in

Queste 10 Serie Tv sono le regine del trash?

6) Brickleberry

Ambientata nel parco nazionale americano di Brickleberry, gestito da una serie di incompetenti, razzisti, omofobi, ninfomani, erotomani, gerontofili, completi idioti e chi più ne ha, più ne metta, questa Serie Tv cartoon fa un passo oltre ai Simpson, ormai quasi per educande, o ai prodotti di Seth MacFarlane.

Sì, perché qui si parla tranquillamente di stupri, omicidi, incesti, violenze di tutti i tipi, il linguaggio è da censura, insomma, tutto ciò che fa politicamente scorretto.

Solo che è eccessivo e sfonda quindi il muro del trash, perché Brickleberry va ben oltre il trash ed è solo per stomaci veramente forti.

7) The Orville

the orville

Pur da grandissima fan di Seth McFarlane, mi duole dirlo, ma The Orville è trash: sembra che neanche gli stessi attori siano completamente convinti di essere lì, sono rigidi, impacciati e, per quanto l’idea sia geniale, non è stata sviluppata come si deve.

Le battute sono trash, non fanno ridere, ma ti lasciano lì come quando qualcuno tenta di raccontarti una barzelletta che non fa ridere e tu rimani lì, con quel sorriso finto di cortesia che mette in imbarazzo tutti. Ecco il senso del trash di questa Serie Tv.

Written by Bruna Martinelli

Laureata in lingue e letterature straniere, impiegata, moglie e mamma felice. Appassionata di serie tv, viaggi, musica, cucina. Scrivo di tutto, da sempre, per tutti. Non prendetemi mai sul serio, non lo sono quasi mai.

Runaways

Marvel’s Runaways – Quando i cattivi sono mamma e papà

impero romano

Michael Hirst e Martin Scorsese stanno pensando a una Serie sull’Impero Romano