in

Le 10 migliori Serie Tv che arriveranno su Netflix nei prossimi mesi

L’estate è ormai iniziata e Netflix in tutti questi anni non ci ha mai deluso: da anni infatti, la piattaforma ha rilasciato contenuti originali meritevoli nella stagione estiva, che si parli di film, serie o documentari da vedere ovunque, anche sull’app per lo smartphone. Purtroppo però, anche a causa dell’anno difficile che stiamo vivendo, l’ambito seriale e cinematografico ne ha risentito. Non è stato facile scrivere questo articolo per differenti ragioni. Innanzitutto, come sappiamo, il Covid-19 ha bloccato moltissime produzioni video in tutto il mondo, solo in parte ripartite tra maggio e giugno. Anche per Netflix è così, e i prossimi rilasci del servizio streaming saranno prevalentemente dedicati alle nuove stagioni (come Dark e The Umbrella Academy). Il catalogo ufficiale Netflix di conseguenza straripa di film non originali rilasciati per sopperire alla mancanza delle amate serie tv.

Visualizza questo post su Instagram

E mancano anche 20 giorni all’inizio dell’estate.

Un post condiviso da Netflix Italia (@netflixit) in data: 1 Giu 2020 alle ore 6:02 PDT

Altro aspetto non indifferente è la strategia di marketing: la piattaforma streaming non rivela le date di pubblicazione con largo anticipo, anzi. Veniamo a conoscenza dei rilasci al massimo un mese prima quindi è impossibile sapere e prevedere quali serie tv usciranno. In questo articolo quindi abbiamo voluto concentrarci maggiormente sulle prossime novità. Quindi i contenuti più interessanti che usciranno da luglio, ma anche dedicandoci agli show ufficiali che presumibilmente vedranno la luce nel 2021.

Ecco quindi le 10 migliori Serie Tv in arrivo su Netflix

1) Unsolved Mysteries

Unsolved Mysteries arriverà su Netflix mercoledì 1 luglio 2020 ed è un reboot. Nel 1987, i produttori della 21 Laps Entertaiment, ovvero Terry Meurer e John Cosgrove (gli stessi di Stranger Things), hanno creato il programma ed è stato trasmesso fino al 2010 su Spike Tv. La nuova serie Netflix riprende il tema originale: un gruppo di persone parla di alcuni casi irrisolti collegati al paranormale insieme a detective e giornalisti, sperando di risolvere i misteri. La serie è composta da dodici episodi ma il 1 luglio saranno rilasciati solo i primi sei.

Speriamo non faccia la fine dei reboot che trovate qui!

2) Warrior Nun

Warrior Nun, serie tv ispirata ai fumetti originali di Ben Dunn, sarà rilasciata in streaming da Netflix giovedì 2 luglio 2020 e sarà divisa in dieci episodi. La storia si concentra su Ava, una ragazza di 19 anni la quale si sveglia in un obitorio con un manufatto incastonato sulla schiena. Fin da subito scopre di aver avuto un nuovo contratto di vita in quanto le è stato assegnato il compito di combattere i demoni sulla Terra. Dovrà quindi scontrarsi con diverse difficoltà per adempiere al suo compito. Lo showrunner della serie è Simon Barry, affiancato dai produttori esecutivi Stephen Hegyes (White Noise) e Terri Hughes Burton (The 100). Per quanto concerne il cast, la protagonista sarà interpretata da Alba Baptista. Ci sarà anche Tristan Ulloa nei panni di Padre Vincent, Thekla Reuten che interpreterà il Cardinale Duretti.

In generale sono attori sconosciuti al pubblico italiano e quindi potrebbero risultare una fonte di novità.

Qui trovate il trailer.

3) JU-ON: Origins

Netflix vuole rispolverare un mito giapponese

JU-ON: Origins uscirà venerdì 3 luglio e riprenderà la storia originale di The Grudge, portata avanti dal regista Sho Miyake. Si ripartirà quindi dall’omicidio della famiglia Kayako. Chi conosce la storia del film sa che la maledizione si attaccherà a chiunque entri in casa. Nel frattempo un investigatore scoprirà alcuni omicidi tutti avvenuti nella stessa casa.

Il direttore dell’acquisizione dei contenuti Netflix, Kaata Sakamoto, ha dichiarato che l’obiettivo della serie è quello di raccontare storie giapponesi sconosciute. The Grudge ha avuto il suo esordio nei primi anni 2000, diretto per la prima volta da Takashi Shimizu e con attrice protagonista Sarah Michelle Gellar (Buffy). Il film ha avuto numerosi sequel ma tutti con scarso successo. La speranza della produzione è di riuscire a lanciare un prodotto in grado di rivendicare la popolarità che The Grudge merita anche con una nuova generazione di spettatori.

