in

Tutti i riferimenti letterari di Penny Dreadful

Mary Shelley – Il mostro di Frankenstein o il moderno Prometeo, 1818

Esempio principe del romanzo gotico, con contorni horror e precursori del fantascientifico. La Creatura creata dal dottor Victor Frankenstein assemblando varie parti di cadaveri e da lui subito abbandonata. Aggressivo e rabbioso nei confronti di quel “padre” svanito nel nulla, in Penny Dreadful ci viene mostrato nella sue doppia natura, violenta e fragile. Costantemente in difficoltà per quel suo aspetto mostruoso, fatto di cicatrici e pelle grigia come il fumoso cielo londinese, nasconde un animo dolce e insicuro che nutre con i versi dei poeti romantici, sognando di essere amato e accettato nonostante quel volto segnato. Avvolto da una profonda solitudine, nutre risentimento per lo scienziato ma cerca anche un suo posto nel mondo, un po’ di calore tra l’indifferenza e il terrore che solitamente genera.

Penny Dreadful

Written by Serena Faro

Ho attraversato gli oceani del tempo a bordo del TARDIS, ho viaggiato in macchina con Sam e Dean a caccia di mostri, sono arrivata tardi ad un matrimonio a Westeros (meno male) così mi sono diretta a Storybrooke per poi salpare con il capitano Flint. Ho visitato la Londra dei "penny dreadfuls" e la New York dei "mad men". Mi sono ritrovata su un'isola un po' particolare, in attesa di una nuova avventura.

the end of the f***ing world

Non guardiamo più Serie Tv per colpa di Netflix?

Facebook

Il finale di Hang the DJ non è romantico. È inquietante