Vai al contenuto
Home » News » The First Lady – Viola Davis sulle critiche alla sua performance: «I critici non servono assolutamente a nulla»

The First Lady – Viola Davis sulle critiche alla sua performance: «I critici non servono assolutamente a nulla»

Viola Davis è certamente una delle attrici più apprezzate della sua generazione: da The Help (nonostante di questo ruolo l’attrice si sia pentita) a Le regole del delitto perfetto, fino al premio Oscar vinto nel 2017 come Miglior attrice non protagonista nel film Barriere, l’attrice ha saputo regalarci performance decisamente brillanti ed emozionanti (qui potrete trovare le sue 5 migliori interpretazioni).

Il progetto più recente in cui Viola Davis è stata coinvolta è The First Lady, una serie antologica prodotta da Showtime e creata da Aaron Cooley, composta in tutto da dieci episodi. La serie è incentrata sulla vita privata, lontana dalle luci della ribalta, di diverse First Ladies americane (qui potrete trovare le prime immagini del cast). Nella serie, la Davis interpreta Michelle Obama, moglie del 44° presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama, il cui ruolo è ricoperto da Olatunde Olateju Olaolorun “O-T” Fagbenle. A prima vista, le premesse per un nuovo grande successo della Davis c’erano tutte. Tuttavia, questa volta qualcosa sembra essere andato storto.

I primi due episodi dello show con protagonista Viola Davis, già andati in onda su Showtime, hanno suscitato più che altro reazioni negative, sia nei fan che nella critica, determinando un punteggio del 43% su Rotten Tomatoes. In particolare, le critiche si sono concentrate proprio sulla performance della Davis. Le espressioni facciali dell’attrice sono state considerate troppo sopra le righe e addirittura fonte di distrazione agli occhi degli spettatori, e sono state persino trasformate in template che hanno dato vita a nuovi meme.

In una recente intervista con BBC News, la Davis ha risposto alle critiche ricevute, definite “molto dolorose” , e, diciamocelo, non si è certo trattenuta. L’attrice ha infatti affermato che i critici non servono assolutamente a nulla, ma anzi, che il loro lavoro frequentemente diventa una scusa per essere crudeli. In definitiva, la Davis ha difeso le sue scelte e il suo diritto, in quanto attrice, di fare anche scelte coraggiose nelle sue interpretazioni.

Ecco le dichiarazioni di Viola Davis:

I critici non servono assolutamente a nulla. E non lo sto dicendo per essere cattiva. Si sentono sempre come se ti stessero dicendo qualcosa che tu non sai. Che in qualche modo stai vivendo una vita in cui sei circondata da persone che ti hanno mentito e “Io sarò la persona che ti appoggia e ti dice la verità”. Quindi questo gli dà l’opportunità di essere crudeli con te. Ma in definitiva penso che il mio compito in quanto leader sia quello di fare scelte coraggiose. Vinci o perdi è mio dovere farlo.

Le parole della Davis non sono passate inosservate agli occhi dei critici, piuttosto risentiti, e molti hanno sottolineato come la performance in The First Lady sia stata praticamente l’unica nella carriera dell’attrice a ricevere commenti così fortemente negativi. Insomma, se già The First Lady non sembrava aver fatto breccia nel cuore del pubblico, le parole di Viola Davis, parse decisamente esagerate, potrebbero aver aumentato ulteriormente la diffidenza degli spettatori nei confronti della serie.

Leggi anche: Viola Davis racconta la sua infanzia: ecco la casa in cui è cresciuta [FOTO]