Vai al contenuto
Home » Il Signore Degli Anelli » Una teoria su The Rings of Power potrebbe fare chiarezza sugli Elfi

Una teoria su The Rings of Power potrebbe fare chiarezza sugli Elfi

Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere di Amazon Prime Video ha risposto a molte domande e ne ha poste altrettante sull’incredibile universo creato dalla magistrale penna di J.R.R. Tolkien, inclusa una teoria che potrebbe spiegare il motivo per cui sarebbe cominciata l’inesorabile estinzione degli elfi. Uno degli elementi chiave di The Rings of Power è la possibile dipartita del regno elfico e dei suoi abitanti, un declino che ci è stato mostrato durante gli episodi della serie ed è iniziato con il ritorno di Sauron. Sebbene questo problema sia più evidentemente presente nella trilogia cinematografica del Signore degli Anelli, la serie tv fa da acceleratore a questa situazione per introdurre nella narrazione un nuovo elemento che potrebbe rivelarsi salvifico: il mithril. Il materiale presente solamente nel regno dei nani che Elrond prova in tutti i modi a reperire assieme al suo amico fraterno Balin.

The Rings of Power ci ha raccontato che la luce di Valinor all’interno di ogni elfo, in linea teorica inestinguibile, alla fine – lentamente – svanisce nel tempo. Quale sia il motivo non è chiaro. Potrebbe essere possibile che gli elfi vengano prosciugati da forze arcane e maligne? A causa della totale assenza di un “manuale di magia” del mondo creato da Tolkien – eccetto che per le abilità degli Anelli del Potere e degli stregoni – The Rings of Power è stato in grado di avere un certo margine di manovra creativo sulle dinamiche magiche presenti nella produzione targata Amazon Prime Video. Questo significa che mentre gli elfi credono che la loro luce interiore di Valinor stia svanendo, forse ciò che sta causando il loro declino è lo stesso Sauron, che potrebbe assorbire la loro energia per rafforzarsi e allo stesso tempo rimuovere uno dei nemici più longevi e pericolosi dalla Terra di Mezzo. Teorie? Speculazioni? Forse c’è qualcosa in più. Questo concetto sembra essere supportato da alcune scelte operate dai creatori dello spettacolo in alcuni momenti particolari in cui la magia fa da protagonista.

the Rings of Power
The Rings of Power (640×360)

La magia dello Sconosciuto sembra assorbire energia e quella di Sauron sembra funzionare allo stesso modo

Un elemento chiave di questa teoria è il modo in cui la natura della magia nella Terra di Mezzo viene rappresentata attraverso lo Straniero – colui che molti ipotizzano sia Gandalf – e le sue abilità. In The Rings of Power, la magia dello Straniero sembra funzionare come una sorta di scambio di energia. Sebbene possa far muovere le lucciole e produrre una forza invisibile per respingere alcuni lupi selvatici, le lucciole muoiono dopo l’incantesimo e la magia dello Straniero assorbe e danneggia la sua persona. Ciò suggerisce – almeno per quanto riguarda The Rings of Power – che la magia è una qualche forma di scambio tra energie vitali. Che sia un uomo o il mondo che lo circonda, per produrre i suoi effetti l’utilizzatore deve donare un qualcosa di vivo. Se questo fosse vero, quando si produce magia grezza senza l’uso di un oggetto come i Silmaril, questa legge dello scambio potrebbe essere valida per tutti gli esseri viventi e magici della Terra di Mezzo.

I creatori de Gli anelli del potere e gli scritti di J.R.R. Tolkien non hanno confermato come si veicoli la magia nella Terra di Mezzo, ma anche quella di Sauron sembra funzionare in modo simile a quella dello Straniero. Questo scambio di energia ci viene mostrato nel primo episodio, quando le fiamme prodotte dagli elfi in perlustrazione in quello che dovrebbe essere l’ultima fortezza di Sauron, non hanno calore. Galadriel – la splendida Morfydd Clark – spiega ai suoi sottoposti che lo strano effetto delle fiamme ardenti e allo stesso tempo fredde era dovuto al puro male che abitava il luogo e che rubava alle fiaccole il loro naturale calore. In realtà, gli strani fenomeni potrebbero essere dovuti alla magia di Sauron, che potrebbe funzionare allo stesso modo di quella dello Straniero. Se così fosse, è del tutto possibile che eventuali incantesimi latenti o grandi poteri magici che permeano le mura del luogo abbiano estinto permanentemente il calore vitale dalla fortezza di Sauron.

The Rings of Power
The Rings of Power (640×360)

Sauron sta rubando la magia degli elfi in The Rings of Power?

Questa potrebbe essere la risposta al perché sia iniziato il declino del mondo elfico. Dato che – come abbiamo visto nella prima stagione di The Rings of Power – Sauron si è infiltrato tra elfi per aiutare a produrre gli Anelli del Potere (sebbene sia costretto a fuggire prima che gli artefatti siano completati) non sembra essere improbabile che avesse già messo in atto un piano per assorbire la magia degli elfi e rafforzarsi. Dato che The Rings of Power ha già confermato l’identità di Sauron e ce lo ha descritto come un burattinaio manipolatore, avrebbe senso che il villain dell’universo LOTR abbia organizzato delle trame e dei piani ben diversi. Noi tutti sappiamo che poi Sauron sarebbe riuscito a forgiare l’Anello, ma calandoci dentro la serie, nessuno nel momento in cui si svolgono le vicende, conosce il futuro. E nemmeno il più grande villain della terra di mezzo è certo della riuscita del suo piano. Quindi risulta legittimo e strategico che si tenga nella manica alcuni assi da sfruttare: uno di questi potrebbe essere quello di sfruttare lo “scambio magico” per continuare il suo percorso di “riabilitazione”. Dopo la sconfitta di Morgoth, infatti, Sauron sapeva che ci sarebbe voluto un po’ di tempo per recuperare e riprendere il potere, e altrettanto tempo per riuscire a sfuggire alla secolare caccia organizzata da Galadriel, desiderosa di vendicare il suo fratello defunto.

Premesso tutto questo, ha senso che Sauron provi a trovare un modo per attingere al potere degli elfi, in modo da recuperare energie e allo stesso tempo indebolire i suoi più temuti rivali, il tutto mentre si prende gioco di loro, mostrando il suo sigillo, portato fieramente al collo. Il tentativo di Sauron di assorbire il potere degli elfi spiegherebbe anche come sia sfuggito all’ostinato inseguimento di Galadriel per così tanto tempo: se stava infatti già indebolendo lei e i suoi consanguinei sin dall’inizio, stava già erodendo la loro magia, sabotando dalle fondamenta qualsiasi tentativo di cattura. Sebbene The Rings of Power non abbia confermato questa teoria sul fatto che Sauron stia assorbendo la magia degli elfi e causando il loro declino, questa ipotesi genererebbe molti sviluppi interessanti per la trama della stagione 2 di The Rings of Power.

Sarà interessante vedere se il futuro dello show approfondirà questa possibilità nella prossima stagione de Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere e se davvero questa teoria si rivelasse fondata, sarebbe interessante capire come potrebbe essere sviluppata dagli sceneggiatori.

1000 Serie Tv descritte in 10 parole, il primo libro di Hall of Series, è disponibile su Amazon: puoi acquistarlo qui