in

I 22 personaggi secondari più fighi nella storia delle Serie Tv

The Originals POSIZIONE 17 – ELIJAH MIKEALSON (THE ORIGINALS) – La famiglia prima di tutto, costi quel che costi. E’ questo il motto di Elijah, motto che si riflette in ogni comportamento, strategia e pensiero. Il suo rapporto con Klaus è sicuramente complicato e controverso ma l’onore e il legame fraterno, pur messi a dura prova, sono la sua bussola costante. Una sua promessa vale come moneta sonante, purché questa non porti a problemi irrisolvibili per la sua famiglia, per la quale non esita a mettere sentimenti e interessi propri in secondo piano. Questi elementi fanno del nostro vampiro “originale” uno dei personaggi secondari più importanti nel panorama serie e il suo spessore in “The Originals”, spin-off di The Vampire Diaries, è cresciuto a dismisura rispetto alla serie madre, rendendo il suo personaggio ancora più interessante di quanto non fosse.

Glee Sue Serie Tv POSIZIONE 16 – SUE (GLEE) – Sue Lei non ha bisogno di presentazioni. Come si fa a parlare dell’acerrima nemica di Will Shuester, di colei che mette sempre i bastoni tra le ruote a tutto il Glee Club, che sogna di distruggerlo dallo stesso momento in cui è nato? Sue è uno dei personaggi più ben costruiti: diabolica e irrazionale, molto raramente si scoprirà avere un’anima. Quando accade però è come una zia che tiene a cuore i suoi ragazzi e li protegge.

 

 

 

ShamelessPOSIZIONE 15 – JIMMYSTEVE (SHAMELESS) – Personaggio che in assoluto riesce a creare le dinamiche più strane e misteriose in quel folle universo che è Shameless. Ha più nomi, più identità e più personalità. In pratica, anche più posizioni sociali. Scompare e riappare come un illusionista. Ma una costante c’è: è il grande amore di Fiona, quello indimenticabile.

 

 

Caroline Forbes The Vampire Diaries POSIZIONE 14 – CAROLINE FORBES  (THE VAMPIRE DIARIES)
E’ impossibile non amare Caroline, punto. Biondina svampita da umana, tostissima bad-ass da vampira, senza di lei tutte le vicende che si svolgono a Mystic Falls andrebbero necessariamente a scatafascio, eventi mondani e storie d’amore comprese. Se si avvicina un problema, il suo contributo per risolverlo finisce per essere sempre fondamentale, grazie anche alla sua innata capacità di riportare chiunque sulla retta via. In qualsiasi serie, sarebbe il conforto perfetto, la principale confidente di qualsiasi protagonista, sia che fosse Frank Underwood, sia che fosse Sheldon Cooper.

 

 

Written by Vincenzo Galdieri

Sostanzialmente scrivo baggianate, ma gli dò un tono talmente epico che a volte rischiano pure di sembrare cose interessanti

Serie Tv LGBT contro l’omofobia

The Walking Dead in Game of Thrones: il crossover dei sogni