in

Manu Rìos parla di una scena di sesso nella quarta stagione di Èlite: «Stavo dando di matto»

Èlite

Èlite è da poco tornata sul catalogo Netflix con la sua nuova stagione, la quarta. La serie tv era stata anticipata da una serie di piccoli episodi brevi, che fungevano da raccolte su alcuni dei personaggi più amati del nuovo fenomeno della piattaforma streaming. Dopo aver visto Nadia e Guzmàn e Omar Ander e Alexis, l’ultima uscita è stata quella di Carla e Samuel, che ha quindi dato il via a questi nuovi episodi. E anche se sono usciti davvero da soli cinque giorni non possiamo che essere già in trepidante attesa, sapendo che ci sarà in arrivo prossimamente anche una quinta stagione.

Tra i personaggi da considerare delle new entry in questa quarta stagione di Èlite spicca sicuramente Manu Rìos, interprete di Patrick Blanco Commerford. Questo suo personaggio, come riportato anche da Wikipedia, ci viene presentato come il fratello gemello di Ari (interpretata da Carla Dìaz) e fratello maggiore di Mencìa (interpretata da Martina Cariddi), e nel corso della stagione lo vedremo avere una relazione con Ander (interpretato da Aron Piper) e Omar (interpretato da Omar Ayuso).

Al momento dell’annuncio sull’introduzione del suo personaggio abbiamo anche avuto modo di carpire qualche altro dettaglio in merito a Patrick Commerford. Ci è stato detto che il nuovo studente della Las Encinas sarebbe stato un giovane dalle maniere apparentemente posate, ma che al tempo stesso nasconde un lato davvero ribelle. Quest’ultimo dettaglio, in effetti, è certamente saltato agli occhi degli spettatori che già si sono approcciati alla visione dei nuovi episodi di Èlite.

In una recente intervista, infatti, lo stesso Manu Rìos ha voluto dire la sua in merito a una certa scena di sesso che lo vede protagonista in questa nuova stagione di Èlite.

La scena in questione, come i fan della serie tv avranno già avuto modo di intuire, è quella presente nel terzo episodio della quarta stagione di Èlite. Ci troviamo nelle docce degli spogliatoi della scuola e assistiamo a un vero e proprio ménage a trois che coinvolge, per l’appunto, Ander, Omar e Patrick.Quello è stato esattamente il mio primo giorno di riprese, quindi potete immaginare… stavo dando di matto!” ha dichiarato Manu Rìos nel corso della sua intervista a Esquire. E aggiunge: “Ma il team mi ha reso le cose facili: erano empatici, accoglienti e trattavano tutto con molta delicatezza. Anche i miei colleghi mi hanno rassicurato molto, quindi quando abbiamo iniziato a girare la scena ero già molto consapevole che si trattava solo di una parte, di un ruolo. Quando ho perso la vergogna e la modestia, mi sono anche divertito. Ma sì, è stato difficile, perché sono abbastanza timido.

Sembra essere piuttosto peculiare il fatto che, nell’intervista, Rìos abbia deciso di partire proprio da questo momento per parlare della sua esperienza sul set. Possiamo solo immaginarci quanto possa essere stato effettivamente complicato, data la timidezza conclamata dallo stesso influencer. Siamo però davvero rimasti “entusiasti” del risultato finale, non c’è che dire!

L’intervista è poi proseguita con un maggiore approfondimento sul personaggio di Patrick. Come già abbiamo anticipato e al tempo stesso ci è stato detto al momento dell’annuncio, il giovane sembra nascondere diversi piani diabolici dietro la sua apparente faccia d’angelo. Manu Rìos ha infatti dichiarato: “Non credo che la gente lo odierà, o almeno lo spero, ma è vero che creerà delle polemiche, delle aspettative e dei sentimenti contrastanti. Diciamo che ha le sue luci e le sue ombre, come quasi tutti i personaggi di Èlite. Vi chiedo di entrare in empatia con lui, perché a volte le cose sfuggono di mano“.

Cosa dovremmo quindi aspettarci dal giovane Patrick Blanco Commerford nel futuro della serie tv? Per scoprirlo non possiamo che aspettare nuove notizie sulla prossima stagione, e nel frattempo invitarvi a recuperare quanto prima queste nuove puntate di Èlite.

Scritto da Elena Di Stasio

Ho studiato presso la Constance Billard School for Girls, e sono stata proprio io a scegliere Blair Waldorf come mia erede in quella scuola. In effetti, era la migliore delle mie tirapiedi.
All'università ho scelto di studiare per un periodo alla NYADA, ed ero l'allieva preferita di Cassandra July! Ma ho scoperto che scrivere e recensire sono le mie vere passioni. Ultimamente ho viaggiato fino a Westeros, e da poco mi sono appassionata ai viaggi nel tempo e nello spazio. Non so dove mi porterà il futuro, ma sarò lieta di tenervi aggiornati, dovunque andrò!

La classifica dei 10 peggiori appuntamenti nella storia delle Serie Tv

Alfredino Rampi - Una Storia Italiana

La Recensione delle prime due puntate di Alfredino – Una Storia Italiana