in ,

Grey’s Anatomy 14×09 – “1-800-799-7233”

Grey's Anatomy - Meredith

Finalmente è tornata Grey’s Anatomy. Non ce la facevo più a sopportare l’assenza e non potevo più contenere la curiosità. L’episodio è stato meraviglioso. Infatti, non ci sarebbe stato modo migliore per riprendere con la seconda metà della quattordicesima stagione, stagione che mi sta facendo impazzire.

Grey's Anatomy - Wilson

Innanzitutto voglio sottolineare l’ovvio, ma Shonda Rhimes è davvero una maestra. Ho apprezzato molto il modo in cui ha trattato un tema così delicato come la violenza domestica. Non è facile affrontare questi particolari temi in soli 40 minuti, ma nonostante tutto ci è riuscita magnificamente. In più, come al solito ha dato prova di essere in grado di tenerti seduta alla sedia con il fiato sospeso anche dopo quattordici anni di Grey’s Anatomy. Sta riportando lo show alla sua vecchia gloria. I casi che i nostri medici preferiti stanno affrontando sono sempre più interessanti e – almeno per un po’ – non sembrano esserci triangoli amorosi in vista. Il che è super positivo. Ovviamente quello formato da Arizona, Carina e Owen non conta perché è chiaro, dopo questa puntata, che la DeLuca abbia un debole per la Robbins.

Grey's Anatomy - Avery Pierce

Ma tornando all’episodio. Sono estasiata. Non potevo chiedere nulla di meglio. Ho amato ogni singolo minuto, ogni singolo personaggio e ogni singolo caso. Fatta eccezione per quelli in cui ci sono Jackson e Maggie, ma questo era scontato. Chiunque legga le mie recensioni, sa quanto io non sopporti questa coppia. Proprio da loro voglio cominciare, togliamoci questo pensiero così possiamo passare alle cose belle della puntata.

Come sottolineavo recentemente nel Recap di Grey’s Anatomy, la coppia formata da Jackson e Maggie fa schifo, ma proprio tanto, tantissimo schifo. Fa così tanto schifo che lo schifo non può essere quantificato. Ho dovuto pregare tutti gli dei delle Serie Tv per farmi mantenere la calma. La tentazione di accecarmi con degli stuzzicadenti pur di non guardare le loro scene, era forte. La voglia di riempirmi le orecchie di cera bollente per non sentire le loro conversazioni, mi tentava come faceva il diavolo con il nazareno durante i 40 giorni di digiuno. Ma fortunatamente ce l’ho fatta.

Grey's Anatomy - Avery

Vi giuro che ho goduto da morire quando è arrivato il tizio di Tinder a interrompere quella pietosa conversazione tra Jackson e Maggie. Spero davvero con tutto il cuore che questa pagliacciata finisca presto, magari ancor prima di nascere. Durante il momento nello spogliatoio, avrei potuto concentrarmi su Jackson shirtless che è sempre una visione celestiale mandata dal dio dei manzi delle Serie Tv, ma purtroppo c’era la Pierce a rovinare tutto. Come al solito. Ovunque Maggie passi, porta distruzione e schifo.

Questa è stata l’unica pecca di un episodio che altrimenti sarebbe stato a dir poco perfetto. La storia che mi è piaciuta più di tutte è quella di Jo. A me Jo Wilson non piace, ma in questo episodio l’ho adorata. Non credevo che avrei mai scritto niente del genere, ma mi è davvero piaciuta tantissimo. Nonostante Camilla Luddington non sia proprio la migliore attrice in Grey’s Anatomy, non se l’è cavata male. Era sufficientemente credibile e non ti faceva venire voglia di metterle un calzino in bocca per zittirla. Finalmente ha dato prova che, se ci si impegna, si può ottenere un buon risultato.

Grey's Anatomy - Meredith

Mi è piaciuta tantissimo anche Meredith. Dopo aver salvato la vita di una donna, utilizzando il mio specializzando preferito, Occhiali, come banca del sangue, ha mollato tutto ed è stata accanto a Jo per tutto il tempo. Non l’ha lasciata un secondo. Le ha fatto da spalla, da bodyguard. L’ha scortata ovunque. Chapeau! C’è stato un momento in particolare dove mi sono emozionata. Ed è il momento in cui la Grey sta riferendo a Karev quanto le ha detto il marito di violento di Jo mentre operavano e Jo arriva e le chiede in lacrime di non credergli. La reazione di Meredith è stata strepitosa. Brava Ellen Pompeo, anche lei ha fatto grandi passi in avanti con la sua recitazione.