4) Japan Skins: 2020

Japan Skins: 2020 verrà rilasciato giovedì 9 luglio. L’anime si ispira al romanzo Nihon Chinbotsu (Il Giappone sprofonda) di Sakyo Komatsu ed è stato realizzato da Masaaki Yuasa (Devilman Crybaby). Di quest’opera sono già stati realizzati due film: Pianeta Terra: Anno Zero e un remake, entrambi rilasciati negli anni ’70. La storia racconta di un Giappone ormai devastato dai disastri naturali e uno scienziato avverte la popolazione del rischio che Tokyo venga inghiottita dal mare. Nonostante le numerose richieste di aiuto ad altri Paesi, il Giappone dovrà fronteggiare la catastrofe da solo. La trama seguirà alcuni membri di una famiglia intenti a fuggire.

5) Cursed

Di Cursed se n’è parlato molto negli ultimi mesi, specialmente perché la protagonista è Katherine Langford (Hannah Baker di 13 Reasons Why). La serie è incentrata sulle vicende della giovane Nimue, una ragazza dotata di poteri straordinari e destinata a diventare la Dama del Lago. Orfana di madre, Nimue si lega al giovane mercenario Artù, con l’obiettivo di trovare Merlino (interpretato da Gustaf Skarsgard, Loki in Vikings) e consegnargli una spada. Nel corso della missione la ragazza mostrerà le sue capacità e sarà temuta dal sovrano Re Uther. Altri membri del cast sono Daniel Sharman (Lorenzo de’ Medici nella serie storica anglo-italiana), Sebastian Armesto (ha recitato in The Terror ma anche in film come Pirati dei Caraibi e Marie Antoniette).

Cursed è un adattamento dell’omonimo romanzo di Thomas Wheeler. L’autore ha spiegato di essere sempre stato interessato dal mito di Nimue e che lo si può interpretare in modi diversi: può essere una storia per bambini ma allo stesso tempo contiene degli aneddoti terrificanti. Wheeler ha partecipato alla stesura della serie insieme al leggendario Frank Miller (illustratore del romanzo) e Leila Gerstein (The Handmaid’s Tale, Gossip Girl). Questa prima stagione sarà composta da dieci episodi e verrà rilasciata venerdì 17 luglio 2020. Sappiamo inoltre che i primi due episodi sono stati diretti da Zetna Fuentes (Jessica Jones).

LEGGI ANCHE – Netflix: 5 miniserie colpevolmente ignorate da tutti

6) La Fabbrica di Cioccolato

Netflix

Forse uno dei progetti più attesi, La Fabbrica di Cioccolato verrà trasmessa su Netflix in una data non ancora definita. La produzione è stata confermata nel 2019: Felicity Dahl, moglie dell’ormai defunto autore del libro originale, ha concesso i diritti delle opere alla piattaforma americana. La serie sarà scritta e diretta da Taika Waititi, premio Oscar per la Migliore sceneggiatura non originale per il suo Jojo Rabbit. Il piano sarebbe quello di dividere la serie in due: la prima parte si concentrerà sulla storia che tutti noi conosciamo, ovvero su Charlie e la fabbrica. La seconda parte invece vedrà come protagonisti gli Umpa Lumpa, i piccoli e instancabili lavoratori della magica industria. Un’idea molto interessante in quanto non si è mai saputo quasi nulla sulle loro origini.

In realtà, si pensa che verranno riportati sul piccolo schermo altri romanzi di Roald Dahl come GGG (Grande Gigante Gentile) e Matilde. Sicuramente dovremmo attendere ancora molto ma la moglie dello scrittore è entusiasta: per lei questo è un passo significativo per la Roald Dahl Story Company. Inoltre, sostiene che il marito sarebbe molto contento della trasposizione sul piccolo schermo. Anche Melissa Cobb, la vicepresidente dei contenuti per bambini su Netflix, si è mostrata al settimo cielo per la collaborazione. La sua intenzione è quella di offrire momenti di gioia a tutte le famiglie del mondo.

