Vai al contenuto
Home » RECENSIONI » X Factor 15 – La recensione in ANTEPRIMA della prima puntata

X Factor 15 – La recensione in ANTEPRIMA della prima puntata

X Factor 15 torna il 16 settembre su Sky e NOW con una nuova e freschissima edizione raccontata durante la conferenza stampa a cui noi di Hall of Series siamo stati invitati. Da anni questo talent show si è distinto per la sua originalità, consegnata attraverso una regia per nulla dispersiva e a tratti cinematografica, capace di far percepire ogni singola emozione che i musicisti e gli artisti portano sul palco delle audizioni e dei live. Anche questa volta le clip che intervallano le audizioni sono fondamentali, perché danno un volto e una storia alla persona che sale sul palco. Ed è questa trasformazione che si avverte nel momento in cui inizia il primo episodio di X Factor Italia 2021. Tutte quelle maschere, quei cantanti e musicisti anonimi vengono rivelati e mescolati per dimostrare l’inutilità di dividere la musica in generi. A contare davvero questa volta è solo e soltanto il talento. Così gli occhi diventano lucidi perché anche se costellata da sponsor e tagli e scene rifatte, X Factor 15 x01 si sta facendo portavoce di una necessità e di un cambiamento.

Durante il primo episodio si è subito avvertita la magia della musica che contraddistingue, forse anche più delle altre volte, il programma Sky che ha deciso di rispecchiare gli animi delle nuove generazioni con l’abolizione delle etichette e delle categorie (qui il trailer). Durante la puntata sono stati molti i riferimenti e le discussioni in merito a questo argomento così delicato ma tanto attuale, le interviste brevi andate in onda sono state poste agli artisti in gioco che con animo sensibile hanno dimostrato che “non è troppo tardi per guardare al futuro”. Attraverso i vestiti, attraverso la musica e le parole ogni cantante ha raccontato la realtà confermando alcune delle parole di Eliana Guerra, curatrice del programma, che ha definito i ragazzi di oggi consapevoli di ciò che li circonda.

X Factor 15 apre una narrazione piacevole, con tante altre novità.

Tra quelle più chiacchierate vi è il ruolo di conduttore, ricoperto dal giovane attore Ludovico Tersigni. Direttamente da Skam (di cui arriverà una nuova stagione) e passando per Summertime, Tersigni si dimostra all’altezza del ruolo entrando facilmente nella famiglia Sky e riuscendo a farsi apprezzare anche dal pubblico che, accanto ai giovani concorrenti, lo vede particolarmente a suo agio. Forse un po’ impacciato all’inizio ma di certo molto tenero, Tersigni abbraccia e sostiene ogni partecipante in questo percorso ricco di emozioni. Non siamo solo noi ad aver versato qualche lacrima, ma tra i giudici gli occhi lucidi si sono palesati così come i silenzi di stupore davanti a testi incredibili e toccanti.

Esibizione dopo esibizione l’atmosfera si alterna tra momenti gioviali e attimi di pura serietà, ma i litigi e le discussioni al tavolo dei giudici non sono ancora davvero cominciate. Questo quartetto sembra confermarsi uno dei migliori già in X Factor 15×01, capace di bilanciarsi ma anche di stuzzicare l’attenzione con qualche battutina e tormentone che ha già segnato questa edizione del 2021. Ci sono complimenti, insulti e, come direbbe qualcuno, tanti complinsulti seguiti da risate complici.

A rivelarsi interessante è anche il rapporto giudici-conduttore che ricorda un po’ quello tra zii particolarmente fighi e nipote alle soglie del debutto. Sono queste le vibes percepite durante i dialoghi tra Hell Raton e Ludovico Tersigni, specialmente quando quest’ultimo fa la sua entrata trionfale negli Studios. Nonostante i copioni possiamo inoltre confermare una buona dose di improvvisazione che rende la puntata molto più avvincente e divertente quando Mika, Emma, Manuel e Hell Raton sono costretti ad assistere a delle audizioni pietose e un po’ patetiche.

X Factor 15x01

Qualcosa resta e qualcosa va via in X Factor Italia 2021.

Scompaiono dagli Studios di Sky Cattelan e il pubblico, ma quest’ultimo fortunatamente tornerà durante i live poiché è fondamentale che i giovani artisti percepiscano un audience concreta e si sentano come a un loro primo e vero concerto. Le audizioni, tuttavia, proseguono come l’edizione scorsa e ad assistere ci troviamo soltanto i giudici avvolti un’atmosfera più intima, confortevole e professionale. Sotto molti aspetti l’assenza del pubblico ha reso anche le audizioni di questo primo episodio meno dispersive e più focalizzate sul rapporto artista-giudici, che forse si sono sentiti più liberi e meno frastornati da migliaia di persone solitamente alle loro spalle. A cambiare leggermente è anche il palco caratterizzato da una scenografia e da colori più freddi che ricordano leggermente uno stile moderno futuristico. A sottolineare questo gusto è anche un lungo corridoio, unica via d’accesso al palco per chi è in gara. A tal proposito non sono mancate battute e attese divertenti per smorzare un po’ la tensione ma che tuttavia non hanno sminuito le emozioni che le voci dei concorrenti sono stati in grado di provocare e quei dieci che ci vengono presentati riescono infatti a raggiungere vette altissime nonostante la giovane età. Il motivo dietro tutto questo ce lo spiega proprio Manuel Agnelli all’inizio dell’episodio.

”Noi siamo senza confini” afferma il cantante degli Afterhours in X Factor 15×01 aprendo finalmente un’edizione tanto attesa.

Damiano dei Maneskin è comparso in Un Medico In Famiglia