Vai al contenuto
Home » SERIE TV » 5 Serie Tv tratte dal mondo di Harry Potter che ci piacerebbe vedere

5 Serie Tv tratte dal mondo di Harry Potter che ci piacerebbe vedere

Che J.K. Rowling abbia creato un mondo vastissimo, ben più ampio di quello contenuto nei sette volumi (e negli otto film) della saga di Harry Potter, non è un segreto. L’autrice fantasy ha disseminato i suoi libri di tanti spunti che potrebbero dar luce a nuove (o vecchie, se parliamo di prequel) storie. Proprio per questo, i lettori della serie si sono spesso interrogati sulla possibilità di vedere, prima o poi, qualcuno di questi ipotetici spin-off su piattaforme come Netflix o Amazon Prime. Fake news o informazioni mal riportate hanno spesso alimentato – e poi spento in un soffio – queste speranze: ormai, almeno una volta all’anno esce la notizia di una serie su Harry Potter in cantiere, salvo poi ricevere una smentita qualche giorno dopo. Un vero peccato, dato che di serie tv tratte da romanzi fantasy ne stanno uscendo molte, alcuni esempi sono Shadow and Bone, Queste Oscure Materie, Shadowhunters. I fan di Harry Potter, però, amano la fantasia e sono anche dei grandi sognatori. Perciò, proviamo a immaginare: quali serie tv tratte dai volumi di J.K. Rowling ci piacerebbe vedere? Quali storie, accennate o abbozzate tra le righe della trama principale vorremmo approfondire?

In particolare, abbiamo individuato 5 tematiche che potrebbero essere sviluppate in serie tv su Harry Potter molto interessanti.

1) La storia dei Malandrini

Harry Potter

I signori Lunastorta, Codaliscia, Felpato e Ramoso
Consiglieri e Alleati dei Magici Malfattori
sono fieri di presentarvi
La Mappa del Malandrino.

E se fossero fieri di presentarci anche la loro storia? J.K. Rowling, a partire da Harry Potter e il Prigionieri di Azkaban, ci ha raccontato molto dei Malandrini, ma di sicuro vorremmo saperne di più. Un viaggio a Hogwarts all’epoca in cui James Potter, Remus Lupin, Sirius Black e Peter Minus (okay, di Peter Minus ne faremmo volentieri a meno, ma ai tempi era ancora innocente) scorrazzavano tra i banchi e compivano malefatte sarebbe uno spasso. Una serie tv incentrata su di loro permetterebbe di approfondire figure spesso incomprese o analizzate male come quella di James Potter, dipinto da molti (e da Severus Piton) come un bullo arrogante, ma che – come Rowling lascia intendere – è un personaggio sfaccettato e più complesso di quel che si pensi. Così come potremmo vedere Lupin alle prese coi suoi primi momenti da licantropo o Sirius quando ancora era libero e lontano dai tormenti dei Dissennatori di Azkaban.

Inoltre, sarebbe interessante anche cogliere tutti gli sviluppi della storia d’amore tra James e Lily, che Rowling ha dovuto riassumere in poche righe nei suoi libri: quando, esattamente, Lily si è innamorata di James? Quando, invece, James ha messo la testa a posto? Come ha vissuto tutto questo Severus Piton? E Sirius, nella sua giovinezza, aveva una fidanzata? Tantissime domande potrebbero trovare risposta tramite una serie tv (a cui vorremmo, naturalmente, lavorasse anche l’autrice stessa per evitare discrepanze o storie da fanfiction).

2) La storia dei fondatori di Hogwarts

Harry Potter

Facendo un passo ancor più indietro, una serie prequel potrebbe riguardare anche i fondatori di Hogwarts: Godric Grifondoro, Tosca Tassorosso, Cosetta Corvonero e Salazar Serpeverde. Di loro sappiamo ancor meno che dei Malandrini. I fondatori, nella nostra mente, somigliano quasi più a personaggi mitici e leggendari che a quattro persone che hanno scelto di costruire una scuola di Magia e Stregoneria. Una serie incentrata sulle loro vicende potrebbe portarci alla scoperta delle motivazioni che li hanno spinti a fondare Hogwarts, di come abbiano lavorato e di quali fossero i rapporti tra loro. Avremmo anche uno sguardo più preciso sulle discrepanze tra i primi tre e Salazar Serpeverde, oltre ad avere la possibilità di vedere più da vicino la costruzione della Camera dei Segreti.

