Vai al contenuto
Home » RECENSIONI » Gif-Recensione The Vampire Diaries 7×16: tra passato e presente

Gif-Recensione The Vampire Diaries 7×16: tra passato e presente

passato

L’avevamo capito dall’inizio di questa stagione, a Julie Plec piace saltare tra passato, presente e futuro.

E credetemi, se questa cosa è successa anche nelle altre stagioni, di certo non è stato un tratto accentuato come in quest’ultima. Magari non è esattamente una cosa positiva da dire, ma ho passato buona parte della puntata a chiedermi “Cosa diamine sta succedendo?”. Vediamo se riesco comunque a fare un po’ di chiarezza generale.

Dunque, ci siamo. Dopo questa nuova pausa, The Vampire Diaries ritorna con una puntata piuttosto intricata. A differenza delle altre puntate della stagione, che si aprono tutte con un salto di 3 anni nel futuro, questa ci mostra già il presente. E volete sapere qual’è questo presente? La stessa situazione che ci è stata finora proposta con “3 anni nel futuro”. Quindi lo capiamo subito: in questa puntata non avremo salti in avanti ma piuttosto salti indietro, e finiremo quindi dal presente al passato con un battito di ciglia. E già lì la cosa mi stava mandando fuori di testa, ma pazienza.
Se ben ricordate, nell’ultima puntata, Damon aveva organizzato questa specie di piano per salvare la vita di suo fratello: veniamo infatti a sapere che il marchio lasciato da Rayna Cruz sul corpo di Stefan può essere trasferito direttamente a Damon. Perchè dunque il più giovane del fratelli Salvatore dovrebbe indugiare sulla possibilità di avere salva la sua vita, una volta per tutte? Evidentemente non riesce a rassegnarsi a lasciar andare del tutto suo fratello, e, a ben pensarci, questa potrebbe essere davvero la sua croce per il resto della sua esistenza.
Facendo un piccolo recap della situazione, vediamo Damon che sta rischiando di morire avvelenato per tutto il veleno di lupo mannaro che Rayna gli ha iniettato, e Stefan deve compiere questa grande decisione per salvarsi la vita. Sembra che quest’ultimo sia disposto allo scambio, ma nel momento in cui Damon va per liberarlo, Stefan lo spinge via e scappa con la spada di Rayna. Viene quasi da pensare che i due fratelli sono d’accordo, ma a giudicare da come va a finire il tutto, non ne sono molto convinta. 
Ovviamente Rayna si mette subito all’inseguimento della sua preda, e durante le loro lunghe chiamate tra una macchina e l’altra, scopriamo molte cose. Per esempio, lo sapevate che il marchio della cacciatrice è meglio di un localizzatore? Sul serio, basterebbe hackerarlo e i problemi per cercare una persona scomparsa sarebbero finiti! Non solo, funge anche da potente contatto mistico tra Stefan e Rayna, e quest’ultima può sentire e vedere tutto quello che l’altro fa… Per niente inquietante o da simil stalker, figurati! Insomma, da qui riparte qualche bel salto nel passato, perchè diciamocelo, ne sentivamo già la mancanza! Nel corso degli ultimi tre anni, Stefan ha viaggiato con Valerie per il mondo, cercando un modo sicuro per liberarsi della cicatrice e per fuggire il più lontano possibile dalla cacciatrice. Purtroppo, però, tutto quello che Stefan ha ottenuto è stato stringere nuovamente un legame sentimentale con Valerie, e deve essere stato per questo che lei non gli ha detto da subito che passando la cicatrice a suo fratello lui sarebbe stato salvo. Questo, in realtà, lo scopriamo un po’ più avanti, quando Valerie, mandata da Stefan, raggiunge Damon per salvarlo, ma viene rapita.

