in

Stranger Things – David Harbour su Millie Bobby Brown: «Mi preoccupo per lei»

stranger things

Stranger Things è una delle serie Netflix più amate e seguite dagli spettatori in tutto il mondo. L’ambientazione situata negli anni ’80 e la particolarità della trama sono tra gli elementi che l’hanno resa un successo mondiale. La terza stagione è andata in onda nel 2019 e i fan stanno aspettando di poter vedere presto la quarta; finalmente abbiamo potuto vedere il primo teaser trailer ma questo non significa la data di rilasciato sia vicina: Finn Wolfhard, interprete di Mike Wheeler, non si aspetta l’uscita della quarta stagione fino al 2022.

Mentre aspettiamo la nuova stagione, gli attori nelle interviste ci regalano aneddoti o racconti sulla serie. Tra loro, David Harbour. Dopo aver raccontato la sua antipatia per il cane Chester, in una nuova intervista ci racconta come la serie abbia cambiato la sua idea sulla famiglia. L’attore ha anche parlato del rapporto speciale con Millie Bobby Brown, la giovane attrice interprete di Eleven/Undici, e di come si preoccupi per lei proprio come un padre.

Stranger Things ha cambiato l’idea di David Harbour sulla famiglia

Nella serie Netflix Harbour interpreta Jim Hopper, capo della polizia di Hawkins, Indiana, che effettua indagini in merito agli eventi strani e sovrannaturali che succedono in città. Nel corso delle stagioni la sua storia si lega a quella di Eleven/Undici, ragazzina con poteri particolari. Hopper infatti l’adotta come figlia, riempiendo il vuoto lasciato dalla figlia morta. La storia di Hopper ha influenzato la vita reale di Harbour, facendogli riconsiderare l’idea di non volere una famiglia.

Nel podcast That Scene with Dan Patrick, Harbour ha parlato di come Jim Hopper abbia cambiato la sua visione della famiglia e la sua relazione con le figlie della moglie Lily Allen, nate dal precedente matrimonio. L’attore ha affermato che nonostante il suo amore per la libertà e l’indipendenza, in passato si è sentito irrisolto senza una famiglia e mentre il suo personaggio nella serie stava diventando una figura paterna per Eleven, lui ha sentito che inconsciamente stava cercando di portare questo comportamento anche nella vita reale. Ritiene che sia stato proprio questo a rendere il rapporto tra Hopper e Eleven così d’impatto per il pubblico. Harbour dice:

“Sono proprio un topo da città newyorkese. Mi piaceva la mia libertà, la mia indipendenza. E poi questo ruolo ha cambiato la mia visione. In qualche modo ha aperto il mio cuore in molti modi diversi, e uno di questi è relativo al fatto che ho iniziato a capire quanto fosse magra la mia esistenza senza una famiglia. Il fatto che questo personaggio stesse diventando un padre è stato qualcosa che il mio subconscio desiderava, e penso che sia uno dei motivi per cui le cose sono così di successo. Perché c’è alchimia tra l’attore e il ruolo”.

Stranger Things

David Harbour e il rapporto con Millie Bobby Brown

Harbour ha anche descritto il suo rapporto con la giovane attrice Millie Bobby Brown come “speciale”. Dice nell’intervista del podcast:

“Millie e io abbiamo sempre avuto un rapporto speciale perché la conosco da quando era così piccola. La conosco da ancor prima della grande fama. Ho un sentimento di protezione nei suoi confronti. Mi preoccupo. Mi preoccupo per lei e per la fama e per tutto quello che deve affrontare. E ho sempre sentito questo forte affetto paterno nei suoi confronti.”

Il rapporto speciale tra Harbour e Brown traspare anche nella relazione tra Hopper e Eleven, che ci hanno regalato momenti commoventi, tra cui la lettera di Hopper a Eleven nel finale della terza stagione (qui puoi trovare la lettera integrale).

David Harbour ci ha regalato un ottima interpretazione nei panni di Jim Hopper ed è bello sapere che questo personaggio che noi amiamo lo ha aiutato nella sua vita personale e che ha un rapporto speciale con Millie. Non vediamo l’ora di vedere Jim e Eleven ancora insieme (speriamo!) nella quarta stagione di Stranger Things.

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv

Scritto da Debora Bolis

La mia carriera da telefilm addicted è iniziata quando mi sono unita al Glee club; da lì in poi ho iniziato a seguire con costanza le serie TV, non importa il genere. Nella vita reale cerco di trovare il mio posto nel mondo, ma principalmente viaggio con il Dottore per tutto il tempo e lo spazio. Lui è il mio hobby preferito.

Le 5 migliori soap opera presenti su Netflix

grey's anatomy

10 Serie Tv che hanno girato a vuoto per troppo tempo