in

Come una band e X-Men hanno ispirato The Umbrella Academy

The umbrella academy

The Umbrella Academy, la serie originale Netflix che tratta delle vicende dell’inusuale famiglia Hargreeves è stata ufficialmente rinnovata per la terza stagione, le cui riprese dovrebbero cominciare a partire da febbraio di questo nuovo anno. Dal suo esordio televisivo avvenuto nei primi mesi del 2019, The Umbrella Academy ha riscosso un notevole successo, realizzando presto un record di ascolti. Lo show è basato sull’omonimo fumetto scritto da Gerard Way, frontman e co-fondatore della band My Chemical Romance, e illustrato da Gabriel Bá, disegnatore e fumettista brasiliano.

Gerard Way racconta a Rolling Stone di come essere membro di una band lo abbia ispirato nello scrivere il fumetto.

Il primo fumetto di The Umbrella Academy è uscito nel 2017, quando i My Chemical Romance avevano già raggiunto un discreto successo, con la pubblicazione di tre album in studio di cui due diventati dischi di platino. Gerard Way aveva trascorso quindi molto tempo con la sua band e i singoli componenti. Parlando delle sue fonti di ispirazione alla rivista musicale Rolling Stone, il cantante spiega:

“Essere in una band è come essere in una famiglia disfunzionale e tutte queste personalità sono davvero definite e notevoli, non solo delle persone nella tua band, ma delle persone che incontri per strada o della troupe con cui lavori e tutto il resto. […] quindi ci sono piccole parti di me in tutti i personaggi, c’è un po’ dei ragazzi in alcuni di quei personaggi e dei diversi ruoli che avremmo interpretato nella band e di come quei ruoli a volte potrebbero cambiare. Eravamo in una grande pentola a pressione di fama e notorietà e i personaggi questo lo sperimentano nel fumetto e nello show”

Insomma, le dinamiche complesse che si verificano all’intero della famiglia Hargreeves di The Umbrella Academy sono le stesse che potrebbero verificarsi all’interno di una band affiatata. Inoltre i suoi bizzarri membri hanno aspetti del carattere e atteggiamenti che Gerard Way ha colto nelle persone con cui ha lavorato nell’intenso periodo di attività e produzione dei primi anni della sua carriera musicale, a partire dal 2001. La fama crescente e le conseguenze legate ad essa sono aspetti che l’autore del fumetto e la sua band hanno vissuto in prima persona e che egli ha saputo empaticamente proiettare nei membri dell’Accademia.

Ma gli scrittori tendenzialmente cercano e trovano ispirazione da più elementi, non limitandosi ad attingere da ciò che riguarda la propria vita, ma pescano soprattutto da qualcosa che di solito conoscono bene e apprezzano. E Gerard Way si è lasciato ispirare anche dai fumetti che leggeva quando era piccolo e che crescendo ha amato:

“Il primo fumetto a cui ricordo di essere stato appassionato e di aver acquistato da solo al negozio è stato X-Men di Chris Claremont e Marc Silvestri. Questo ha avuto una grande influenza su quello che faccio con The Umbrella Academy. Nel modo in cui raccontavano la storia, saltavi tra i diversi personaggi attraverso una serie di vignette e ottieni queste piccole parti della loro vita che col tempo si riuniscono. È tipo quello che faccio con The Umbrella Academy“.

X-Men sono una serie a fumetto, pilastro della Marvel, le cui storie presentano somiglianze con quelle ideate da Gerard Way per The Umbrella Academy, seppur quest’ultima è maggiormente adatta ad un pubblico moderno. Continuando con l’intervista, l’autore cita anche The Watchmen, un’altra miniserie a fumetto molto famosa uscita tra il 1986 e l’anno successivo.

Conoscendo questi retroscena, c’è quindi molto da aspettarsi per questo nuovo capitolo di The Umbrella Academy in arrivo.

Scritto da Sofia Apa

Cerco sempre rifugio nei libri e nelle serie tv, sono la mia medicina e non esiste niente di meglio, eccetto scrivere.

prison break

La classifica delle 10 Serie Tv più ansiogene di sempre

jessica jones

Jessica Jones ha un unico grandissimo rimpianto: Kilgrave