in

The Marvelous Mrs. Maisel: Amy Sherman-Palladino rivela la persona che ha ispirato la serie

The Marvelous Mrs Maisel
The Marvelous Mrs Maisel

The Marvelous Mrs. Maisel è più di una storia di successo femminile. La serie, vincitrice di ben 16 Emmy (fra cui uno alla regia e uno alla sceneggiatura alla creatrice Amy Sherman-Palladino, prima donna a vincerne due in queste categorie), è soprattutto una storia di rivincita.

Per le sue donne (l’irresistibile Susie, manager di Midge, la madre Rose, persino la viziata e snob comica rivale Sophie Lennon), ma anche per gli uomini rappresentati. Pensate a come si evolve Joel Maisel, da marito fedifrago a uomo sensibile e presente. E soprattutto per la sua creatrice, già conosciuta al grande pubblico per una serie di successo (sempre incentrata sul mondo delle donne), Gilmore Girls.

Amy Sherman-Palladino ha condiviso con la rivista Deadline a chi è ispirato il personaggio di Midge in The Marvelous Mrs. Maisel . Amy conosce bene il mondo della comicità: si evince non solo dal taglio sempre brillante della serie, ma soprattutto dalla sua storia personale. Suo padre, infatti, era un comico proprio come Midge e a lui si sarebbe ispirata per creare il personaggio della serie.

the marvelous mrs. maisel

Era tutto lì. Abbiamo preso la vita di mio padre, le sue storie, moltissimi racconti che ho ascoltato sulla crescita. Li abbiamo rubati completamente, non ricompensando per niente i miei genitori e li abbiamo portati nello show. Quindi tutti i drammi della mia infanzia e la tragedia mi sono serviti. Ecco perché non si va in terapia per risolvere i propri problemi, altrimenti non avresti nulla da scrivere. È tutto un omaggio a mio padre.

La famiglia è così importante per Amy Sherman-Palladino da portarsela in casa non solo sotto forma di ispirazione, ma di presenza costante e fondamentale: la showrunner lavora infatti con il marito fin dai tempi di Gilmore Girls. I due si confrontano continuamente durante la creazione della serie, ma ognuno scrive e dirige i propri episodi in modo da mantenere la propria autonomia: un esempio felice di collaborazione tra partner.

Interrogata sul futuro della sua eroina nella quarta stagione di The Marvelous Mrs. Maisel, Amy ha risposto:

Abbiamo promesso che la vita di una donna che era molto piccola, diventerà sempre più grande mentre aprirà gli occhi e si renderà conto di cosa c’è davvero là fuori. Sentiamo che il nostro lavoro debba andare verso questa direzione.

Leggi anche – The Marvelous Mrs. Maisel, la vera storia di Lenny Bruce

Written by Giulia Vanda Zennaro

In un mondo popolato da Khaleesi, osa essere una Cersei Lannister.

Game of Thrones – Ming-Na Wen spiega come sta dando una seconda chance allo show

Penny Dreadful: City of Angels 1×09 – A un passo dalla fine