in

Girare l’episodio dedicato ai Dundies in The Office è stato un inferno per Steve Carell

the office

The Office sta ottenendo finalmente anche in Italia il successo che merita, dopo lo sbarco su Amazon Prime Video e nel momento in cui tutte le nove stagioni sono state caricate su Netflix. Proprio in virtù di questa rinnovata popolarità della serie, la NBC vorrebbe realizzare un remake della comedy e Greg Daniels ha ammesso che gli piacerebbe essere coinvolto di nuovo nel progetto. Intanto grazie alla pubblicazione del libro Welcome to Dunder Mifflin: The Ultimate Oral History of The Office, scritto dall’attore Brian Baumgartner e dal produttore esecutivo Ben Silverman, sono venuti alla luce numerosi inediti retroscena sulla sitcom. Abbiamo ad esempio scoperto che dobbiamo ringraziare John Krasinski, perché se non si fosse battuto e rifiutato di girare una scena, gli sceneggiatori avrebbero irrimediabilmente rovinato il personaggio di Jim.

C’è un’altra curiosità relativa al primo episodio della seconda stagione di The Office, che è molto amato dai fan, ma non da Steve Carell.

The Dundies è la prima puntata che ha aperto la seconda stagione della serie tv, dopo che il primo ciclo di episodi era stato stroncato da critica e pubblico. L’episodio è dedicato alla cerimonia di premiazione organizzata da Michael Scott ogni anno nella quale conferisce ai suoi colleghi dei premi, che risultano però quasi sempre offensivi. La serata sembra essere un fiasco, fin quando Pam non si ubriaca, dopo aver litigato con Roy, e riesce a renderla più movimentata. Dopo aver ricevuto un Dundie per le scarpe più bianche dell’ufficio (in luogo del solito premio per il fidanzamento più lungo), fa un assurdo discorso di ringraziamento e bacia Jim sulle labbra per la prima volta. Questa puntata ha rappresentato per The Office un vero punto di svolta: da questo momento in avanti la comedy ha cominciato ad allontanarsi dall’originale inglese, i personaggi secondari hanno cominciato a essere sviluppati meglio e abbiamo visto un Michael più simpatico. Potremmo dire quindi che in questo episodio ci siano già tutti gli elementi che hanno portato al successo la versione statunitense della serie tv ideata da Ricky Gervais.

Tuttavia Steve Carell ha un pessimo ricordo dei giorni in cui girò questa puntata e in una puntata del podcast The Office Deep Dive con Brian Baumgartner, di cui è stato ospite, ha affermato che per lui girarla “è stato proprio una spina nel fianco”. Durante la registrazione del podcast Steve Carell ha ricordato con il collega, che interpretava il contabile Kevin Malone, tutti i problemi che dovettero affrontare a causa della catena di ristorante Chili’s i cui proprietari arrivarono addirittura a contestare la sceneggiatura dell’episodio. Questo accadde perché i produttori di The Office decisero di inserire nella serie una serie di marchi per ottenere dei fondi per finanziare la nuova stagione, dopo il fiasco della prima. Steve Carell ha ricordato che lui era assolutamente contrario e che temeva che questo potesse cambiare radicalmente lo show. Nel caso poi dell’episodio dedicato ai Dundies lo sponsor provocò un bel po’ di problemi, dato che i proprietari della catena rifiutarono di far apparire il loro marchio nella serie, se non avessero cambiato la sceneggiatura.

I piani originari prevedevano che Pam si ubriacasse al bancone e che a un certo punto vomitasse, ma questo non piaceva ai proprietari, dato che la politica del locale era quella di non servire troppe bevande alcoliche ai clienti. Per la produzione è stata una situazione molto stressante, dato il team rischiava di dover cambiare l’intero episodio e dover trovare un altro locale in cui ambientarlo proprio qualche giorno prima che si iniziasse a girare. Carell ha ricordato: Mancavano tre giorni all’inizio delle riprese e rischiavamo di perdere l’intero episodio“. Gli sceneggiatori però sono riusciti a trovare una soluzione geniale: nella puntata Pam ruba i cocktail dagli altri tavoli e invece di vomitare cade dalla sedia, dando una vita a una gag ancora più divertente di quella inizialmente prevista. Per volere dei proprietari della catena Chili’s è stata aggiunta una scena in cui un membro dello staff del ristorante spiega che quanto è accaduto è contrario alla politica del locale e dice che Pam non potrà più mettervi piede. Per quanto appaia un momento un po’ forzato, se è servito per permettere che The Office andasse avanti possiamo soprassedere.

Leggi anche – Paul Rudd aveva cercato di convincere Steve Carell a non interpretare Michael Scott

Scritto da Marilisa Di Maio

Classe 95, laureata in "Lettere Classiche". Adoro le serie comedy e i dramma che ti strappano il cuore, senza alcuna via di mezzo. Il mio sogno sarebbe quello di avere la motivazione e l'ottimismo di Leslie Knope, ma mi sveglio ogni mattina con la stessa voglia di vivere di April Ludgate...

bradley cooper

Bradley Cooper è stato minacciato con un coltello: il racconto dell’attore

hellbound

Il regista spiega il significato che si nasconde dietro il finale di Hellbound