in

Le sette “mamme pancine” più ridicole delle Serie Tv

4) Zia Assunta – La tata

Esistono pancine simpatiche nelle Serie Tv? Difficile a dirsi, ma, se esistessero, una sarebbe sicuramente Zia Assunta.

Sobria come un matrimonio al Castello delle Cerimonie, un po’ sensuale, un po’ tonta, un po’ secsi, con quella casa col divano ricoperto di cellophane perché non si sporchi.

Esempio di pancina: quella che cerca una badante “disponibile” per il nonno ottantunenne.

5) Cindy Walsh – Beverly Hills

Non sono sicurissima che esistano pancine simpatiche, ma di sicuro esistono pancine che si vorrebbe volentieri prendere a ceffoni.

Cindy Walsh è quella a cui penso quando faccio lezioni di kickboxing.

È lei che prendo a calci sulle gengive, lei e il suo perbenismo di facciata, lei e la sua noia da casalinga insoddisfatta, lei che tratta il marito come un povero fesso, quando è l’unico che porta a casa la pagnotta.

Cindy Walsh, io ti odio.

Esempio di pancina: quella che organizza l’addio al nubilato della cognata con bambini e pizzette.

Scritto da Bruna Martinelli

Laureata in lingue e letterature straniere, impiegata, moglie e mamma felice. Appassionata di serie tv, viaggi, musica, cucina. Scrivo di tutto, da sempre, per tutti. Non prendetemi mai sul serio, non lo sono quasi mai.

Netflix

Netflix si pronuncia sull’abrogazione della Net Neutrality negli USA

Mindhunter

Le 10 migliori canzoni di Mindhunter