Vai al contenuto
Home » News » Elite 4 anticipa l’uscita del 18 giugno con quattro cortometraggi

Elite 4 anticipa l’uscita del 18 giugno con quattro cortometraggi

élite 4

Elite tornerà su Netflix il prossimo 18 giugno (Netflix ha svelato la data di uscita ufficiale dei nuovi episodi), ma i fan potranno avere un assaggio della nuova stagione con i cortometraggi annunciati dalla piattaforma, che usciranno dal 14 al 17 giugno. La serie teen drama spagnola ha già ottenuto il rinnovo per la 5a stagione e naturalmente è già uscito anche il trailer ufficiale della quarta: potete vederlo qui.

L’account social ufficiale della serie ha diffuso la notizia dell’imminente Elite Week: una settimana interamente dedicata alla serie, durante la quale verranno rilasciati ben quattro cortometraggi che prepareranno i fan al ritorno dei loro personaggi preferiti. Ecco di seguito il comunicato ufficiale della piattaforma, che preannuncia

“Una settimana di sorprese, cotte e feste”

Nel video che accompagna il post di Netflix si intravedono alcuni indizi che riguarderanno i cortometraggi, come una valigia, un giardino estivo e il busto di una statua con gli occhi coperti. Nella breve clip i fan hanno visto che la valigia riporta le iniziali di Carla (C.R.C.), oltre ad aver notato un libro con delle foto di Nadia e Guzman come segnalibro. I personaggi usciti di scena torneranno nei cortometraggi per salutare i fan?

I creatori di Elite hanno aiutato i fan a capirci di più dicendo che i cortometraggi saranno brevi storie che espanderanno l’universo di Elite e saranno ambientate nell’estate che precede il nuovo anno scolastico a Las Encinas.

Lo showrunner Carlos Montero ha descritto così lo spirito dei cortometraggi, che hanno lo scopo di riportare gli spettatori alle atmosfere spensierate del teen drama:

“Abbiamo pensato che in questi tempi incerti, volevamo fare un regalo ai fan. E quale modo migliore per rendere più piacevole l’attesa della quarta stagione che regalare al pubblico queste piccole storie piene di intimità, amore, divertimento, amicizia e un po’ di follia? È un regalo per tutti i fan ed è stato un privilegio per Darío e per me poterli scrivere”.

In effetti la quarta stagione di Elite dovrebbe cominciare come una vera pacchia: nelle prime foto diffuse dal set vediamo gli attori Miguel Bernardeu (Guzmán), Georgina Amorós (Cayetana), Claudia Salas (Rebeka), Omar Ayuso (Omar) e Arón Piper (Ander) che si rilassano a bordo piscina. Non è chiaro se negli special annunciati durante la Elite Week vedremo i nuovi personaggi: Manu Rios, Carla Díaz, Martina Cariddi e Pol Granch interpreti rispettivamente di Patrick, Ari, Mencía e Phillipe. I nuovi personaggi si erano presentati in una clip rilasciata sempre da Netflix.

Nella nuova stagione di Elite arriverà un nuovo direttore a Las Encinas, cercando di mettere ordine: ma, naturalmente, gli studenti e i professori si dovranno confrontare con l’immancabile delitto. Il nuovo direttore porterà nel college esclusivo anche i suoi figli Patrick, Ari, Mencía e il principe Phillipe: adolescenti viziati e ribelli che metteranno scompiglio nella scuola e mineranno gli equilibri e le amicizie degli studenti.

La scuola di Elite si polarizzerà in due fazioni: gli studenti “storici” (che dovranno fare a meno dei personaggi di Carla, Valerio, Nadia e Lucrecia, che hanno lasciato la serie nella precedente stagione), contro i nuovi, capitanati dai figli del nuovo preside della storia. Come da copione, la lotta si farà all’ultimo sangue e qualcuno ci lascerà le penne: starà a pochi volenterosi cercare di scoprire chi è il colpevole di questo ennesimo delitto.

I nuovi personaggi sono i tre fratelli Commerford, Ari, Mencía e Patrick e il principe Phillipe Florian Von Triesenberg. Ari è descritta come una ragazza competitiva e fortemente attaccata al padre. Patrick, gemello di Ari, è un narcisista manipolatore che segue solo le regole che si dà lui stesso. Mencía è caos puro: autodistruttiva, ribelle, la pecora nera della famiglia. Il principe Philippe, naturalmente, è il classico ragazzo altolocato viziato e superficiale: non ci vorrà molto prima che si scontri con la mille contraddizioni sociali a cui ci ha abituato Elite.