in

Modern Family 9×10 – L’importanza di coprirsi le spalle

Modern Family
Modern Family

Puntata di livello altissimo, questa 9×10 di Modern Family. Non che di solito mi aspetti niente di meno da Modern Family, solo che le ultime puntate, sia pur divertenti e assolutamente ben costruite, sembravano un po’ di passaggio, un po’ sottotono rispetto al solito.

Invece, guardando questa 9×10 ho pensato: “ecco, ora sì che ci siamo! Questo è il Modern Family a cui sono abituata!”

E, infatti, ci risiamo. Tutte e tre le storyline principali sono interessanti e spassose e, anche se non si amalgamano l’una con l’altra (nel senso che non rientrano in un’unica storyline globale, come succede in altre puntate), catturano comunque l’attenzione di noi spettatori.

Modern Family


Iniziamo con Claire e Jay, che sono intenti a guardare l’annuncio dei partecipanti all’Expo annuale degli Armadi, a cui non sono mai riusciti ad accedere. E poi quest’anno il “miracolo”: finalmente sono dentro! Ed entrambi sono felici e orgogliosi: ce l’hanno fatta! Ma. Perché sì, c’è un “ma” ed è proprio da questo ma che nasce la storia. Sia Jay che Claire, infatti, si aspettano che l’altro si congratuli, che chiami per avvisarlo e per festeggiare insieme il risultato. E invece Jay, recatosi in ufficio, becca Claire a fare un discorso di celebrazione ai dipendenti, in cui non lo nomina nemmeno. E così decide di rubare la scena alla figlia, organizzando una presentazione autocelebrativa.

Ma tutto e bene quel che finisce bene: i due infatti hanno un chiarimento. Claire dice al padre che senza di lui non avrebbero mai raggiunto quel traguardo, perché è lui la colonna portante dell’azienda. E Jay, d’altro canto, le dimostra di essere orgoglioso di lei, perché in meno di due anni, da quando è presidente, ha portato l’azienda a quei livelli.

C’è anche da dire che, mentre i due si chiariscono, beccano Alex e Luke a cercare di inviare dei pacchi. Infatti, i due ragazzi hanno avviato un’attività: vendono a dei feticisti su internet le scarpe usate da Alex. E stanno anche facendo un sacco di soldi così!

Nel frattempo, Gloria sta aiutando Phil a vendere una casa. L’uomo, infatti, non fa vendite da un po’ e c’è questa signora che sembra molto interessata alla casa che le ha proposto, ma è convinta che sia contaminata da un’energia negativa. Così Phil “ingaggia” Gloria per fingersi una strega e scacciare quell’energia o spirito maligno.

Ma Gloria si spaventa sul serio. Sente davvero qualcosa e mette in agitazione ancora di più la signora. Alla fine, però, anche Phil inizia a sentire qualcosa: un ronzio. E il motivo è presto detto: la parete si rompe e si scopre un enorme nido di vespe. Perché, come dice Phil, c’è sempre una spiegazione razionale. E lui, da mago professionista, non può certo credere in spiriti e simili.

La terza storyline riguarda, ovviamente, Cam e Mitch o, più precisamente, Cam, Mitch e Pam. Mitch, infatti, vorrebbe che la donna, che vive nell’appartamento sopra il loro, se ne andasse e l’opportunità si presenta quando torna Bo, l’ex marito di Pam, nonché padre di suo figlio. Un Bo interpretato da uno splendido James Van Der Beek.

Modern Family

Cam è molto arrabbiato con il cognato per come ha trattato la sorella, ma si fa incantare – di nuovo – dai modi di Bo: l’uomo, infatti, sembra davvero essere cambiato. Ma, quando Cam si allontana per far ragionare Pam, e Mitch rimane da solo con Bo, quest’ultimo rivela la sua vera natura: non è cambiato per niente, è ancora un ladro e ha un’altra donna che lo aspetta in macchina.

E, quando Pam ormai sta per cedere, Mitch non ce la fa: le dice la verità su Bo e la convince a restare con loro. Perché, nonostante tutto, Pam è di famiglia e lui le vuole bene.

Insomma, una puntata, questa 9×10 di Modern Family che, ancora una volta, punta sulla famiglia, sul sostenersi a vicenda e sul fare fronte comune. Un’altra bellissima lezione di vita da parte di questa meravigliosa Serie Tv.

Leggi anche: Cosa facevano gli attori di Modern Family prima di entrare nel cast della Serie Tv

Written by Olimpia Petruzzella

Tra un'indagine con Sherlock Holmes e un viaggio e l'altro col Dottore, sono anche riuscita a laurearmi in Archeologia (River, grazie ancora per quella dritta... e per avermi presentato Euripide!) e fare un master in sceneggiatura alla Silvio D'Amico. Perché siamo tutti storie, alla fine. Ed è meglio farne una buona, no?

Serie Tv

12 città in cui sono ambientate svariate Serie Tv

Iron Fist

Iron Fist – Ecco le prime foto dal set della nuova stagione