in ,

Grey’s Anatomy finalmente scopre le carte in tavola

Grey's Anatomy
Grey's Anatomy
SPOILER ALERT! NON LEGGETE OLTRE SE NON AVETE VISTO O NON VOLETE SAPERE NIENTE DELL’EPISODIO 13X11, JUKEBOX HERO DI GREY’S ANATOMY

Il fine settimana è arrivato e con esso il nuovo episodio di Grey’s Anatomy. Lo scorso venerdì abbiamo sofferto insieme con una puntata interessante ma non rivelatrice (ne abbiamo scritto qui) rispetto al destino di nessuno dei nostri personaggi principali, né Richard, né Alex e nemmeno Amelia (ah già, Amelia se n’era andata nel mid season finale, cosa passata molto in secondo piano rispetto al resto dei problemi. Ne abbiamo parlato meglio qui).

In questa puntata di Grey’s Anatomy invece, ci ritroviamo insieme nel Grey Sloan Memorial Hospital per seguire meglio le evoluzioni della trama orizzontale, in particolare con il “Team Webber“, concedetemi di chiamarlo così.

Le riunioni strategiche del Team Webber 

Sin da subito vediamo riuniti, ed abbiamo modo di osservare la squadra di Richard quasi unita. Pronti ad affrontare il nemico, ma non del tutto convinti sulla strategia da adottare, lasciano libero sfogo alle metafore pseudo guerrigliere di Webber.

Il piano per ora sembrerebbe tentare di sabotare la Dottoressa Minnick, in modo che rendendosi conto del fallimento, abbandoni l’ospedale di sua spontanea volontà. Tra i ranghi però è facilmente notabile un’aria di tentennamento: i Japril sono assolutamente convinti della causa, ma Jackson non vuole calpestare i piedi alla Bailey, Maggie nel suo spirito – anche troppo leale – è pronta a seguire il padre biologico alle porte dell’inferno, mentre Robbins è sospetta.

Infatti ricordiamo come la Minnick, nella prima parte di questa stagione di Grey’s Anatomy, sia stata piuttosto esplicita nel provarci con lei, e ad Arizona mica dispiaceva.Grey's Anatomy

D’altro canto le motivazioni di Miranda sono in parte comprensibili anche se forse sta lasciando alla Minnick troppo spazio di manovra (la lavagna delle operazioni non puoi lasciargliela così! In pratica le stai dando libertà assoluta e potere, tanto potere!). Nella stessa scena la sentiamo parlar di Webber in maniera poco cordiale, e la sente anche lui, ma prosegue nel suo piano di sembrare tranquillo, porgendole un cavallo di Troia sotto forma di tazza di caffé, non così gentilmente rifiutato da lei.

Robbins però si riscatta molto presto dal precedente tentennamento, nel momento in cui, andando ad operare la paziente, lascia fuori Minnick dalla sala operatoria. Bellissimo il modo in cui le risponde a seguito del tentativo di modificare l’operazione che la Dottoressa Minnick vede come una occasione d’insegnamento, mentre Arizona è molto più legata emotivamente alla persona da operare. Le sottolinea infatti che è una paziente, e che lei, Arizona, è amica di Webber quindi le conviene stare lontana dalla sua sala operatoria. Più o meno la stessa cosa succede quando Minnick va da Avery, suggerendo di lasciar ricostruire la faccia di un paziente ad uno specializzando.

Jackson suggerisce che la faccia di una persona è troppo importante per far fare pratica. Neanche Riggs si adatta alla nuova presenza, ma non è detto che faccia parte del piano, probabilmente sta semplicemente facendo “il Riggs”, come al solito.Grey's Anatomy

Webber intanto continua con le sue tecniche di sabotaggio e buon viso a cattivo gioco, ad esempio prendendole il pennarello della lavagna da sotto il naso ed andandosene dopo una cortese conversazione. Apprezzabilissimo anche se si fa scoprire subito, lui ed il suo piano, lasciando indietro troppi indizi e comportandosi in maniera troppo palesemente improbabile. A quanto pare la Dottoressa è realmente un degno avversario in fondo, e non va sottovalutata.

Peccato che lei sottovaluta Webber, che in realtà aveva già previsto tutto, ed agito in modo tale da avere questo risultato: cioè una riunione d’emergenza convocata da Miranda. Una riunione a cui non si presenta nessuno ed il piano di Richard si sbroglia davanti a loro. Il personale sta mandando un messaggio: ammutinamento.Grey's Anatomy

Non condividono le scelte di Miranda, non condividono il cambiamento, ma a quanto pare c’è qualcuno che invece è d’accordo, e con questa pulce nell’orecchio Miranda esce di scena.

