Home » L'attacco dei giganti » 30 disagi che solo un vero fan di Attack On Titan può capire

30 disagi che solo un vero fan di Attack On Titan può capire

Attenzione: questo articolo contiene spoiler su Attack On Titan!

Per tutti coloro che già si sentono nostalgici, considerando che la storia ormai prossima alla conclusione, abbiamo stilato una lista per veri appassionati che percepiscono questa serie non come un semplice anime, ma come uno stile di vita.

Ecco a voi, dunque, i 30 disagi che solo i veri fan di Attack On Titan possono capire!

Attack On Titan

1. Ascoltiamo in loop “Guren no yumiya” e “Shinzou wo sasageyo!” dei Linked Horizon per rendere più epiche le nostre giornate.

2. Attack On Titan ci ha insegnato valori come il coraggio, l’onore, il lavoro di squadra e lo spirito di sacrificio.

3. Ogni episodio dell’anime corrisponde a un nuovo trauma psicologico da cui non ci riprenderemo mai.

4. Sogniamo segretamente di entrare a far parte del Corpo di Ricerca.

5. Ci siamo sentiti dei veri investigatori quando abbiamo capito la vera identità del Gigante Bestia e ogni altra volta in cui abbiamo notato un dettaglio fondamentale ai fini della trama.

6. Il discorso di incoraggiamento di Erwin Smith alle reclute nella terza stagione rimarrà per sempre nei nostri cuori.

7. L’aspetto grottesco dei Giganti e la crudeltà di molte scene rendono Attack On Titan uno degli anime più inquietanti, cupi e folli di sempre, ma noi lo amiamo anche (e soprattutto) per questo motivo.

8. Quando a fine puntata compare la scritta “to be continued”, la curiosità è così tanta che non possiamo fare a meno di guardare subito l’episodio successivo, quello dopo, e quello dopo ancora…

9. Ogni volta che il gas del dispositivo di manovra tridimensionale di un membro della squadra si esaurisce nel bel mezzo di una battaglia, ci sembra di perdere un anno di vita.

10. Gli accenni alla storia d’amore tra Ymir e Historia ci hanno fatto sperare fino all’ultimo in un lieto fine per loro.

11. Proviamo dei sentimenti contrastanti per Reiner, Berthold e Annie: provengono da Marley, detengono il Potere dei Giganti e hanno raggirato i loro amici, eppure non riusciamo a odiarli davvero.

12. Il momento in cui Levi sceglie di salvare la vita ad Armin anziché al Comandante Erwin ci ha lasciati parecchio interdetti, anche se vedere il piccolo genio acquisire il potere del Gigante Colossale fa il suo bell’effetto.

13. Abbiamo trascorso ben 56 episodi a chiederci cosa si celasse nel seminterrato della casa di Eren, a Shiganshina.

14. Ogni volta che il Corpo di Ricerca rientrava dalle spedizioni oltre le mura, decimato e senza risposte, ci coglieva una tristezza incolmabile.

15. La nostra curiosità per tutti i misteri del mondo di Attack On Titan è paragonabile solo alla sete di conoscenza di Hanje Zoë quando ha a che fare con un Gigante in carne e ossa.

16. Il Capitano Levi è l’antieroe che non meritiamo, ma di cui abbiamo bisogno.

17. Siamo impazienti di assistere al momento in cui Eren padroneggerà alla perfezione il potere della Coordinata.

18. Vedere la madre di Eren divorata dal Gigante nel primo episodio della serie è stato brutto, ma scoprire chi si celava dietro a quelle orribili sembianze è stato persino peggio.

19. Proviamo un odio profondo per Gross, la sadica guardia marleyana che ha ucciso la sorellina di Grisha e che si diverte a trasformare gli Eldiani in Giganti per far loro divorare i propri simili.

20. I plot twist sono il nostro pane quotidiano (e uno dei 10 motivi per cui amiamo tanto la serie).

21. È difficile scegliere con chi schierarsi, perché i concetti di giusto e sbagliato, qui, variano e si sovrappongono: un orrido Gigante potrebbe essere in realtà una persona cara, un alleato potrebbe diventare un temibile nemico, e una certezza assoluta tramutarsi all’improvviso in una menzogna secolare.

Attack On Titan

22. Vorremmo tutti una persona fidata che ci guardi le spalle come Mikasa fa con Eren (meglio ancora se forte e agile come lei).

23. Capiamo perfettamente il bisogno di libertà di Eren e dei suoi amici, che immaginano, oltre all’imponente struttura del Wall Maria, un mondo tutto da scoprire.

24. Attack On Titan è come un puzzle, in cui ogni pezzo raccolto serve per ricostruire un incredibile e originale quadro d’insieme, ma fino a quel momento ci si deve scervellare e prestare la massima attenzione per scoprire la verità.

25. L’appetito di Sasha equivale al nostro quando prepariamo i popcorn per l’ennesimo rewatch di Attack On Titan.

26. Ci chiediamo ogni giorno cosa succederà davvero quando saranno trascorsi i 2000 anni a cui ci si riferisce nel titolo della prima puntata.

27. I combattimenti e i colpi di scena sono così epici da farci trattenere il fiato per tutto l’arco della puntata.

28. Daremmo qualsiasi cosa per volteggiare in aria con un dispositivo di manovra tridimensionale.

29. Per noi Attack On Titan non è solo un ottimo shōnen, ma un capolavoro a tutti gli effetti.

30. Stiamo letteralmente impazzendo in attesa della quarta stagione.