in ,

L’Amica Geniale 2×05/2×06 – La reazione di Elena

l'amica geniale

Dopo continue indecisioni, paure e incertezze, L’Amica Geniale ci mostra Elena che lotta e reagisce pensando prima a se stessa. Il percorso per arrivare a questa consapevolezza non è stato facile ed è costellato da continui dispiaceri e rancori, i quali continuano a crescere. Lenù grazie a Lila si riappropria della sua identità, iniziando a indagare la sua interiorità. In poco tempo, Elena è rimasta stordita da eventi che le cadevano addosso come macigni, senza che lei potesse fare nulla per impedire questa tempesta di rabbia, invidia a gelosia.

L'amica geniale lena lila

L’Amica Geniale 2×05 si apre con Elena che appare davvero confusa, contrariata e disgustata dalla relazione tra Lila e Nino: da una parte tiene molto a entrambi e cerca di aiutarli ma dall’altra, a causa dei sentimenti che prova nei confronti del ragazzo, si tiene a distanza. Lenù ha sempre giudicato i due come persone intelligenti e accorte ma ora vede che stanno giocando con il fuoco e lei lo sa bene. Fin dall’inizio della puntata, troviamo una Elena diversa: per la prima volta, si mostra stanca di dover accettare qualsiasi cosa le capiti. La sua metamorfosi però, non è ancora del tutto completa. Lenù dipende ancora da Lila e agisce seguendo le orme: questo lo si denota specialmente nel momento in cui accetta di avere un rapporto intimo con Donato, il padre di Nino. La stessa sera infatti, Nino e Lila avevano deciso di passare la notte insieme ed Elena era visibilmente sconvolta e arrabbiata.

Così come vediamo Elena diversa, lo stesso cambiamento lo si vede in Lila. La ragazza si è resa conto di quante cose si è persa: non ha vissuto la sua adolescenza e soprattutto, impara cosa voglia dire innamorarsi davvero. Questo fatto scombussolerà entrambe e definirà un traguardo importante per la loro amicizia. La volontà di Elena di riavere tra le sue braccia Nino è tale da desiderare l’allontanamento dell’amica da Ischia. Mostra distacco, le risponde male ma niente riesce ad allontanare Lila da Nino i quali, per tutta risposta, decidono di trascorrere il tempo a loro disposizione insieme, non badando ai possibili pericoli.

Al rientro, Elena capirà una cosa molto importante: deve staccarsi da Lila e pensare finalmente al suo futuro. Non è mai riuscita a costruirsi una propria identità perché tutto quello che faceva era un’imitazione scarna di Lila. Ma ora ha la necessità di riprendere in mano la sua vita e se stessa: il dispiacere per la relazione extraconiugale dell’amica l’ha decisamente stravolta. Nella puntata 2×06, in seguito al suicidio della madre di Pasquale e Carmela, Lenù capisce di averne abbastanza di vivere nel rione: l’unico modo per uscirne e scappare dalla sofferenza è quello di emanciparsi e, per poterlo fare, deve necessariamente diplomarsi.

Elena rimane fedele alla sua promessa ma un giorno, quasi inconsapevolmente, si trova davanti al negozio di scarpe dell’amica. Dopo una prima esitazione decide di andarla a trovare e vedrà Lila completamente diversa. Entrando nel negozio, l’amica le dirà di aver deciso di lasciare la sua vita agiata per inseguire il suo cuore: la relazione con Nino non si è mai conclusa, anzi, i due stanno aspettando un bambino. Nella scena in cui Lila dà la notizia a Elena, la regia è riuscita a trasmettere tutto ciò che la ragazza provava: l’obiettivo è più sfocato e le voci si fanno più lontane. Lenù non ha decisamente preso bene la situazione e, per congedarsi, dice una cosa per provocare una reazione da parte di Nino: se riuscirà a superare l’esame di ingresso, entrerà alla prestigiosa Università di Pisa, la Normale. Nino appare subito interessato e la sua reazione è talmente forte da far capire la sua sofferenza nell’aver abbandonato gli studi. Sta vivendo una situazione estranea e lo spettatore può intuire facilmente quale destino spetti alla relazione dei due giovani. Elena in cuor suo lo sa e non si era posta alcun problema nel dirlo all’amica: Nadia era perfetta per Nino e Lila non doveva intromettersi né credere di poter cambiare il suo amante.

Lenù comunica la decisione di voler andarsene e proseguire gli studi ai suoi genitori. Nella scena mostra tutta la sua forza e rabbia repressa, pronta ad esplodere: si impone e finalmente dice di essere stanca. Ha sempre obbedito senza aver creato mai alcun problema ma ora vuole ambire a un futuro migliore. La madre inizialmente appare contrariata ma poi dà i soldi alla figlia facendole capire ha completa fiducia in Elena e nelle sue capacità. Prenderà quindi il treno per andare a Pisa: mentre guarderà il rione allontanarsi dal finestrino, inizierà a essere molto più serena. Nel proseguimento del resto della puntata la concentrazione è interamente su Lila. Alla fine, la differenza di caratteriale e socioculturale tra Nino porterà i due ad allontanarsi e la giovane tornerà nel rione, ma non sembra ancora intenzionata ad arrendersi del tutto a un matrimonio infelice.

In questi ultimi due episodi della serie è ormai chiaro il distacco tra le due amiche, le quali vanno avanti con le proprie vite. Il vero elemento degno di nota è l’emancipazione di Elena, non solo a livello culturale ma anche personale. Appare decisa e dotata di quella fermezza che ha sempre contraddistinto Lila. Il loro rapporto era diventato tossico ma, in qualche modo, Lila ha fatto qualcosa di buono per Lenù: involontariamente è riuscita a far emergere e formare il carattere dell’amica. Ora, però, non è più un punto di riferimento, al contrario.

L’Amica Geniale ci mostrerà ora Elena mentre vive l’ambiente universitario e poi al ritorno nel rione. Dalle anticipazioni, il ritorno a Napoli e l’incontro con Lila non saranno affatto positivi.

LEGGI ANCHE – L’Amica Geniale 2×03/2×04 – La spaccatura di un’amicizia

Written by Federica Valenziano

Una Schopenhauer al femminile che, per osservare la realtà e al tempo stesso sfuggirgli, scrive (perlopiù in versi), vive storie raccontate da libri e serie tv mentre sorseggia un buon tè.

The Umbrella Academy – È ufficiale un prequel su Klaus

Hunters, una serie molto tarantiniana senza la classe di Tarantino