Le conseguenze sono ovviamente nefaste, ancor di più se si pensa che Dun era davvero innocente, e la vera colpevole dell’omicidio di Tara era proprio davanti agli occhi bendati di Jax Teller.

6) Sostenere Clay Morrow negli accordi tra i Sons of Anarchy e il Cartello

Sons of Anarchy
Sons of Anarchy (640×350)

Fidarsi di Clay Morrow è una scelta sbagliata a prescindere, se di mezzo c’è anche il cartello della droga, allora il disastro è assicurato.

È quello che succede quando Clay decide di entrare in contatto con il cartello di Galindo. Ovviamente Clay perseguiva il suo profitto meramente personale, ma l’accordo non sarebbe andato in porto se Jax Teller non avesse appoggiato Clay in questa decisione.

In questo modo si sarebbero anche evitate le tante nefaste conseguenze che sono derivate dall’accordo in questione.

7) Non rivelare la verità sulla morte di Donna sin dal principio

Sons of Anarchy
Sons of Anarchy (640×381)

Una delle storyline più tristi di Sons of Anarchy è senza dubbio quella che riguarda Donne e Opie, il migliore amico di Jax.

Nella prima stagione Donna viene erroneamente assassinata da Tig, semplice esecutore di un crimine commissionato da Clay Morrow. L’evento crea una spaccatura non indifferente all’interno dei SAMCRO, e Jax Teller scopre la verità dopo poco tempo.

Nonostante Opie fosse il suo migliore amico, Jax tiene per sè la verità per molto tempo, accrescendo la sete di vendetta e il rancore di Opie.