Cercare Alex… E trovare altro

Una sorta di ricerca di Waldo in questa puntata di Grey’s Anatomy; Alex in mezzo a tutti i personaggi ancora non si trova. Meredith, con l’aiuto di Maggie cerca di scoprire di più tramite internet, anche se Maggie non è molto abile, visto che finisce per mal interpretare gran parte dei feedback che le dà il PC (per fortuna che non ha lo stesso rapporto con gli elettrocardiogrammi). Nel frattempo in ospedale qualcuno occasionalmente chiede di lui, mentre Jo, che finalmente si inizia a rendere conto della caz.. confusione che ha creato, si piange addosso come abbiamo scoperto che è brava a fare.

Non riuscendo a trovare nulla nel sito, Meredith si reca in tribunale, dove le rispondono di guardare nella pagina web. Grazie.

Nel frattempo Owen continua a chiedere in giro di Amelia e, all’improvviso ce la troviamo davanti in casa di Edwards. Questa proprio non me l’aspettavo! Shonda ce l’ha buttata lì senza troppi preamboli e la cosa va molto bene, perché abbandonare il personaggio semplicemente facendola fuggire sarebbe stato un bello spreco. Owen però non ci mette molto a scoprire che Edwards sa qualcosa, e la manda a dire di tornare a casa.Grey's Anatomy

Il caso umano di turno

In mezzo a tutto questo, non può certo mancare un paziente vittima di sfortunate coincidenze in puro stile Grey’s Anatomy. In questo episodio tocca ad una povera donna incinta, in pieno travaglio che viene portata in ospedale da un taxista, più agitato di lei. Shonda vuole che il taxi venga colpito dall’auto guidata dal simpatico marito della sfortunata, che scoperto di star per diventare padre, si stava recando al pronto soccorso senza badare alla sicurezza stradale.

Robbins, Murphy ed altri medici di turno si recano quindi nel luogo dell’incidente per trovare la donna priva di coscienza per portarla in ospedale. Fatto sta che l’incidente le ha causato delle fratture ed emorragie interne e devono tirare fuori il bambino subito.

Robbins si sente in colpa e lascia entrare il marito della donna in sala operatoria, solo per il cesareo, ma questo non ascolta il suo consiglio di non dire – per ora – alla moglie quanto sia lui responsabile della situazione. Ma la moglie chiude gli occhi prima che la mettono in anestesia e la cosa fa alzare le orecchie a tutto il pubblico, ma a nessuno dei dottori.

Così quando l’infante viene tirato fuori, non piange, e dovrà essere operato a breve, mentre la madre ne uscirà viva ma nessuno avrà certezza né di se, né di quando si risveglierà. Il neonato viene salvato dalla Robbins, che finalmente, parlando con il neopadre, con cui riesce a liberarsi dai sensi di colpa, per aver causato più danno del dovuto alla donna, dicendole di mettere le gambe sul cruscotto.

Insomma, un piccolo momento di pace in questa brutta storia.

Mai nessuno parla con DeLuca

Mentre Jo continua a respingere tutti, tutti i medici di Grey’s Anatomy respingono DeLuca. Nessuno infatti se l’è più filato e nessuno, nemmeno Arizona che ci vive insieme, ha pensato di informarsi da lui, su cosa fosse successo ad Alex.

Robbins dà per scontato che sia andato, in base alle informazioni che ha ricevuto e già gli manca, come collega utile, come allievo e come amico. Lo confessa a DeLuca che la guarda stranito, come dire “ma che stai dicendo?”, in effetti lui di certo sa che fine ha fatto. Grey's Anatomy

La scena dopo vediamo Meredith che va in camera al buio e si siede letteralmente su Alex che ha passato tutto il giorno a letto, a dormire. Anche lui, avvisare no?!Grey's Anatomy

E noi come Mer siamo sollevati, e presto ci passa che non si sia preoccupato di dire a nessuno qualsiasi cosa sia successa.

Ma che poi, cosa è successo…? E sopratutto, lo scopriremo nella prossima puntata di Grey’s Anatomy?

Leggi anche: Grey’s Anatomy 13×10 – Così splatter che Hannibal levati proprio

Written by Sara Fattori

Ho un serio problema di dipendenza dalle serie tv.. come se non bastasse la mia formazione sociologica mi porta ad interpretarle come una chiave di lettura del mondo!
Lo so, non sto bene, ma il primo passo è ammetterlo!

Chuck

Lettera di Chuck Bartowski alla sua amata Sarah Walker

Don't Trust the Bitch in Apartment 23

Noi che avremmo voluto una terza stagione per Don’t Trust the Bitch in Apartment 23