Grey's Anatomy - Bailey

L’altra storia che mi ha preso molto è quella dell’hacker/specializzando con la barba e la Bailey. Che la Bailey sia uno dei migliori personaggi in Grey’s Anatomy, non lo si può mettere in dubbio. Questa nuova Bailey mi piace anche più della vecchia. Sì, non è più così severa come lo era prima, ma senza dubbio non ha perso la sua caratteristica migliore, ovvero la dedizione. Il suo obiettivo era quello di respingere l’attacco informatico per poter garantire, ai suoi pazienti, le cure di cui necessitavano. E ci è riuscita, l’ha raggiunto. Sì, lo ha fatto in modo illegale, ma l’ospedale è tornato a funzionare grazie a lei e alla nuova scoperta/risorsa del Grey-Sloan Memorial, lo specializzando Casey Parker.

Grey's Anatomy - Karev

Anche Karev è stato fantastico nell’episodio. Certo, non ha avuto molto spazio – come al solito – ma, nel suo piccolo, è stato determinante. È stato dolcissimo quando ha mandato la specializzanda Helm a cercare Jo con l’ordine di portarla da lui e di non lasciarla mai sola. Bravo Karev! Eccezionale è stata anche la Robbins. Ultimamente è una tra i personaggi più simpatici di Grey’s Anatomy e ho adorato il momento in cui ha cercato di trattenere quanto più possibile quell’animale dell’ex della Wilson.

Grey's Anatomy - Kepner

Sono sempre più fiera di April Kepner. Nonostante le diano pochissimo spazio, è una di quei personaggi che non passano mai inosservati. Ciò che ha fatto per quel suo paziente, è stato strabiliante. E sapere che Webber la rispetti al punto da affidare a lei la gestione del Contest organizzato dalla Bailey, è una grande fonte di orgoglio. La Kepner è una di quei personaggi che più di tutti sono cresciuti nel corso delle stagioni. Da spaventata, asfissiante e fastidiosa saputella si è trasformata in un chirurgo con due consistenze grosse quanto il mondo. Ora come ora, spero davvero che Shonda sia abbastanza clemente da regalarle una dignitosa relazione con un manzo più manzo di Jackson che possa far ingelosire Avery e far tornare a esistere la Japril.

Grey's Anatomy - Meredith Meme

Ho amato la chiusura dell’episodio. La faccia di Meredith quando vede Alex e Jo che fissano un paziente nel pronto soccorso è stata inspiegabilmente divertente. Si dice “Karma is a bitch” e non ci sarebbe modo migliore per commentare la scena finale. Vedere quell’uomo in un letto d’ospedale mi ha fatto provare un enorme senso di soddisfazione e appagamento. Non si dovrebbe dire, ma se lo meritava.

Grey's Anatomy - Kepner 2

Ammetto, però, che vedere April Kepner occuparsi di Paul Stadler (ovvero il marito violento di Jo) mi ha inevitabilmente fatto provare una sensazione di dejavu. L’attore che interpreta Paul, ovvero Matthew Morrison interpretava il professor Will Schuester in Glee e l’interprete della Kepner, ovvero Sarah Drew, ha preso parte a un episodio della Serie interpretando Suzy Pepper, ovvero un’alunna ossessionata dal professor Schuester.

Curiosità: l’episodio inizialmente si sarebbe dovuto chiamare “Four Seasons in One Day”, ma è stato cambiato in “1-800-799-7233“, ovvero il numero nazionale per la violenza domestica negli Stati Uniti (qui tutti i dettagli).

Che altro aggiungere, la puntata è stata fantastica. Spero che ci siano altre quattordici stagioni piene di episodi così tanto belli. Non vedo l’ora che arrivi venerdì prossimo!

LEGGI ANCHE – Grey’s Anatomy 14×08 – “Out of Nowhere”

Un saluto agli amici di Viviamo a Seattle

Written by Fabiana Fanelli

La mia vita è un pendolo che oscilla tra una serie tv e l'altra. Tutto sommato mi è andata bene, pensate se oscillasse tra dolore e noia!
Ricordate: "Life's too short to be serious" (La vita è troppo breve per essere seri)

cloak and dagger - freeform

Cloak & Dagger – In arrivo la nuova Serie Tv firmata Marvel

Riverdale - Serpents

Riverdale 2×10 – I limiti vengono oltrepassati e la calma della città è di nuovo a rischio