in ,

Shadowhunters e l’apertura di nuovi scenari nel mid-season finale

Shadowhunters

Shadowhunters ritorna a giugno, ma ha pensato bene di lasciarci con un bel po’ di emozioni!

Devo ammettere che questa puntata ha chiuso in maniera perfetta una parte della storia, almeno per il momento. Siamo arrivati al mid-season finale, quindi era strettamente necessario mettere dei punti fermi per chiudere la prima parte della stagione. Allo stesso tempo, Shadowhunters ci ha aperto un nuovo scenario, giusto giusto alla fine dell’episodio.

Chiaramente ho le mie teorie, in merito, ma preferisco arrivare alla fine per dirvi tutto. Intanto, potremmo riassumere la puntata in “ODDIO QUANTI FEELINGS!”. 

Se tralasciamo infatti le scene d’azione, che hanno contraddistinto enormemente questa puntata di Shadowhunters, mi è stato praticamente impossibile non annegare nei feels! Specie con quei momenti romantici delle coppie che mi fanno impazzire (*Colpo di tosse* Malec *Colpo di tosse*).

Andiamo però a vedere più da vicino cosa è effettivamente successo in questa puntata di Shadowhunters.

Come d’abitudine, piccolo riassunto della puntata precedente: si è scoperto che Clary ha sangue angelico, e che perciò può attivare la Spada dell’Anima (o della Verità, fate voi, tanto è uguale). Valentine lo sa bene, motivo per cui ha rapito Madzie, la nipote di Iris. Ora, Clary le deve una specie di favore dato il patto di sangue che ha stretto, perciò deve muoversi alla ricerca della piccola strega, altrimenti morirà. Trovare la bimba però è stato fin troppo semplice, dato che Valentine l’ha lasciata andare. Madzie raggiunge quindi Clary, ma la porta direttamente da Valentine. I suoi amici riusciranno a ritrovarla, pur andando contro l’intero mondo dei Nascosti, che vorrebbe Clary morta, date le sue abilità. In tutto l’insieme, però, Valentine rapisce Simon e sparisce dalla vista di Clary.

Già dall’inizio di questa puntata di Shadowhunters, però, possiamo capire dov’è finito Simon, dato che Valentine fa irruzione nell’Istituto. Non che la faccia proprio lui in prima persona, ma manda avanti Madzie, che di certo è molto più abile di lui. Alla vista di Alec e degli altri shadowhuters, la bimba scaraventa il ragazzo in un’altra sala, per poi aspirare l’aria e uccidere tutti gli altri. Se non altro, ora sappiamo perché Madzie è provvista di branchie. Onestamente pensavo fossero parte di un esperimento venuto male, ma sono contenta di sapere che non è così.

Shadowhunters

Nel frattempo, Clary, Jace e Luke tentano di trovare un modo per salvare Simon. La loro situazione non è esattamente delle migliori, e di certo Valentine si impegna a far sì che resti tale. Durante questa puntata chiamerà Clary più volte, con una videochiamata, facendole chiaramente capire che deve raggiungere l’Istituto per attivare la Spada, se vuole che Simon viva. 

Che poi, se Clary lo facesse Simon morirebbe in ogni caso, per l’attivazione della Spada. Dobbiamo ammettere che Valentine non è molto bravo ad incentivare i suoi figli!

Sembra che ci sia un modo, però, per distruggere la Spada, e a dare la notizia è Dot. La strega è stata vittima degli esperimenti di Valentine, ma l’antidoto datole da Magnus la farà tornare in sé e le farà dire le poche parole che chiariscono la visione angelica che abbiamo visto qualche puntata fa: Jace può distruggere la Spada.

Shadowhunters

Questa cosa viene confermata da Magnus, che, vedendo la visione che i due ragazzi hanno avuto dall’angelo, spiega che il sangue demoniaco di Jace e una strana assonanza del suo cognome potrebbero portarlo ad essere il distruttore della Spada. Un po’ complicato, ma funziona.

C’è però un problema: se Jace distrugge la Spada, morirà anche lui. Quindi, da una parte muore Jace, dall’altra morirebbero tutti i Nascosti. Non che sia una scelta molto difficile da fare a livello numerico, ma comunque sarebbe sempre meglio non far morire nessuno.

Dunque, Luke e Jace tentano di entrare nell’Istituto per prendere la Spada e fermare Valentine, mentre Clary resta da Magnus. Quando però riceve un’altra chiamata di Valentine in cui lo vede sgozzare (anche se in maniera lieve) Simon, la ragazza non perde tempo e decide di raggiungere l’Istituto, con l’aiuto di Magnus.

Ora, per attivare la Spada sarebbe necessario l’ausilio di un fulmine, e si dà il caso che l’Istituto ce l’abbia. Perciò, mentre tutti sono occupati in qualcos’altro, Alec ed Aldertree tentano di disattivare la corrente. Durante tutto questo momento, tra l’altro, conosciamo meglio il personaggio di Victor, che sembrava essere una persona molto più umana, tempo prima, data la storia di sua moglie.

È quasi un peccato che poi sia cambiato così.

Shadowhunters

Quando poi i due vengono aggrediti da seguaci di Valentine, troveranno aiuto in Izzy. Non si è vista moltissimo in questa puntata di Shadowhunters, ma quando è comparsa ha decisamente spaccato i culi, come sempre.

