in

Avete mai provato il rifiuto post-traumatico da Serie Tv?

Se hai aperto questo articolo, sono solo due le cose che puoi aver pensato una volta letto il titolo: “Sì, anche io ho provato il rifiuto post-traumatico da Serie Tv” oppure “Cos’è il rifiuto post-traumatico da Serie Tv?”.

Dunque, caro lettore, questo articolo indagherà sulla psiche umana e su una delle patologie più pericolose che possano affliggere l’essere umano, riportando i risultati degli studi perpetrati dal  nostro team di ricerca HoS medical research. Questo articolo ti aiuterà a comprendere cose di te stesso che, fino a questo momento, forse ignoravi; e soprattutto ti farà riflettere su qualcosa che forse prima davi troppo per scontato: hai veramente trovato la TUA Serie Tv?

Quella che ti ha trasmesso delle emozioni come nessun’altra, che non ti ha fatto staccare gli occhi dallo schermo anche quando sentivi che stavano per sanguinare, quella Serie che si è presa qualcosa di te che non riavrai più indietro. Se la risposta è sì, allora sai di aver provato sulla tua pelle le terribili conseguenze di questa sindrome; se invece la risposta è no, saprai riconoscerne i sintomi quando giungerà il momento, ma mi duole metterti al corrente che, quando ciò avverrà, sarà ormai troppo tardi.

Serie Tv

Cos’è il rifiuto post-traumatico da Serie Tv?

Il rifiuto post-traumatico da Serie Tv è una patologia che risale alla messa in onda delle prime Serie Tv. Tuttavia, è solo in tempi recenti che si è dato un nome vero e proprio alla sindrome a causa dell’incremento esponenziale dell’uso dello streaming e, di conseguenza, del binge-watching.

Questa sindrome colpisce inevitabilmente un gran numero di addicted e, se non sei stato ancora colpito, non credere di essere al sicuro: troverai anche tu quella Serie Tv che ti creerà un vuoto interiore tale da impedirti di continuare o iniziare la visione di qualsiasi altra Serie per un determinato periodo di tempo.

Quali sono gli effetti e le cause?

Gli effetti possono variare da persona a persona, ma solitamente si manifestano attraverso un rifiuto totale nell’iniziare la visione di qualsiasi altra Serie Tv. In alcuni casi, questo rifiuto è dovuto alla necessità di metabolizzare ciò che è stato appena visto; in altri, è dovuto alla difficoltà nel “lasciare andare” i personaggi che ci hanno accompagnato durante il percorso e ai quali ci siamo affezionati. Infine, in altri ancora, possono manifestarsi entrambe le condizioni sopracitate, perché gli effetti possono variare da persona a persona così come da Serie Tv a Serie Tv.

Serie Tv

C’è una cura?

Il team di HoS medical research è tuttora impegnato nella ricerca di una possibile cura, ma le notizie che ci pervengono non sono positive. L’unico modo per lenire le ferite, si sa, è il tempo, ma non è stato ancora possibile trovare una soluzione che possa accorciare il periodo di recupero.

Concludo esortando te, caro lettore, a donare un piccolo contributo sotto forma di commento raccontando la tua esperienza. Il ricavato sarà devoluto al nostro team di ricerca, così che sarà possibile per loro studiare un numero sempre più esteso di casi e trovare, finalmente, una soluzione definitiva.

Leggi anche: Serie Tv – Qual è il numero massimo di stagioni che dovrebbe avere

Written by Bianca Agrimi

Sono stata nel palazzo mentale di Sherlock Holmes, nell'Oceanic 815 quando è precipitato ed ho vissuto a Twin Peaks. Ero nella Casa Bianca quando Claire Underwood è diventata Presidente e subito dopo sono partita all'avventura nel TARDIS.
Ho vissuto storie e ne vivrò sempre di nuove. Come? Mi basta premere 'play'.

Altered Carbon

Altered Carbon 1×08-09: L’inizio della fine

Serie Tv

Melissa Joan Hart parla del nuovo reboot di Sabrina Vita da Strega