in

The Witcher: dopo i casi di Covid-19 ripartono le riprese della seconda stagione

La produzione di The Witcher può riprendere. Si era interrotta lo scorso 7 novembre, dopo che quattro membri della troupe erano risultati positivi al Covid-19. La produzione ha assicurato che il set è controllatissimo: i tamponi vengono effettuati regolarmente proprio per garantire ad attori e tecnici di lavorare in tranquillità. Nessuno del cast è stato coinvolto nel contagio o è risultato positivo: i membri della troupe sono stati subito messi in isolamento, come da protocollo.

Si tratta del secondo stop ai lavori per The Witcher. A marzo, in piena prima ondata, l’attore già conosciuto al grande pubblico per Game of Thrones Kristofer Hivju era risultato positivo e di lì a poco era scattata la chiusura globale di tutto, inclusi i set.

La produzione è rientrata al lavoro a metà agosto ed è previsto che continuerà a girare almeno fino a febbraio. Non sappiamo quando potremo vedere su Netflix la seconda stagione di The Witcher: tutto dipenderà da come si metteranno le cose in Inghilterra nei prossimi mesi.

The Witcher Geralt e la Strige 640x360

Il set si è spostato dallo Yorkshire, chiuso per lockdown, agli Arborfield Studios, a ovest di Londra. Nelle foto dal set diffuse sui social si vede come sia stata presa sul serio la pandemia: tutti i presenti lavoravano adottando le massime misure di sicurezza, con mascherine, visiere e distanziamento obbligatorio. Ecco la sinossi ufficiale della seconda stagione:

Convinto che Yennefer abbia perso la vita nella battaglia di Sodden, Geralt di Rivia porta la principessa Cirilla nel luogo più sicuro che conosce, la sua casa d’infanzia di Kaer Morhen. Mentre i re, gli elfi, gli umani e i demoni del continente lottano per la supremazia fuori dalle sue mura, lui deve proteggere la ragazza da qualcosa di molto più pericoloso: il misterioso potere che possiede dentro.

Ricorderete come di recente sia stata diffusa una foto dal set che ritrae un gruppo di Witcher che combatte contro qualcosa. Non è ancora chiaro di cosa si tratti: molto probabilmente sarà una creatura realizzata in CGI. Molti ipotizzano si tratti di un Leshen, una creatura ispirata alla mitologia slava.

Leggi anche – The Witcher 2: la showrunner promette di approfondire la disabilità di Geralt

Written by Giulia Vanda Zennaro

In un mondo popolato da Khaleesi, osa essere una Cersei Lannister.

Serie Tv

Gillian Anderson svela le ragioni dell’addio a Hollywood: «Ho visto il peggio»

Game of Thrones 8 – Nikolaj Coster-Waldau svela cosa disse per far piangere Gwendoline Christie