Ammetto però che mi dispiace che ora con Raphael si trovi ai ferri corti. Non mi aspettavo qualcosa di diverso, dopo che lui le ha nascosto il cellulare per poterla tenere a casa sua, ma ero quasi certa che sarebbero finiti a letto insieme almeno una volta, prima di vedere un qualche tipo di rottura…

Torniamo però alle cose serie.

Clary sta per entrare nell’Istituto, ma viene bloccata dai vampiri di Raphael che la vogliono morta. Meno male che Luke e Jace riescono ad intervenire in tempo, sennò le cose sarebbero andate diversamente.

Con un piano ben elaborato, Clary convince i Nascosti ad unirsi alla sua causa. Così, mentre Jace prende le sembianze di Clary per salvare Simon, la ragazza parte con Magnus alla ricerca di Madzie. Quando la trovano, però, si dividono: lo stregone penserà alla piccola, mentre Clary cercherà Simon, ma verrà bloccata dai seguaci di Valentine, che vogliono obbligarla ad attivare la Spada.

Nel frattempo Jace e Simon sono scappati da Valentine, e aspettano che Alec stacchi la corrente. Vedendo però cosa sta accadendo con Clary, Simon decide di intervenire, e blocca il tutto poco prima che lei tocchi la Spada. In loro soccorso arrivano anche i Nascosti, ma la cosa serve a poco: Jace prende in mano la Spada per poterla distruggere, ma il suo tocco in realtà la riattiva. Motivo per cui, quando Valentine la prende in mano, buona parte dei Nascosti nella sala muore.

Shadowhunters

Solo più avanti capiamo perché ciò è avvenuto.

Valentine scappa, ma Clary e Jace riescono fortunatamente a raggiungerlo. Durante uno scontro, Valentine rivela a Jace la verità: non solo non ha sangue demoniaco nel corpo, ma non è nemmeno suo figlio. Abbiamo anche la certezza che dica la verità, dato che tiene la Spada in mano.

Quindi, a Jace è stato iniettato del sangue angelico, e possiamo tornare a chiamarlo Wayland, proprio come una volta. So che questo discorso della mancata parentela tra Clary e Jace è stato affrontato anche nei libri, e spero vivamente che i lettori non siano rimasti delusi da questa scena, perché, onestamente, a me è piaciuta molto. Mi ha davvero tenuto sulle spine. 

Shadowhunters

Una piccola parentesi: Clary non ha sentito una parola di questo discorso. È arrivata dopo sulla scena, e in più, quando ha preso in mano la Spada della Verità, rimasta a terra, ha visto che cominciava a disgregarsi. Peccato che, dopo poco, sia anche sparita.

Jace vorrebbe uccidere Valentine, ma Clary lo ferma in tempo. Dopotutto, lui è l’unico che sa dove si trova la Coppa Mortale. Sono piuttosto certa che questo sarà uno degli argomenti affrontati nella seconda metà di questa stagione di Shadowhunters.

La puntata di Shadowhunters, però, non è ancora finita.

Valentine è stato consegnato al Clave, si fa la conta dei Nascosti morti nello scontro. In più, a Simon capita qualcosa che non sono riuscita a spiegarmi nemmeno io. Da quando si è attivata la Spada lui non solo non è stato colpito, ma ora può uscire alla luce del sole. Una nuova gioia per Simon, evviva!

Ora arriviamo alla scena che più mi ha emozionato di questa puntata di Shadowhunters, ovvero il momento Malec” della situazione. È stato davvero bellissimo vederli preoccupati l’uno per l’altro, prima Magnus e poi Alec, quando ha saputo che Clary lo aveva perso di vista. Per questo, il momento in cui si sono rivisti è stato intenso e romantico! Per non parlare del Ti amo… Mi sciolgo ancora se ci penso!

Shadowhunters

Grande colpo anche nei secondi finali di puntata, in cui compare una figura incappucciata che prende la Spada e sparisce nella notte.

La mia ipotesi è che si tratti di Sebastian, il personaggio di cui tanto si è parlato e che dovrebbe arrivare, appunto, nella seconda metà di stagione di Shadowhunters. Non conoscendo la storia dei libri non so cosa possa c’entrare, quindi se voi lettori ne sapete qualcosa di più, non esitate a farmelo sapere.

Con queste ultime immagini si conclude anche questa puntata di Shadowhunters. Ora ci aspettano mesi di attesa… Come farò a resistere?

Ci rivediamo a giugno, con le nuove puntate di Shadowhunters!

Leggi anche – Shadowhunters: l’apoteosi del trash

Written by Elena Di Stasio

Ho studiato presso la Constance Billard School for Girls, e sono stata proprio io a scegliere Blair Waldorf come mia erede in quella scuola. In effetti, era la migliore delle mie tirapiedi.
All'università ho scelto di studiare per un periodo alla NYADA, ed ero l'allieva preferita di Cassandra July! Ma ho scoperto che scrivere e recensire sono le mie vere passioni. Ultimamente ho viaggiato fino a Westeros, e da poco mi sono appassionata ai viaggi nel tempo e nello spazio. Non so dove mi porterà il futuro, ma sarò lieta di tenervi aggiornati, dovunque andrò!

The Walking Dead 7×12 – Le Pagelle: Michonne, Rick e la luna di miele

HBO

HBO e BBC lavorano insieme ad una nuova Serie Tv: tutti i dettagli!