passato

Insomma, siamo proprio sicuri che Valerie sia così innocente come si può pensare vedendola a pelle? E che il suo aiuto verso Stefan sia totalmente disinteressato? Io comincerei ad avere qualche dubbio…
A ben guardare, però, i salti nel passato non riguardano solo Damon, Stefan e Valerie, quindi eccoci tornare all’Armeria. Forse vi ricorderete, Alex aveva preso in ostaggio sia Nora che Mary Louise, le altre due eretiche. Oggi scopriamo che più che averle prese in ostaggio le ha usate come cavie. Anzi, meglio ancora, ha usato Mary Louise come cavia e ha fatto leva su Nora affinchè rintracciasse Enzo e lo riportasse da lei. Infatti, sembra che Alex accusi il suo caro parente Enzo di aver fatto scappare Rayna dall’Armeria. Quindi, altro salto nel passato: qualcuno ha fatto scappare la cacciatrice, che nel frattempo era stata rinchiusa. Ma sarà stato Enzo? Ovviamente ci vuole poco a capire che non è così. Dopotutto, che motivo avrebbe potuto avere?
A risolvere l’intera situazione ci pensa l’arrivo di Matt Donovan. No, non sto scherzando! Proprio lui che non è in grado nemmeno di fare lo sceriffo, ora sembra diventare quasi importante. Meglio sottolinerarlo, QUASI. Dalla sua conversazione con Enzo sappiamo che è proprio lui che ha fatto fuggire Rayna dalla sua cella nell’Armeria, ma il motivo ci resta ancora ignoto. O meglio, potremmo anche scoprirlo subito, se non arrivasse Nora a tentare di prendere Enzo. In questo frangente Matt riesce a fuggire, mentre Enzo, dal canto suo, riesce a convincere Nora a schierarsi con lui, proponendole di aiutarla con Mary Louise. La fidanzata di Nora ha infatti bisogno di un antibiotico: dagli esperimenti condotti su di lei, sembra che il sangue della cacciatrice provochi sulle streghe una reazione allergica mortale. E come capiamo questa cosa? Attraverso un altro salto nel passato! Sul serio, riusciremo mai a capire cosa è effettivamente successo in questi 3 anni in maniera lineare?
Con un altro salto nel passato, poi, riusciamo a capire per quale motivo Matt avrebbe liberato Rayna: voleva farla pagare a Stefan. E la domanda sorge spontanea: perchè? La risposta ci viene data da una tomba, nello specifico quella di Penny, la giovane ragazza della polizia forense, comparsa per due puntate e, chiaramente, già morta. In realtà non mi chiedo neanche come sia successo, sarebbe troppo capirlo subito!

Ritorniamo un momento agli altri personaggi, anche perchè è verso la fine della puntata che ci sono maggiori eventi, anche se questa volta si sviluppano nel presente e non nel passato. Ok, vedremo di venirne a capo. 
Dunque, Valerie è riuscita a togliere il veleno da Damon, ma è stata rapita perchè lui sta cercando un altro piano per non morire e salvare suo fratello. Dopotutto, se si facesse trasferire il marchio di Stefan, alla morte di Rayna seguirebbe anche quella di Damon, e questo gli impedirebbe di vedere Elena e di vivere una vita felice con lei. Non una situazione molto allettante…
Allo stesso tempo, Stefan si trova in un aeroporto, dove poco dopo vediamo comparire sia Alex sia Nora. Quest’ultima porta via Alex, portandola da Enzo per poter avere indietro Mary Louise. Nel mentre scopriamo anche un’altra cosa: non c’è nessuna cura per la povera Mary Lou. Le pillole contenenti il sangue di Rayna sono tossiche, e non c’è modo di salvarla. 
Ci spostiamo di nuovo, sempre nell’aeroporto, e vediamo Stefan lottare contro Rayna, la quale lo accusa di essere troppo legato a suo fratello, e questo lo porterà alla morte.

passato

Ecco, queste sono le parole pronunciate da Rayna, poco prima di uccidere Stefan e di rimandare il suo corpo nella pietra di Fenice. Abbiamo ancora una speranza, però: sappiamo che la pietra contenuta nella spada di Fenice può riportare indietro i morti. Evidentemente, però, non questa volta.
Rayna, infatti, non contenta di aver appena ucciso Stefan, si mette ad inseguire Nora e Mary Louise. E se una delle due è moribonda, vediamo che l’altra viene colpita dalla spada. Come fuggire? Assistiamo qui ad una delle scene più dolci, e sfido chiunque, anche chi non shippa Nora e Mary Lou (e io non le ho mai apprezzate), a non darmi ragione.

passato

passato

Insomma, in un momento di amore puro, le due eretiche recitano una poesia d’amore, e vanno a schiantarsi tenendo la mano sopra la spada di Rayna. Di punto in bianco la macchina salta in aria, le due giovani ragazze muoiono e la spada, con annessa pietra di Fenice all’interno, viene distrutta.
Ora capite perchè probabilmente sperare per Stefan è inutile?
Siamo ormai al gran finale: Valerie ha provato a fare l’incantesimo del passaggio del marchio, mentre Stefan veniva ucciso, ma non c’è stato nulla da fare, era già troppo tardi. Così i due arrivano in aeroporto, e trovano il corpo senza vita di Stefan sull’asfalto. In un attimo si riesce a vedere tutta la compassione di Damon, che parla con il corpo senza vita di suo fratello cercando di dirgli che risolverà tutto.

passato

passato

Difficile non farsi scendere una lacrimuccia in queste situazione, anche a chi, come me, non apprezza più così tanto questa storia così come ci viene proposta.
Ovviamente questa conclusione ci lascia di fronte a tantissimi interrogativi: Stefan è davvero morto? Come farà Rayna senza la sua spada? Riusciremo mai a capire cosa è successo nel passato, in questi 3 anni di cui non si riesce a venire a capo?

Spero vivamente che la prossima puntata ci dia più risposte, perchè di certo abbiamo fin troppe domande!

Un ringraziamento alla pagina che ci pubblica sempre: A love that consumes you: Delena & Klaroline