in

Le 5 migliori lezioni di vita che ci ha dato Marshall Eriksen

how i met your mother

Marshall Eriksen è senza dubbio uno dei personaggi più sfaccettati di How I Met Your Mother. Ci ha fatto ridere un po’ per il suo essere goffo e un po’ per il suo rapporto con Lily, tanto perfetto da risultare a volte strano. Ci ha fatto sbellicare anche grazie alle situazioni assurde che lo vedevano coinvolto, come quella volta dell’orso nella doccia (qui gli altri momenti incredibili). Come lo definiscono i suoi stessi amici è una persona estremamente gentile, anche troppo per vivere in una città come New York. Ma è questo il suo bello: l’essere completamente fuori contesto rispetto a una città dai ritmi accelerati e poco incline alla gentilezza. Un personaggio così affabile dovrebbe avere molti problemi ad ambientarsi, eppure esce vittorioso dove molti avrebbero fallito.

Lui riesce a essere l’anima di un gruppo di trentenni un po’ disillusi dalla vita, dimostrando come un’indole gentile serva per illuminare i passi che conducono le persone che amiamo.

Insomma, è un personaggio che ci ha dato la possibilità di imparare un modo nuovo di vedere la vita, ma anche di rapportarci agli altri. Ci ha dato delle lezioni di vita che non possiamo ignorare perché rappresentano ciò che vogliamo essere e ciò che sono le persone che ci sono accanto in ogni momento. Dal suo amore per Lily, dai suoi consigli più disparati, ecco le migliori lezioni che ci ha dato in questi anni di How I Met Your Mother.

1) Non bisogna aver paura di amare

how i met your mother

Durante le nove stagioni di How I Met You Mother, Lily e Marshall crescono come coppia. Sono sicuramente una delle più belle e iconiche degli ultimi anni, anche grazie alla loro fenomenale intesa. Tuttavia, questo non basta e hanno dei momenti bui anche loro, momenti in cui è difficile capire davvero ciò che si prova e a cosa si sta andando incontro (se volete piangere ecco qui). Entrambi hanno dei dubbi, la stessa Lily decide di fuggire per capire cosa vuole davvero ed è durante questa pausa forzata che Marshall ci insegna come non bisogna aver paura di amare.

Mentre tutti gli dicono di voltare pagina e cercano di fargli capire che essere single è fantastico, Marshall ci racconta che per lui l’amore è ben altro. Non lo spaventa l’idea di stare per tutta la vita con la stessa persona, di fare sesso con la stessa persona e di invecchiare con quella persona, se questa è Lily. Non bisogna aver paura di amare qualcuno, bisogna aver paura di perdere quel qualcuno. Quindi ogni giorno bisogna fare in modo di lottare per chi ci è accanto e capire chi stiamo proteggendo.

Stranger Things

Strange T – Telefono Casa

La classifica dei 5 momenti più romantici di Lucifer