in

5 Serie Tv Originali Netflix con un cast non da Netflix

Grace and Frankie Netflix 1200x675

A partire dal 2013, Netflix ha iniziato ad arricchire il suo catalogo con gli “Originali”, contenuti inediti grazie ai quali si è affermata ulteriormente nel panorama seriale. Difatti, nel bene e nel male, questi prodotti originali sono riusciti ad attrarre un pubblico piuttosto vasto: ci sono serie tv che ci hanno fatto sognare con le loro storie d’amore, quelle che ci hanno conquistato grazie alla grande qualità che le contraddistingue, così come quelle che ci hanno sconvolto con i loro finali inaspettati. Dunque, è chiaro quanto ad oggi sia possibile trovare un Originale Netflix adatto a qualsiasi tipo di spettatore e gusto.

Chi segue la piattaforma sa bene quanto molti di questi show siano caratterizzati dalla presenza di volti giovani (esordienti oppure ancora poco conosciuti) che hanno trovato la popolarità grazie a questi progetti. Tuttavia in altre occasioni Netflix, desiderosa di sfruttare il talento di grandi attori e attrici, ha scelto di puntare su cast formati da interpreti già affermati. Grandi volti del cinema e della televisione che in passato avevano già dato prova delle loro capacità, costruendosi una carriera di tutto rispetto. E oggi vi vogliamo parlare proprio di quegli Originali che hanno potuto contare sempre su cast rinomati e ben consolidati.

Vediamo dunque insieme 5 Serie Tv Originali Netflix con un cast non da Netflix.

1) The Crown

The Crown Cast Netflix

The Crown è sicuramente uno dei migliori Originali Netflix disponibili sulla piattaforma.

Un prodotto che si è distinto sin da subito per la sua altissima qualità, riscontrabile essenzialmente in ogni aspetto dello show: la fotografia, i costumi, l’accurata scenografia e l’elaborata sceneggiatura. Un dramma storico che si concentra sulla vita di Elisabetta II e sulla Corona, così come sull’evoluzione dell’Inghilterra, un paese che abbiamo visto trasformarsi insieme ai personaggi. Difatti, pur ricorrendo a qualche libertà creativa, lo show ci ha mostrato nel dettaglio alcuni degli eventi più determinanti della storia moderna.

Ma ancor più che l’elemento storico, è quello umano che è riuscito a colpire davvero il pubblico. I protagonisti dell’Originale hanno infatti mostrato fragilità che li hanno avvicinati agli spettatori, testimoni di momenti di felicità rubata o di drammi personali capaci di spezzarci il cuore. Senza un cast eccezionale, non sarebbe mai stato possibile catturare questa complessità emotiva. Fortunatamente, The Crown ha puntato sin da subito su interpreti esperti che hanno reso giustizia alla famiglia reale: Claire Foy, Matt Smith e Vanessa Kirby. Olivia Colman, Tobias Menzies ed Helena Bonham Carter. E che dire di Josh O’Connor ed Emma Corrin? Attori e attrici che, con questa esperienza, hanno riconfermato il loro incredibile talento, fornendo inoltre il supporto necessario per formare nuovi volti.

2) Grace and Frankie

Grace and Frankie Cast Netflix

Grace and Frankie è una delle migliori comedy disponibili su Netflix. Dalla premessa brillante, questa ‘Friends della terza età‘ è un’irriverente e geniale storia sulle difficoltà di rifarsi una vita a 70 anni suonati, ma anche sulla scoperta di se stessi e di ciò che non sempre ci rendiamo conto di poter o voler fare. Attraverso i vari personaggi, ognuno contraddistinto da stranezze e capricci diversi, lo show ha potuto parlarci di una fascia demografica che viene spesso ignorata sul piccolo schermo, pur potendo offrire spunti di riflessioni decisamente interessanti. Difatti, Grace and Frankie non esplora solo la vecchiaia e i suoi impedimenti, ma anche tematiche importanti come i diritti degli omosessuali, l’attivismo sociale e la scoperta della propria sessualità.

In questo modo, la serie Netflix ha dimostrato di essere capace di offrire sia una comicità fresca e spontanea che non disdegna mai battute scorrette o atteggiamenti sbarazzini che una profondità incredibile, capace di commuoverci in più episodi. L’ottima sceneggiatura è sicuramente uno dei punti di forza dello show che, tuttavia, non avrebbe mai avuto lo stesso successo senza i suoi interpreti. Difatti, Grace and Frankie presenta un cast d’eccellenza, a partire dai quattro protagonisti. Jane Fonda, Lily Tomlin, Martin Sheen e Sam Waterston dominano la scena ogni volta che appaiono sullo schermo, sia singolarmente che in gruppo. E che dire del cast di supporto? Brooklyn Decker, June Diane Raphael, Ethan Embry e Baron Vaughn forse non avranno la stessa esperienza di Fonda o Sheen, ma ciononostante non hanno mai mancato di regalarci ottime interpretazioni.

3) Maniac

Maniac Cast Netflix

Maniac è senza dubbio uno dei progetti più interessanti di Netflix.