7) Kaos

Netflix

Anche Kaos è un progetto abbastanza atteso. Il tema della serie è la reinterpretazione in chiave moderna della mitologia classica: lo stile dovrebbe essere dark comedy. A capo del progetto c’è Charlie Covell, creatrice di The End of the F***ing World. L’intera trama sarà incentrata sulle divinità greche, la dimensione degli umani e quella dell’oltretomba. La Covell ha spiegato che per la stesura si è ispirata a Romeo + Juliet di Baz Luhrmann. Sembrerebbe che ci sia un interesse per il mito di Orfeo ed Euridice, quindi ci aspettiamo una reinterpretazione. In generale, l’intenzione della Covell è quella di capovolgere completamente i miti. Inoltre, ha dichiarato che l’umorismo e le colonne sonore ricorderanno molto The End of the F***ing World. La Covell ha anche detto che “gli Dei saranno una grande famiglia disfunzionale“. Sappiamo per certo che la serie non uscirà prima del 2021 ma l’autrice ha dichiarato che i primi episodi sono già pronti.

Netflix considera la serie come una pura innovazione ma le polemiche non si sono fatte attendere.

A fine aprile infatti, Netflix ha mostrato il logo della serie e alcuni studenti di greco hanno fatto notare degli errori di scrittura. La critica vera e propria è contro l’industria americana, intenzionata a rielaborare miti latini e greci estranei alla loro cultura. Del cast non sappiamo ancora nulla ma di sicuro avranno scelto attori emergenti e giovani.

8) Avatar: The Last Airbender

netflix

Avatar: The Last Airbender è una serie animata trasmessa su Nickelodeon e Netflix sta producendo un live action. L’attrice Jessie Flower (doppiatrice di Toph) in un’intervista rilasciata da Word Crafts Chitchat Podcast ha dichiarato che la produzione sarebbe dovuta cominciare a inizio 2020. Le aspettative dei fan sono molto alte, anche perché vorrebbero vedere qualcosa di diverso rispetto al film L’ultimo dominatore dell’aria di M. Night Shyamalan. Il lungometraggio del 2010 ottenne uno tsunami di critiche e di recensioni pietose, il tutto coronato dal “trionfo” ai Razzie Awards.

Netflix avrebbe quindi l’occasione di riprendere la serie animata per poi creare qualcosa di nuovo.

9) Spotify

Inutile negarlo: Spotify ha cambiato le nostre vite, il nostro modo di ascoltare e vivere la musica. Netflix lo sa molto bene ed è per questo che ha deciso di raccontare il forte impatto del servizio musicale svedese. I produttori si sarebbero ispirati al libro Spotify Untold e la serie si concentrerà sull’imprenditore Daniel Ek e sul suo braccio destro Martin Lorentzon. Per adesso il titolo ufficiale dello show non è stato ancora definito ma anche l’azienda Spotify ha dichiarato che la serie si farà. La produzione sarà affidata alla Yellow Bird UK mentre Berna Levin (Millennium) sarà la produttrice esecutiva. Come produttore invece ci sarà Luke Franklin e il regista sarà Per-Olav Sorensen (Quicksand).

10) One Piece

netflix

La serie live action di One Piece dovrà ancora farsi attendere ma è realtà. Non ci sono molti dettagli ma si parla di una trasposizione fedele della leggendaria opera. Per adesso le notizie ufficiali riguardano la produzione: Matt Owens, scagnozzo della Marvel (Luke Cage e Agent of S.H.I.E.L.D), sta scrivendo la sceneggiatura con la supervisione di Eiichiro Oda in persona. La data ufficiale delle riprese dovrebbe essere il 31 agosto e si girerà a Cape Town, in Sud Africa. Non si sa ancora se Oda lascerà il Giappone per raggiungere il set: nonostante One Piece conti 929 episodi, l’autore non accenna a fermarsi. Le riprese dovrebbero durare fino a febbraio e quindi probabilmente riusciremo a vedere One Piece verso la fine del 2021. Per quanto concerne il cast, come al solito, Netflix non lascia trapelare notizie. Tuttavia, Eiichiro Oda ha dichiarato che non tutti gli attori saranno di nazionalità giapponese.

Nonostante alcuni fan si mostrano preoccupati in quanto ricordano bene il flop del film live action di Death Note, sempre di Netflix, per adesso le premesse sembrano buone. Una delle preoccupazioni più grandi potrebbero essere i combattimenti: siamo sempre stati abituati a degli scontri coreografici e non si sa ancora come avranno intenzione di rappresentarli nel live action.

Written by Federica Valenziano

Una Schopenhauer al femminile che, per osservare la realtà e al tempo stesso sfuggirgli, scrive (perlopiù in versi), vive storie raccontate da libri e serie tv mentre sorseggia un buon tè.

Le 5 migliori Serie Tv simili a Skam Italia