E, andando oltre, potrebbe essere interessante conoscere i primi studenti di Hogwarts, nonché i primi professori. Quanto era diversa la Hogwarts del passato rispetto a quella attuale? In Animali Fantastici c’è qualche scorcio sulla vita di Albus Silente quando ancora non era Preside, ma professore di Trasfigurazione.

Eppure, sarebbe curioso andare ancor più a ritroso e ripercorrere le tappe fondamentali di questa scuola, ben prima di Harry Potter.

3) Il passato di Voldemort

Harry Potter

Uno degli elementi più intriganti di Harry Potter e il Principe Mezzosangue (anche de La Camera dei Segreti, ma in misura molto minore) è senz’altro l’approfondimento sulla storia di Voldemort, ossia sul percorso che ha portato un ragazzino orfano a diventare il più temuto mago oscuro di tutti i tempi. Nella trasposizione cinematografica, questo tuffo nel passato del nemico principale ha avuto troppo poco spazio ed è stato in parte confusionario per via del cambiamento di attore – Christian Coulson nel secondo film, che ben si sposava con la descrizione fatta da Rowling, e Frank Dillane nel sesto film, sicuramente meno aderente al Tom Riddle del libro.

Sappiamo che Tom Riddle bambino ha dovuto fare i conti da solo con i propri poteri magici e che, sempre da solo, ne ha scoperto il lato più sinistro. Ma com’è stato, nel dettaglio, il suo arrivo a Hogwarts? Come, esattamente, si è messo sulle tracce della Camera dei Segreti? In che modo ha raccolto i suoi seguaci? Su un personaggio del genere, così sfaccettato e ambiguo, si potrebbe davvero fare una serie tv, e anche di diverse stagioni.

4) 19 anni dopo

L’epilogo di Harry Potter e i Doni della Morte ci fa fare un balzo in avanti di 19 anni per permetterci di dare un’occhiata molto rapida a Harry, Ginny, Ron ed Hermione adulti e con figli. L’ultima scena – di libro e film – ci mostra proprio i bambini che si preparano per andare a Hogwarts, in particolare Albus Severus Potter che deve cominciare il primo anno e si interroga su quale Casa potrebbe ospitarlo. Un epilogo del genere sembrava un assist perfetto per una Saga sequel che però Rowling non ha (ancora) voluto scrivere. Noi, però, siamo curiosi come Grattastinchi e vorremmo sapere qualcosa sulla vita scolastica dei figli dei protagonisti.

L’eventuale serie potrebbe porre al centro delle vicende proprio Albus Severus, affiancato dai fratelli e dai figli di Hermione e Ron, alle prese con la loro vita scolastica e magari qualche nuovo nemico. E il figlio di Draco Malfoy da che parte starà? Inoltre, non disdegneremmo qualche sottotrama riguardante la vita genitoriale dei vecchi protagonisti e la loro carriera lavorativa. Come se la passeranno da adulti?

5) La Hogwarts del futuro

Harry Potter

Dopo essere andati indietro, indietrissimo e avanti, ora andiamo avantissimo. Ci sono molti fan della Saga che sono a posto così, preferirebbero che la storia principale non venisse toccata in alcun modo, nemmeno con degli spin-off (molti, tra l’altro, sono rimasti sfiduciati dalla qualità discutibile dei film Animali Fantastici che, nonostante la presenza di Rowling alla sceneggiatura, ha presentato molte discrepanze con il materiale originale, in primis l’età della professoressa McGranitt).

Ma se prendessimo soltanto l’ambientazione, senza toccare personaggi o vicende già conosciuti? Si potrebbe costruire una nuovissima trama sullo sfondo della Hogwarts del futuro, non di 19 anni dopo, ma di 100, ad esempio. Come saranno i maghi e le streghe del domani? Avranno ancora memoria di Harry Potter? Ci saranno nuovi nemici? Le porte dell’immaginazione sono sempre aperte, spalancate, e non possiamo sapere se in futuro l’autrice scriverà qualcosa di nuovo, da cui davvero potranno essere tratte delle serie tv, o se darà l’O.K. per avviare delle produzioni. Voi cosa preferireste vedere?

LEGGI ANCHE – Anya Taylor-Joy de La Regina degli Scacchi ha imparato l’inglese con Harry Potter