Una miniserie creata e diretta da Cary Fukunaga che vi trasporterà in un viaggio surreale nella mente dei protagonisti, Annie Landsberg e Owen Milgrim. Affetti da patologie psichiatriche, i due affronteranno insieme un esperimento per testare un farmaco progettato per alleviare le sofferenze dei pazienti, trovandosi più volte l’una nei pensieri dell’altro e svelando una profonda connessione reciproca. Grazie alla dimensione onirica che lo contraddistingue, lo show ha potuto sfruttare una grande varietà di generi, ricorrendo anche a diversi easter egg per omaggiare i capolavori del cinema. Così come a una soundtrack memorabile, degna delle più grandi produzioni cinematografiche.

Dall’ambientazione semi-futuristica e alienante, Maniac tratta con grande intelligenza i disturbi psicologici: i traumi, le insicurezze e le lacerazioni dell’anima dei personaggi vengono infatti descritte con consapevolezza e delicatezza, merito anche dell’ottima interpretazione di Emma Stone e Jonah Hill, le colonne portanti di questo breve ma intenso racconto. Anche in questo caso, ci ritroviamo di fronte a un cast dall’esperienza solida e ben consolidata. Dopo i loro esordi in ruoli per lo più comici, Stone e Hill hanno portato avanti una brillante carriera, partecipando a progetti che hanno ricevuto diversi riconoscimenti (La La Land, The Wolf of Wall Street e The Help, per citarne alcuni). Forti delle loro esperienze, i due hanno dato ancora una volta prova del loro talento, riuscendo a raccontare i loro personaggi con profondità e originalità. Una nota di merito va data anche al cast di supporto che, fra Justin Theroux, Sally Field e Sonoya Mizuno, ha saputo dare vita allo strano mondo di Maniac.

4) Il Metodo Kominsky

Il Metodo Kominsky Cast

Prodotta da Chuck Lorre, Il Metodo Kominsky è una serie semplice, ma non per questo meno profonda. Difatti, pur non avendo una trama altisonante, lo show riesce ad essere perfetto a modo suo, soprattutto grazie all’intensità e spontaneità con cui tratta i suoi temi. Inoltre, sarcasmo e ironia si alternano a momenti drammatici e di grande commozione, creando così un perfetto equilibrio. La premessa dello show è piuttosto semplice: Sandy Kominsky e Norman Newlander, amici di vecchia data, si riavvicinano dopo la morte della moglie del secondo, scoprendo di poter contare l’uno sull’altro anche in questa fase della loro vita. Non solo a livello personale, ma anche lavorativo: difatti, mentre Kominsky è un insegnante di recitazione, Newlander è un noto produttore hollywoodiano.

Ciò che colpisce di questo show è sicuramente la presenza di mostri sacri come Michael Douglas e Alan Arkin, entrambi eccezionali nelle rispettive parti. Tuttavia, per quanto questo cast da Oscar potesse essere già da solo una garanzia, lo show deve gran parte del suo successo a una scrittura davvero sublime, contraddistinta da dialoghi e interazioni che difficilmente vi annoieranno, motivo per cui ogni episodio si è rivelato gradevole e soddisfacente. Così come in Grace and Frankie, leggerezza e drama sono riusciti a convivere e prosperare nella serie Il Metodo Kominsky, regalandoci uno show che vale assolutamente la pena recuperare.

5) Dead to Me

Dead to Me Cast 640x360

Dead to Me è una storia di amicizia e bugie, di due donne all’apparenza diverse ma che troveranno un porto sicuro l’una nell’altra. Esilarante ma commovente allo stesso tempo, questa dark comedy ha saputo affrontare con onestà il dolore e la rabbia femminile, così come i sensi di colpa e i legami affettivi necessari per superare i momenti bui della nostra esistenza. Tutto questo ci viene raccontato attraverso la storia di Jen Harding e Judy Hale, due donne ferite che si incontreranno in un gruppo di ascolto per superare la perdita di una persona cara. Unite dal dolore, le due diventeranno presto amiche pur avendo veramente poco in comune.

Le incomprensioni e i colpi di scena riescono a tenere alta l’attenzione del pubblico, intrigato sia dal rapporto delle protagoniste (quasi ai limiti della co-dipendenza) che dai misteri che verranno svelati nel corso degli episodi. Ma più che nella trama in sé, il successo dello show sta nel cast, nel quale spiccano soprattutto Linda Cardellini e Christina Applegate. Le due attrici, entrambe con una lunga carriera alle spalle, hanno saputo far emergere le sfumature dei loro personaggi, fra gioie, dolori e traumi di diversa natura. Allo stesso modo, James Marsden ha dimostrato una grande versatilità grazie al doppio ruolo di Steve Wood e Ben Wood, fratelli gemelli la cui storia si legherà strettamente a quella delle protagoniste.

LEGGI ANCHE – Netflix annuncia la Geeked Week, la sua prima convention virtuale

Scritto da Ambra Verzucoli

Sono una ragazza dai mille amori e dai mille interessi, amante della bella musica e del buon cibo, del profumo dei libri e del rumore degli scatti fotografici. Sempre curiosa e in cerca di ispirazione, adoro viaggiare, perdermi nei boschi, incontrare nuove culture e capire chi è diverso da me. Appassionata da sempre di serie TV e cinema, non potrei mai fare a meno della mia dose giornaliera di personaggi eccentrici e universi strabilianti.

Modern Family

Jay Pritchett non è un padre perfetto ma è perfetto a modo suo

Holly e Benji – Le Pagelle della Gazzetta di Jeff Turner